8.2

Redazione

8.0

Lettori (29)


  • 47
  • 14
  • 29
  • 8

Transformers: La Caduta di CybertronCyberwar 16

I Transformers stanno per tornare sugli schermi HD con un interessante prequel: ecco tutte le novità

Molto tempo prima che Sam Witwicky pensasse di fare qualche soldo vendendo gli occhiali del bisnonno su Ebay, la guerra civile tra Autobot e Decepticon aveva già distrutto il maestoso pianeta Cybertron. I ragazzi di High Moon Studios, di stanza a San Diego, hanno già avuto modo di raccontarci parte di questa storia con Transformers: La Battaglia Per Cybertron, un titolo che grazie alle interessanti premesse e al multigiocatore solido è riuscito a convincere critica e pubblico. Cyberwar A quasi due anni dal suo rilascio gli sviluppatori sono pronti a riportarci sul pianeta natale dei robot con Transformers: La Caduta di Cybertron che, come da titolo, si propone di raccontare le ultime fasi della guerra prima del contatto con i terrestri. Un recente evento targato Activision tenutosi a Milano ci ha permesso di vedere finalmente il gioco in azione, ecco le nostre impressioni.

L’inizio della fine

Varietà è la parole chiave su cui gli sviluppatori hanno voluto basare il concept del nuovo titolo. Una struttura a livelli lineari ma molto ampi permetterà infatti a La Caduta di Cybertron di offrire al giocatore esperienze di gameplay tra loro molto differenti a seconda del Transformer assegnato: si è dunque deciso di lavorare a fondo proprio sulle peculiarità di ogni singolo robot per renderlo "unico", operazione senza dubbio facilitata dal materiale originale a disposizione degli sviluppatori. Cyberwar Una delle sequenze di gameplay mostrateci ha visto in azione Vortex, robot in grado di trasformarsi alternativamente in un elicottero o in un jet militare con relativi attacchi missilistici, alternati a una potente onda d'urto possibile invece in forma umanoide. L'ampiezza del livello, naturalmente ambientato su Cybertron, peremtteva grande libertà di movimento e differenti approcci al nemico, favorendo le continue trasformazioni. L'intelligenza artificiale nemica è stata completamente riscritta proprio per enfatizzare al meglio il gameplay, per sua natura soggetto a continue variazioni nel ritmo. Il risultato appare come un mix piuttosto bilanciato tra azione frenetica e un pizzico di strategia, laddove imparare i punti di forza e debolezza di ogni trasformazione può aiutare il giocatore ad avere la meglio sui nemici. Cyberwar Ne La Caduta di Cybertron non si manterrà il controllo dello stesso Transformer per più di una manciata di minuti: onde sottolineare questo fattore, gli sviluppatori ci hanno mostrato come, alla fine del livello in corso, Vortex unisce le forze con altri quattro compagni d'arme i quali si fondono in Bruticus, un gigantesco robot alto cinque volte gli avversari, in grado di sviluppare attacchi di devastante potenza. In mezzo a tanta azione non mancheranno diversi interludi narrativi, dato che tra gli intenti di High Moon Studios c'è anche quello di raccontare la caduta di Cybertron con particolare attenzione a tutti i retroscena amati dai fan. Un livello vedeva infatti Vortex raggiungere una stanza segreta nota come Star Map, costruita durante un passato remoto e legata alle origini della razza Transformer: senza rivelarvi preziosi dettagli su quanto accadrà, ci limitiamo a dire che la sequenza è servita a confermare come l'attenzione al background narrativo sia notevole. Transformers: Fall of Cybertron - Trailer VGA 2011 Transformers: Fall of Cybertron - Trailer VGA 2011

Dinosauro sputafuoco, check!

I successivi livelli mostrati dagli sviluppatori ci hanno permesso di vedere altri Autobot all'opera, tra cui il bizzarro Grimlock. Armato solamente di spada e scudo nella sua forma umanoide, quest'ultimo richiede un approccio al combattimento completamente differente dal solito, in quanto non può disporre di armi di offesa dalla lunga distanza. Oltre a menare sonori fendenti con la lama, il personaggio accumula una sorta di potere Rage che può essere usato per compiere una trasformazione assolutamente spettacolare: Grimlock può infatti tramutarsi in un gigantesco dinosauro metallico in grado di sputare fiammate dalle fauci, gustosissimo da utilizzare nelle situazioni più concitate. Cyberwar Non mancherà naturalmente la possibilità di giocare nei panni di Optimus Prime, iconico leader degli Autobot. La novità per quest'ultimo consiste nella possibilità di controllare da remoto un gigantesco Transformer "alto più di un grattacielo", ben noto ai fan come Metroplex. Se la varietà nel comparto singolo giocatore sembra proprio non mancare, i ragazzi di High Moon si sono adoperati anche per aggiornare a dovere l'esperienza online. Messa da parte la cooperativa, gli sviluppatori si sono concentrati sulla componente competitiva e, soprattutto, sulla personalizzazione. Quest'ultima permetterà ai giocatori di creare il proprio Transformer scegliendo tra una gran numero di preset armi, braccia, gambe, elmi e torso, colorando il tutto per ottenere mix unici. Prima di procedere alla costruzione del proprio robot tramite l'intuitivo editor, sarà necessario selezionarne la classe (tra Infiltrato, Titano, Scienziato e Distruttore), la quale influirà anche sul tipo di trasformazione. Trattandosi di una build Alpha, è ancora presto per pronunciarsi sul comparto tecnico: il motore utilizzato sembra il medesimo de La Battaglia Per Cybertron con diversi update, tra cui la capacità di gestire livelli molto più ampi e sfondi dettagliati. Cyberwar La modellazione dei singoli Transformer è apparsa molto curata, con grande enfasi sulle parti in costante movimento, in grado di donare ai robot un look "vivo" e cangiante. Transformers: La Caduta di Cybertron ha tutte le carte in regola per offrirsi al pubblico come degno successore della saga videoludica: la storia sembra narrata con passione e con il giusto ritmo, l'azione varia grazie alla grande quantità di robot coinvolti e alle molte trasformazioni, il multigiocatore molto completo dal punto di vista della personalizzazione. Rimane da vedere se i miglioramenti al comparto tecnico giustificheranno i due anni trascorsi dal predecesore, e soprattutto se pad alla mano il gameplay saprà trasmettere le giuste sensazioni senza ripetersi troppo. L'appuntamento è per questo autunno, rimanete con noi per tutti gli aggiornamenti.

Certezze

  • Molti Transformers coinvolti
  • Setting più grandi e varietà d'azione
  • Multigiocatore promettente

Dubbi

  • Potrebbe sfociare in un more of the same
  • Tecnicamente non al top