Xbox ReleaseXRelease - Febbraio 2012 

Un febbraio tutto da giocare, dopo la sosta forzata di gennaio, eccoci di nuovo pronti con XRelease

Rieccoci finalmente con XRelease dopo un gennaio di pausa forzata a causa dell'azzeramento delle uscite. Dobbiamo ammettere che si ricomincia alla grande e probabilmente il periodo di stop vi ha dato modo di completare o di recuperare alcuni giochi lasciati in disparte a causa del numero troppo elevato di uscite autunnali. Febbraio è il mese perfetto per chi vuole dedicarsi a titoli action e sparatutto in prima e terza persona, ce ne sono in abbondanza e li scoprirete più sotto leggendo la nostra rubrica. Non mancano altri generi come giochi di ruolo occidentali e giapponesi ma anche un picchiaduro vecchia scuola come Soul Calibur V. Sul fronte dei nostri personali consigli non possiamo evitare di pronunciarci favorevolmente per FFXIII-2, Kingdoms of Amalur: Reckoning, The Darkness II, Syndacate e Asura's Wrath, sicuramente giochi da sviscerare completamente e in ogni aspetto. Buona lettura, ci ritroviamo a marzo!

Final Fantasy XIII-2

Il gioco
In uscita il 3 febbraio 2012
Il nuovo gioco Square Enix è il seguito diretto delle avventure vissute in Final Fantasy XIII e tutti gli appassionati di Final Fantasy non potranno farselo scappare. La storia è strettamente correlata a quanto successo nel precedente episodio ma con due personaggi a fare realmente da star, Serah (sorella di Lightning) e Noel, tanto che resteranno per tutta l'avventura i due unici membri del party. I viaggi nel tempo (vero cuore di questa avventura) e la rigiocabilità dei "livelli" affrontati propongono una nuova sfida e rispondono alle richieste innumerevoli dei fan per una maggiore varietà nel gameplay. Per il momento la risposta fornita dagli sviluppatori sembra soddisfacente, riconfermato il sistema di controllo già visto in FFXIII così come la possibilità di collezionare fino a 150 mostri da allenare e da usare poi in battaglia contro gli sfortunati avversari. Sul fronte grafico non ci sono obiezioni da fare, i tecnici giapponesi sanno il fatto loro e l'ambientazione risulta davvero molto intrigante, con quel misto tra fantasy e ultra moderno che ha un fascino indiscutibile.

Metal Gear Solid: HD Collection

Il gioco
In uscita il 3 febbraio 2012
Un gradito regalo di Natale in ritardo da parte di Halifax, la riproposizione con tutta la bontà dell'alta definizione di quasi tutti i capitoli della serie di Metal Gear Solid. Perchè quasi tutti? In effetti perchè la collection suddivisa in due 2 DVD comprende l'eccezionale Snake Eater, Sons of Liberty e Peace Walker, restano quindi esclusi il primo Solid, Portable Ops, Ghost Babel e i due esperimenti grafici Ac!d. Tutti quelli che hanno già giocato Snake Eater sanno benissimo che al suo interno sono presenti i vecchi Metal Gear 1 e 2 usciti per MSX2 alla fine degli anni 80. In sostanza con questa Collection tutti gli utenti Xbox si potranno godere gli episodi più celebri della serie riuscendo così ad apprezzarne ogni sfumatura. Sul fronte tecnico il lavoro è eccellente e rende apprezzabilissimi anche i capitoli più vecchi, una menzione particolare la riserviamo però al Peace Walker (uscito su PSP) nato per una console senza secondo analogico e qui perfettamente riadattato nei controlli, tanto che sembra rivivere di nuova luce e freschezza. Una collezione imperdibile per gli appassionati e per tutti quelli che non hanno mai giocato la serie che ha reso una star Hideo Kojima.

Neverdead

Il gioco
In uscita il 3 febbraio 2012
I Rebellion sotto Konami sfornano un action in terza persona degno di attenzione, almeno per tutti gli amanti delle avventure trash e dall'ambientazione un po' "balorda". Nei panni di Bryce Boltzmann, saremo costretti a combattere contro ogni sorta di aberrazione per cercare vendetta nei confronti del temibile Astaroth, creatura demoniaca che ha ucciso la moglie del protagonista e lo ha reso maledetto e immortale. Accompagnati dalla bella Arcadia e armati di ben due mitragliatrici leggere e di uno spadone ci getteremo alla carica sterminando le orde di nemici attraverso tutti i livelli. L'immortalità di Bryce si riflette in maniera decisa sul gameplay dato che combattendo potremo restare temporaneamente senza le gambe, senza le braccia e addirittura senza la testa. In questi frangenti dovremo reagire subito e cercare di recuperare l'arto mancante il prima possibile e nel frattempo sarà necessario attaccare i nemici con tutti i colpi a nostra disposizione... incluse le testate. I combattimenti, vero fulcro del gioco, sembrano essere molto divertenti, veloci e frenetici al punto giusto con la possibilità di attaccare da vicino e da lontano cambiando rapidamente le armi.

