Articoli della Settimana - 15/2011  9

Ecco di nuovo il meglio delle nostre pubblicazioni!

Questa settimana è stata molto importante sotto diversi punti di vista. Non vi avremo stupito con recensioni di titoli straattesi, ma di sicuro vi abbiamo intrattenuto con le ultime novità su veri e propri hype generator come The Witcher 2: Assassins of Kings, Mass Effect 3, Kingdoms of Amalur: Reckoning e Gears of War 3. Parlando invece di giudizi finali abbiamo emesso il verdetto per SOCOM: Special Forces, Rayman 3D e Death Rally.
Partiamo proprio dagli ultimi due titoli, accomunati entrambi dall'essere remake di vecchi classici di diversi lustri fa. Rayman 3D per Nintendo 3DS è il secondo episodio della saga, The Great Escape, uscito nel 1999 originariamente per Sega Dreamcast e perfetto esempio del fatto che le buone idee durano negli anni, e che non necessitano di chissà quali stravolgimenti e innovazioni. Nonostante Rayman 3D sia un platform convenzionale ed anche piuttosto lineare, un level design raffinatissimo e i tanti poteri a disposizione di Rayman concorrono a potenziare un gameplay mai banale e privo di veri momenti morti, esaltato anche da un'ottima implementazione dell'effetto tridimensionale della console. Dal fumettoso e coloratissimo mondo di Rayman passiamo a quello mortale di Death Rally per iPhone, versione riveduta e corretta di un vecchio titolo Remedy (quelli di Alan Wake e Max Payne) targato 1996.

Alla guida di tutta una serie peculiare di mezzi, che spaziano da dune buggy modificate a furgoncini blindati, fino a vere e proprie supercar ultramaneggevoli, obiettivo del giocatore sarà vincere le diverse gare presenti ma, soprattutto, cercare di restare sani e funzionanti fino al traguardo. In tutti i mezzi disponibili è infatti auspicabile l'installazione di armi attive o passive di vario livello distruttivo; la potenza di fuoco, così come le caratteristiche di guidabilità dei mezzi sono passibili di upgrade grazie ai premi in denaro riconosciuti alla fine di ogni sessione.
Un titolo insomma assolutamente da non perdere per i fan dei racing game atipici.

Maghi e fucilieri

Kingdoms of Amalur: Reckoning è un action RPG per il quale si è riunito un vero e proprio dream team per curare ogni suo aspetto, tanto tecnico quanto artistico. Basta dire che nel team lavora Ken Rolston, il leggendario designer di Morrowind e Oblivion, la storia è stata presa in carico dallo scrittore R.A. Salvatore, al lavoro, ad esempio, sui libri di Forgotten Realms, e Todd McFarlane, disegnatore famoso soprattutto per la creazione di Spawn.

Articoli della Settimana - 15/2011

Dopo averlo visto direttamente negli studi di Baltimora degli sviluppatori, questa volta siamo volati a Londra per sapere gli ultimi dettagli sul titolo in occasione dello showcase primaverile di Electronic Arts. Un articolo pieno di novità, tutto sui dungeon, la vita nelle città e il sistema di combattimento e quello di sviluppo dei personaggi tra Talenti, Destini, Skill e via dicendo. Di SOCOM: Special Forces ne ha parlato abbondantemente Roberto Vicario nella sua esauriente recensione . Zipper Interactive, i fondatori della saga tornano al timone del franchise per farci dimenticare gli errori di Confrontation, il risultato è buono, ma certamente non indimenticabile. Special Forces migliora e amplia in parte quello che non era stato in grado di fare il precedente capitolo su PlayStation 3, sopratutto sotto il profilo multiplayer. Tuttavia, una campagna single player piuttosto piatta e con una longevità troppo bassa, insieme ad un realizzazione tecnica sì discreta, ma non particolarmente esaltante, fanno di questo SOCOM un titolo non eccezionale e con pochi spunti originali. Un gioco per gli appassionati della saga, ma che può contare anche sui metodi di controllo alternativi al pad, ovvero Move e Sharp Shooter, entrambi abbondantemente sviscerati dal buon Roberto con un apposito box.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )

Orda spaziale

Il terzo capitolo, quello finale di una trilogia è sempre rischioso, e per questo BioWare ha messo in campo tutte le sue forze e i migliori talenti del team per creare un prodotto tanto raffinato quanto divertente e profondo da giocare, ancor più dei precedenti, possibilmente. Stiamo ovviamente parlando di Mass Effect 3. L'articolo del nostro Cambo(ni) ci mette al corrente di tutte le ultime novità su Shepard e soci, su come essi si preparino per la difesa finale della Terra assediata dai Razziatori. Molti sembrano essere i comparti del gioco che hanno visto un ulteriore lavoro di miglioramento e raffinazione, il potenziamento dell'aspetto esplorativo e narrativo è, a detta degli sviluppatori, estremamente tangibile, stessa cosa si può dire per il sistema di copertura, adesso più veloce e fluido nel passaggio tra una postazione e l'altra. L'essenza stessa degli scontri è stata enormemente ampliata: non più solo battaglie tra pochi personaggi, ma vere e proprie guerre. Tutto è da vedere riguardo la voglia di BioWare di andare a recuperare il piglio ruolistico del primo episodio, in attesa di nuove dall'E3 (ma speriamo in qualcosa di concreto anche prima), non possiamo che continuare a morire di hype di fronte al nuovo lavoro dei ragazzi canadesi. In chiusura vi ricordiamo di andare a leggere l'atteso resoconto delle prime ore di gioco della beta multiplayer di Gears of War 3, che Sua Maestà il Barone Jodice ha potuto giocare esaustivamente. Un titolo, che al pari di Mass Effect 3, è carico delle aspettative di milioni di utenti, e che come al solito non verranno certamente tradite dai ragazzi di Epic Games. Il pezzo di Antonio ci mette al corrente di tutte le novità insite in questa beta, dalle tre modalità di gioco disponibili ai nuovi contenuti di customizzazione, passando per le Execution e molto altro. Insomma tutti gli amanti (e non solo) di Dom e Marcus dovrebbero leggere questo articolo, ricordandovi anche che oltre all'articolo saranno disponibili la videoanteprima e la superdiretta dedicata.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )