A Tutto Mod Vol.7  0

Settimo apputamento alla scoperta dei mod più belli reperibili in rete.

RJ: Rise of the Witch King


Tipo: Recensione
Sviluppatore: Roben J.
Mod per:BFME: Rise of the Witch King
Pagina del Download: Link

Ci sono mod chiaramente votati alla modifica di pochi ma fondamentali aspetti del titolo da cui derivano, come l'ambientazione, mentre altri si preoccupano di aggiungere centinaia di nuove varianti, non stravolgendo l'esperienza ma arricchendola in modo esponenziale.
È quest'ultimo in caso di Roben J. Battle for the Middle Earth: Rise of the Witch King, che all'espansione dell'ottimo strategico prodotto da Elettronic Arts somma una quantità incredibile di unità, eroi, missioni ed opzioni. La prima grande introduzione consiste in tre fazioni inedite e completamente immaginarie, ciascuna dotata di un proprio bilanciamento e con moltissimi nuovi motivi di interesse, specialmente dal punto di vista strategico, dove la varietà dell'offerta è davvero ragguardevole. Tante mappe tratte dai due titoli originali sono state disegnate ex novo e sono ora liberamente percorribili, mentre una campagna totalmente inedita occuperà diverse ore per essere completata in ogni suo obbiettivo.
Dal punto di vista meramente estetico non sono stati fatti enormi cambiamenti, ma un nuovo sistema di telecamere fisse rende, qualora lo si volesse, l'azione un pochino più confusa ma decisamente più spettacolare. Belle le oltre 50 milizie inedite, le strutture disegnate per l'occasione – comprese quattro fortezze – e gli eroi mai visti, che non potranno non rendere felici tutto coloro avessero già spolpato i contenuti originali in ogni più piccola sfaccettatura.
Un download consigliato, una sorta di “espansione nell'espansione” assolutamente immancabile.

Battle RPG


Tipo: Recensione
Sviluppatore: QQQ
Mod per:Unreal Tournament 3
Pagina del Download: Link

Unreal Tournament 3 è fresco di pubblicazione e non può certamente ancora contare su una comunità di appassionati tale, da competere con altri mostri sacri sotto il punto di vista della disponibilità di aggiunte prodotte direttamente dall'utenza. In questo panorama ancora un po' scialbo, qualcosa comincia comunque a muoversi e questo Battle RPG ne è un primo esempio.
Si tratta sostanzialmente di aggiungere una serie di abilità e statistiche che, come da titolo, arricchiscano lo sparatutto di Epic con una quantità di caratteristiche prese dal mondo dei giochi di ruolo, a partire da un indicatore del livello raggiunto che verrà incrementato al crescere dell'esperienza, accumulabile effettuando uccisioni e soddisfacendo determinate richieste. Molte sono anche le abilità richiamabili sacrificando una certa quantità di mana e, di volta in volta, acquistabili tramite l'apposito menù spendendo i soldi guadagnati con le vittorie. La divisione delle magie è quella classica, difensive ed offensive, e conta rigeneratori della salute, alteratori degli status ed altre piccole varianti. Purtroppo il bilanciamento delle singole mappe non è perfetto e l'amministratore del server deve sobbarcarsi un lavoro piuttosto complesso, decidendo quali opzioni sono adeguate allo scontro in corso e quali invece no.
Durante le partite saranno recuperabili anche nove differenti artefatti, ma le loro funzioni – dal classico God Mode fino al volo libero – risultano eccessivamente vantaggiose per chi le utilizza, andando ad inficiare il divertimento altrui.
Una partial convertion buona per qualche ora di divertimento spensierato con gli amici ma non adatta a fare sul serio e a proporsi come una valida alternativa alle normali modalità, nel medio- lungo periodo.

Zombie Panic


Tipo: Recensione
Sviluppatore: Zombie Panic Team
Mod per:Half Life 2
Pagina del Download: Link

