Un lifting per Kratos  51

Kratos si prepara a tornare su PlayStation 3 con una nuova collection contenente i due capitoli per PSP rimasterizzati in alta definizione. Nell'attesa lo abbiamo già provato

Non c'è dubbio: affidare a Ready at Dawn la realizzazione dei capitoli per PSP di God of War è stata una delle decisioni più azzeccate che la compagnia abbia fatto per il parco software della sua console portatile.

Pur non essendo l'autore originale delle avventure di Kratos, lo sviluppatore di Irvine è riuscito egregiamente nel difficile compito di restare fedele alle atmosfere e al feeling dei capitoli per PlayStation 2. E, anzi, è riuscita a fare anche meglio: grazie a una realizzazione grafica fuori scala, battaglie epiche e un ottimo sistema di controlli, Chain of Olympus e Il Fantasma di Sparta si sono dimostrati due dei migliori giochi mai usciti su PSP, in grado di camminare tranquillamente a testa alta al fianco dei due episodi maggiori. Non c'è quindi da stupirsi che, esattamente com'è accaduto con i due episodi per PS2, Sony abbia deciso di raccogliere gli episodi per PSP, rimasterizzarli in alta definizione e riproporli in un corposo Blu-ray per PS3.

Dall'Olimpo con furore

Dopo aver provato God of War Collection: Volume 2 in occasione della Gamescom 2011 possiamo affermare con certezza che il lavoro di ammodernamento fatto dagli sviluppatori è a dir poco impressionante. Sia chiaro, l'impressione è sempre quella di trovarsi davanti a un gioco nato su una console meno potente e ben lontano dalla magnificenza grafica di God of War III, ma oltre alla nuova grafica in alta definizione i due titoli fanno sfoggio di texture ridisegnate e modelli con una conta maggiore dei poligoni. Ambienti molto più vivaci si affiancano a nemici più dettagliati che mai, mentre l'aliasing è solo un ricordo lontano e il framerate, dai 30fps delle versioni per PSP, è ora balzato a 60fps senza alcuna incertezza. Stesso lavoro di restauro è stato fatto per i filmati in computer grafica: gli sviluppatori non si sono limitati a un semplice upscaling di quelli presenti su PSP, ma li hanno rifatti e renderizzati appositamente per l'occasione, con un risultato che lascia davvero a bocca aperta. Nella versione presente alla Gamescom 2011 abbiamo potuto provare l'intera sequenza iniziale de Il Fantasma di Sparta, nella quale Kratos, partito per un viaggio a seguito di una sua inquieta visione, si trova a combattere contro il gigantesco Scylla, una pericolosa creatura marina evocata da Poseidone.

Non dev'essere stato difficile per il team di sviluppo adattare il sistema di controllo al DualShock di PlayStation 3, ed eseguire combo, schivate e rapidi attacchi si rivela parecchio intuitivo e naturale. Non mancheranno alcuni contenuti bonus dedicati ai fan, ma ciò che ci ha davvero lasciato sorpresi è stato l'ottimo supporto al 3D stereoscopico per entrambi i giochi: dopo aver inforcato gli occhiali 3D e ripreso in mano il pad, abbiamo constatato il notevole senso di profondità dei vari scenari, in grado di esaltare ancora di più le notevoli battaglie coi boss. "Il risultato ottenuto col 3D ci ha sorpresi così tanto da convincere me e molti altri membri del team ad acquistare una TV 3D", ha affermato Nathan Phail-Liff, art director di Ready at Dawn. "Sinceramente non giocherei mai più senza dopo averlo provato di persona". Peccato che, prevedibilmente, giocare col 3D attivo vuol dire dimezzare il framerate, tornando agli originali 30fps delle versioni per PSP. Ovviamente la versione definitiva, prevista ormai per il prossimo mese, sarà arricchita da tutta una serie di inediti Trofei per PlayStation Network, da sbloccare sia in Chain of Olympus che ne Il Fantasma di Sparta.

CERTEZZE

  • Chain of Olympus e Il Fantasma di Sparta in un solo Blu-ray
  • Il passaggio all'alta definizione e il supporto al 3D sono notevoli

DUBBI

  • Due God of War in una sola volta non è per deboli di cuore