Soul Calibur V

Il gioco
In uscita il 3 febbraio 2012
Uno dei picchiaduro più famosi e apprezzati è in procinto di tornare con il capitolo numero cinque, si tratta di Soul Calibur. Fanno ritorno tutti i suoi personaggi famosi, da Ivy a Mitsurugi passando per Astaroth e Cervantes, ma ovviamente ci sono tante new entry, tra tutte il mitico Ezio Auditore direttamente dalla serie Ubisoft Assassin's Creed. La modalità storia del gioco è ambientata nel 1607 e ha come protagonista Patroklos (figlio di Sophitia) che dovrà combattere fino alla fine contro sua sorella Pyrrha, ma sono soprattutto gli scontri ed il sistema di combattimento come sempre il cuore del gioco. Soul Calibur da questo punto di vista non ha mai deluso con un sistema di controlli che risulta pressocchè perfetto con tasti dedicati ai vari tipi di attacco ed un pulsante per la parata, i grilletti dorsali risultano fondamentali per l'esecuzione dei colpi speciali di ogni combattente, qui divisi in Critical Edge e Brave Edge. Dal punto di vista grafico siamo in presenza di un lavoro ottimo, il motore di gioco è ricchissimo di effetti e l'illuminazione dinamica sui modelli dei guerrieri è qualcosa di eccezionale, resta ancora da capire come sarà gestito il multiplayer online ma se il buon giorno si vede dal mattino... Soul Calibur è tornato alla grande.

Catherine

Il gioco
In uscita il 10 febbraio 2012
Se mescoliamo insieme un action adventure con elementi da gioco di ruolo, un'ambientazione horror ed un pizzico di scene erotiche cosa viene fuori? E' presto detto, Catherine. Dopo essere uscito in Giappone e successivamente su suolo americano arriva finalmente anche in Italia il nuovo gioco prodotto da Atlus. L'adattamento ha riguardato esclusivamente i menu ed i sottotitoli ma sicuramente rende più apprezzabile la Storia ed i suoi dialoghi (specifichiamo che il parlato è esclusivamente in inglese con nessuna speranza di poter sentire le originali voci giapponesi). La storia vede alternarsi le vicende dell'indeciso Vincet Brooks e dei suoi continui incubi nati a causa della doppia relazione sia con Katherine, la fidanzata matura e dedita al lavoro, che con Catherine, la tentatrice sexy per eccellenza. Le fasi giornaliere, decisamente da free roaming con molti elementi GDR, si alternano agli incubi notturni narrati sotto forma di fasi platform. La grafica in cell shading dallo stile particolare (molto anime style) rende perfettamente giustizia al gioco e fa sì che riescano ad emergere anche i più piccoli dettagli dell'ambientazione. Un gioco-evento sicuramente da tenere in considerazione.

Kingdoms of Amalur: Reckoning

Il gioco
In uscita il 10 febbraio 2012
Dopo l'incredibile Skyrim i giochi di ruolo occidentali di ambientazione fantasy non potranno più essere sviluppati con leggerezza a meno di non voler fare un grande buco nell'acqua. Kingdoms of Amalur: Reckoning è il primo titolo del genere ad uscire dopo il lavoro Bethesda e quindi il confronto sarà immediato ed evidente. Le menti che sono a capo del progetto sono assolutamente di tutto rispetto e oseremmo dire garanzia di qualità, R.A. Salvatore alla storia, Todd McFarlane al character design e Ken Rolston come lead designer. Se i primi due possono essere celebri anche ai non appassionati Mr.Rolston è colui che ha guidato i team che hanno partorito Morrowind e Oblivion. Sì avete capito bene, il "quasi" creatore della serie di Bethesda si scontra con il suo ultimo figlio. Il gioco si dimostra fin da subito molto vasto e profondo, tutti gli elementi canonici dei GDR fantasy sono rispettati ed in breve sarete risucchiati tra quest principali e secondarie. Un'accurata recensione farà luce su tutta la bontà di Kingdoms of Amalur: Reckoning, quello che in estrema sintesi possiamo affermare è che sembra essere un po' più action rispetto a Skyrim, ma lasciamo in sospeso il nostro giudizio. Non ci sono dubbi, è un periodo eccezionale per gli amanti dei giochi di ruolo occidentali.

