E' la fine del mondo?  7

Dopo il mediocre Lord of Arcana, Square Enix ci riprova con un nuovo, inquietante clone di Monster Hunter

Per Square Enix, Lord of Vermillion è stata una delle migliori idee degli ultimi anni: il cabinato ha fruttato all'azienda un profitto di svariati miliardi di yen, diventando ben presto uno dei coin-op più giocati del Giappone. Impossibile non sfruttare questa fama in ogni modo possibile, non soltanto con svariati sequel ma anche con veri e propri spin-off, il primo dei quali, Lord of Arcana, è uno dei prodotti più criticati nella ludoteca di PSP.

E' la fine del mondo?

L'idea era quella di copiare uno dei giochi più famosi del momento traslandone il gameplay nelle surreali e apocalittiche atmosfere di Lord of Vermillion: così Square Enix propose una versione tutta sua del super famoso Monster Hunter di Capcom, cercando di ritagliarsi un angolino tramite la maggiore enfasi riposta nella componente narrativa e nella spettacolarità dell'azione. Il risultato si è rivelato mediocre su tutti i fronti e stupisce il fatto che la società di Tokyo voglia riprovarci in occasione del lancio della nuova console Sony: magari le cose andranno diversamente, questa volta?

Apocalittico me

Il trailer mostrato durante il Tokyo Game Show non rivela certo chiari dettagli sulla trama del gioco, mostrando invece raggelanti sequenze di distruzione, una vera e propria ecatombe durante la quale dialogano alcuni personaggi dall'identità ancora ignota. Quale sarà l'obiettivo dei giocatori, insomma, ancora non si sa per certo, e forse torneranno le magiche pietre Arcana al centro del prequel, visto che anche Lord of Apocalypse è ambientato nel mondo di Horodyn.

E' la fine del mondo?

Di sicuro, torneranno i numerosi mostri di Lord of Arcana più una serie di creature nuove di zecca, concepite dai principali artisti di Square Enix. Il trailer mostra una serie di battaglie con creature alate, strani colossi di pietra, polipi imbizzarriti ed enormi draghi: la varietà, insomma, non dovrebbe mancare. Sul gameplay non ci sono dubbi: Lord of Apocalypse ha ereditato le principali caratteristiche del predecessore, a cominciare dall'interfaccia virtualmente identica. Il gioco uscirà sia per PSP che per PlayStation Vita, perciò è possibile che la versione sviluppata per la nuova console Sony possa godere di feature aggiuntive che integrino nel gameplay o nella gestione dei menù l'utilizzo del touch-screen o del touch-pad posteriore. A detta di Square Enix, sarà possibile giocare online sia tramite wi-fi che connessione 3G: il fulcro del gioco resta quindi l'obliterazione di mostri su mostri in compagnia di un gruppo di amici che possa facilitare l'impresa.

SCARICA VIDEO ( Attendi l'avvio del video per scaricarlo )


Le battaglie potranno essere combattute affidandosi alla magia o al freddo acciaio di una discreta varietà di armi che scimmiottano quelle presenti anche in Monster Hunter, dallo spadone a due mani alla mazza da combattimento. Nel filmato si nota chiaramente una cosiddetta "Ultimate Spell" che sembrerebbe essere legata a una specie di carta che potrebbe, in qualche modo, fare riferimento al capostipite del franchise, Lord of Vermillion.

E' la fine del mondo?

Tornano anche i Quick Time Event in cui culminano le battaglie con i boss, la cui sconfitta è resa quindi ancora più spettacolare ed eclatante. Tecnicamente il gioco sembra di buona fattura, quantomeno dal punto di vista dello stile utilizzato e della modellazione di personaggi e creature. Uno dei punti deboli del prequel era la varietà limitata di ambientazioni e situazioni di gioco, che rendevano l'esperienza decisamente ripetitiva. Se Lord of Apocalypse riuscirà a colmare queste lacune, proponendo magari un maggior numero di zone esplorabili e un sistema di controllo più efficace e meno macchinoso, potrebbe rivelarsi come una delle più interessanti proposte di PlayStation Vita, sopratutto adesso che Monster Hunter sembra aver trovato, almeno temporaneamente, una nuova casa.

CERTEZZE

  • Maggiore varietà rispetto a Lord of Arcana
  • Sistema di controllo più semplice e preciso

DUBBI

  • Marginali differenze tra versione PSP e PlayStation Vita
  • Trama superficiale