Cosa vi siete persi?Articoli della Settimana - 18/2011 

Sicuri di aver letto tutto?

Articoli della Settimana - 18/2011 Ci stiamo avvicinando a rapide falcate verso l'E3, le uscite di pesi massimi si stanno diradando, ma non mancano comunque anteprime interessanti e altrettanto interessanti recensioni. Abbiamo potuto mettere le mani su inFAMOUS 2 in occasione della presentazione italiana del gioco svoltasi a Milano, mentre rimanendo ben piantati in redazione Vincenzo Lettera si è divertito col Kinect grazie ad una versione di prova del molto atteso Child of Eden. Sul versante delle recensioni abbiamo espresso il nostro giudizio definitivo su Virtua Tennis 4, sul nuovo pacchetto mappe per Call of Duty, l'Escalation Pack e Order & Chaos Online: primo MMORPG avanzato per iPad e iPhone. inFAMOUS 2 è una quelle esclusive Sony che fanno morire d'invidia gli utenti Microsoft. Il nostro Umberto nel suo provato ci racconta le peripezie di Cole MacGrath impegnato questa volta a New Marais, città ispirata a New Orleans. Molte sono le novità di questo secondo capitolo, anche se il gameplay non subirà sconvolgimenti restando ancorato alla struttura da action free roaming che tanto è stata apprezza nel 2009. La prima, quella più evidente è l'inclusione dei boss fight, ovvero nemici di dimensioni enormi che non vanno affrontati in qualche ristretta arena o addirittura con la telecamera ferma in un punto, come accade spesso, ma che si muovono per la città interagendo dinamicamente con personaggi non giocanti e fondali. Gli aggiustamenti non sono comunque sempre così vistosi, coinvolgendo anche aspetti come il combattimento corpo a corpo, ora più fluido e vario anche grazie al lavoro fatto sulle animazioni acquisite in motion capture, o i poteri, che saranno in parte ripresi dall'originale e in parte inediti, per un totale di una cinquantina tra abilità principali e upgrade. Tante novità insomma, tra queste figurano anche i cosiddetti "DLC fai da te", grazie ad un potente editor che ci permette la costruzione di una grande varietà di missioni regolari o di mini giochi, il tutto condivisibile con un altrettanto potente sistema di sharing e votazione dei contenuti.

Guerra musicale

Istruzioni per l'uso. Fermiamoci a parlare della sostanza e non del prezzo. Impossibile quindi non sottolineare la bontà del pacchetto mappe Escalation Pack per Call of Duty: Black Ops, altrettanto impossibile però non citare (contraddicendo quanto scritto poco sopra) i 1200 Microsoft Points richiesti per acquistare il DLC. Articoli della Settimana - 18/2011 Quattro mappe, una meglio dell'altra, caratterizzate dall'essere tutte estremamente varie, stilisticamente interessanti e con un level design di gran classe, Zoo e Convoy su tutte. Menzione speciale per Call of the Dead, la nuova mappa zombi di ispirazione cinematografica, con protagonisti il mucchio selvaggio Sarah Michelle Gellar, Robert Englund, Michael Rooker e Danny Trejo, tutti diretti (e inseguiti) dal grande George Romero. C'è il papà di Rez dietro Child of Eden, un titolo semplimente psichedelico, uno sparatutto davvero particolare, provato questa volta privilegiando il controllo tramite pad, in modo da avere ben chiaro la differenza tra l'approccio Kinect, precedentemente testato, e quello via controller. Giocare col pad ci regala sensazioni più tradizionali rispetto a Kinect, in un titolo che alla luce delle nostre prove, ha dato l'impressione talvolta di essere davvero fatto apposta per le nuove periferiche di rilevazione di movimento. Il nostro articolo, scritto con la solita bravura da Vincenzo, sviscera con accuratezza il titolo in uscita a giugno, spiegando alla perfezione come sarà suddiviso il mondo di gioco, e quanto saranno importanti segreti e contenuti extra nell'economia del gioco. Un titolo questo Child of Eden, che più di fiumi di inchiostro (o di pixel) merita immagini e suoni, e quindi vi invitiamo a leggere il nostro articolo, ma soprattutto a guardare la nostra videoanteprima.

Tennis e orchi

Per tutti coloro che vogliono divertirsi col tennis, possono dedicarsi senza troppi patemi con Virtua Tennis 4, il franchise che è il simbolo di una giocabilità arcade immediata e un gameplay consolidato, forse troppo a giudicare da quanto scritto nella recensione di Giorgio Melani. Tradizione che si coniuga con diverse novità, come la possibilità di "customizzare" il nostro tennista fino alla possibilità di avere addirittura un colpo speciale. Un titolo sicuramente interessante, una bella e corposa carriera con tantissimi minigiochi a corredo, ma che paga lo scotto di essere fin troppo uguale a se stesso, e tutto ciò si vede, ovviamente, quando si scende in campo. Insomma il solito batti e ribatti infinito, fin troppo meccanico, vero e proprio marchio di fabbrica della serie, inizia a mostrare tutti i segni di un necessario cambio di rotta. Articoli della Settimana - 18/2011 Chiudiamo il nostro sunto con Order & Chaos Online, l'MMMO per iOS, che ci permette di rivivere in punta di dita, un'avventura online persistente alla World of Warcraft. Il prodotto di Gameloft, è molto simile a quello Blizzard, come ben spiega Antonio Fucito nella sua recensione. Un titolo coraggioso, ben fatto e bello graficamente, ma non certamente perfetto. Intanto, contrariamente al peso massimo su PC è del tutto in italiano, cosa questa da non sottovalutare quando si inizia ad esplorare un mondo vasto e pieno di cose da fare. Purtroppo però delle magagne vengono alla luce, problematiche di "giovinezza" se vogliano, ma che è impossibile non citare un bilanciamento generale che necessita di aggiustamenti, un interfaccia che subisce la mancanza della tastiera, e una gestione della chat piuttosto macchinosa. Un titolo da provare comunque, una buona alternativa portatile e meno impegnativa al Re WoW.

TI POTREBBE INTERESSARE