The Darkness II

Il gioco
In uscita il 10 febbraio 2012
Uno dei giochi più sottovalutati dal mass market ma al contrario realmente apprezzato dai giocatori hardcore è sicuramente stato The Darkness. Forte della qualità della sua storia e della sua realizzazione ritorna con un secondo capitolo che cambia team di sviluppo, ma che nella sostanza sembra raggiungere perfettamente il suo obiettivo. Non più gli Starbreeze ma quindi il team dei Digital Extremes che abbandonate ogni velleità di libertà ci guida in una storia più lineare, ma decisamente intrigante. Il capitolo numero due è stato impostato come il predecessore come un FPS ma se possibile con un accento ancora più marcato sull'azione nuda e cruda. Oltre a sparare come un matto, Jackie nelle situazioni di emergenza potrà fare ricorso ai demoni che sono dentro la sua oscurità, ed è in quei momenti che si scatena l'inferno. I demoni sono controllabili con i tasti alti del pad ed è possibile fare a pezzi i malcapitati in pochi gesti. Uno sparatutto coinvolgente e profondo nel suo sviluppo e con un trama assolutamente intrigante, solo una completa prova su strada ci dirà cosa è cambiato realmente dal primo episodio.

Binary Domain

Il gioco
In uscita il 24 febbraio 2012
Un altro shooter in terza persona in questo affollato mese di febbraio, questa volta però il padre del progetto è Toshihiro Nagoshi, il celebre autore di Yakuza. Ci ritroveremo catapultati in una Tokyo del 2080 a capo di una task force internazionale per fermare la rivolta dei robot contro la razza umana. L'azione è impostata alla Gears of War ma rispetto al titolo Epic Games il vero cuore del gioco è la cooperazione con la nostra squadra. Inizieremo a dare ordini agli altri soldati e a seconda della bontà di tali consigli poco a poco potremo ottenere fiducia o sfiducia nelle nostre doti di comando. Questo inciderà moltissimo sul comportamento del team, dal rischio insubordinazione (con tanto di commenti sprezzanti ai nostri ordini) alla perfetta esecuzione degli ordini. Confermato il sistema di controllo classico dei TPS e la possibilità di ripararsi in maniera dinamica dietro ostacoli e coperture. Scenari e avversari robotici sembrano essere discretamente realizzati con qualche picco di eccellenza nella realizzazione degli enormi boss che incontreremo sul nostro cammino.

Asura's Wrath

Il gioco
In uscita il 24 febbraio 2012
In Capcom quando ci si mettono sanno davvero fare le cose come si deve e Asura's Wrath è un chiaro esempio di quello che stiamo affermando. Candidato realmente ad essere uno dei migliori action game di questa prima metà del 2012 il gioco sviluppato dai CyberConnect2 ci mette nei panni di una divinità esiliata che si trova a lottare contro altre potenti creature appartenenti alla mitologia giapponese. Il fulcro del gioco, impostato in un modo che ricorda da vicino God Hand e Bayonetta, sono i moltissimi combattimenti, tutti molto esagerati e ai limiti dell'immaginabile, arricchiti dai numerosi QTE che rivestono un'importanza fondamentale per l'esito dello scontro. Non ci azzufferemo solamente contro super boss ma anche contro numerosi nemici più abbordabili e che potranno essere sconfitti grazie semplicemente alla nostra furia. Tecnicamente siamo in presenza di un titolo assolutamente pregevole, che mette in evidenza uno stile molto manga/anime che si addice perfettamente all'ambientazione di Asura's Wrath.

Syndicate

Il gioco
In uscita il 24 febbraio 2012
Con il vecchio 386 abbiamo passato le ore sul Syndicate di Bullfrog, incredibile per concept e realizzazione tecnica. Questa nuova versione del gioco creato da Peter Molyneux nel 1993 ci mette nei panni di una squadra da combattimento in un mondo del prossimo futuro dominato dalle corporazioni. Abbandonata l'impostazione da strategico in tempo reale gli sviluppatori di Starbreeze Studios hanno deciso di impostarlo come FPS, forse anche per aumentare il numero di utenti che potrebbero essere interessati al prodotto. A livello di gameplay l'accento è stato posto sulle differenze tra i membri della squadra, ognuno con caratteristiche molto peculiari (o meglio poteri cibernetici) e da perfezionare nel corso dell'avventura. Potremo far esplodere le armi dei nemici o convincerli a suicidarsi oppure potremo attivare una visuale perfetta per i cecchini, il Dart Relay. Questa riproposizione sembra aver mantenuto perfettamente l'ambientazione e lo stile dell'episodio originale riproponendolo qui in perfetta forma per i giocatori del 2012.

TI POTREBBE INTERESSARE