C'è poco da fare, Half Life 2 resta e probabilmente rimarrà ancora a lungo la miglior base sulla quale costruire delle total convertion di grandissimo spessore, quelle che molto probabilmente potrebbero essere vendute separatamente, le stesse dalle quali sono usciti diversi team poi diventati professionisti o aspiranti tali. Zombie Panic è l'esempio perfetto di quanto detto, rappresentando un enorme lavoro di design, bilanciamento e programmazione: l'idea è semplice, creare una modalità multiplayer basata sulla classica sfida tra zombie ed umani, che surclassi tutte quelle precedentemente realizzate.
Ad inizio partita un giocatore sarà lo zombie che, contando su un certo numero di vite selezionate dall'amministratore del server, dovrà contagiare tutti gli altri utenti, così da garantirsi altri compagni di malefatte e portare il caos sulla Terra. Gli ambienti appositamente creati sono davvero belli per quanto non numerosissimi, con il predominio di edifici perennemente bui, la notte a fare da sfondo a questa sorta di caccia ed una generale sensazione di inquietudine palpabile ogni qualvolta si deve guardare dietro un angolo.
I due team – umani e non morti – possono contare su caratteristiche molto diverse: se i primi sono più veloci, hanno armi da fuoco e comunicano tramite chat vocale, i secondi riescono come detto a rigenerarsi un dato numero di volte, tendono ad aumentare durante lo svolgersi dell'incontro e dispongono di una vista decisamente efficace anche in condizioni di scarsa illuminazione.
Bellissimo sotto tutti punti di vista – il giudizio tenico si esprime da solo, guardando gli screenshot poco sotto – questo mod farà la felicità di praticamente chiunque vi si avvicini. Il download dell'enorme file che lo contiene è molto più che consigliato.

Cryophobia


Tipo: Recensione
Sviluppatore: Cryophobia Team
Mod per:Halo
Pagina del Download: Link

Certamente suona anacronistico parlare di Halo, con un secondo capitolo già uscito anche su PC dopo mille polemiche e un risultato non propriamente perfetto, ed un terzo che invece su console si è dimostrato semplicemente il miglior sparatutto giocabile in poltrona mai creato. Ad ogni modo questo Cryophobia – o meglio, la settima versione della sua oramai lunghissima beta – merita davvero di essere citato, perché rappresenta in qualche modo il punto esclamativo di quanto i modder dediti al titolo Bungie hanno sempre cercato, ovvero un ulteriore affinamento del bilanciamento, il perfezionamento della sfida tramite poche ma molto accorte modifiche. In generale l'attenzione è stata posta nella valorizzazione degli ambienti esterni, così da dare vita a battaglie molto aperte e di ampio respiro, che favoriscano il coraggio e risultino sempre spettacolari. Per fare ciò la maggior parte delle armi sono state poste al di fuori degli edifici, la loro potenza parzialmente alterata e i mezzi volanti disposti in modo totalmente inedito. Fisica e danni hanno subito aggiustamenti notevoli in favore di un realismo più marcato, che non permetta colpi di testa e, in qualche modo, premi coloro hanno maggiore esperienza. Nulla di nuovo, invece, dal punto di vista delle mappe inedite, che non sono state inserite nonostante l'iniziale intenzione.
Cryophobia è consigliata ai giocatori esperti, che hanno voglia di confrontarsi con una sfida davvero molto equilibrata ed impegnativa, per quanto non particolarmente originale.

Back to the Future: Hill Valley


Tipo: Recensione
Sviluppatore: BTTF: Modding Team
Mod per:GTA: Vice City
Pagina del Download: Link

Questa total convertion è davvero nata da un'idea fantastica: prendere la storia dei tre film “Ritorno al Futuro” e trasportarla dentro il gameplay libero offerto da Grand Theft Auto: Vice City, permettendo agli utenti di vivere nuovamente tutti i momenti che hanno appassionato generazioni di ragazzi e non solo. Per rendere al meglio le sensazioni delle pellicole è stata ricreata l'ambientazione principale – la Hill Valley del titolo – nelle sue differenti versioni, tra passato presente e futuro. Ovviamente le missioni sono state scritte guardando allo script originale e cercando di rimanervi il più fedele possibile, mentre ogni passaggio fondamentale della storia sarà segnato da una corsa a bordo della mitica Delorean, con tanto di effetti originali e la possibilità di volare liberamente per i cieli della città del vizio. Splendido è anche il lavoro compiuto sui veicoli e i passanti delle differenti epoche, così come le radio e molte delle texture che caratterizzano gli edifici, disegnate partendo da zero e sempre molto rifinite. In generale l'impatto grafico è quindi in media con quanto fatto da Rockstar, non sfigurando ed anzi spiccando per la cura dei minimi particolari.
In definitiva non è possibile non apprezzare l'unicità di questo mod, ispirato da un'opera cinematografica piuttosto che, come spesso accade, da un altro gioco o da una serie di canovacci narrativi sempre uguali a sé stessi. Da scaricare immediatamente, magari accompagnandolo ad una nuova visione tutta d'un fiato della trilogia con protagonista Michael J. Fox.

STALKER Redux parla italiano

Avevamo già avuto modo di rendere giustamente voce all'ottimo mod dedicato al controverso ma oggettivamente affascinante STALKER, che tanto aggiungeva dal punto di vista del bilanciamento, regalando un realismo davvero estremo, oltre ad una serie di nuove finezze, certamente apprezzabili sotto praticamente ogni punto di vista, armi ed intelligenza artificiale incluse.
Ci giunge però ora voce di un'iniziativa che non è possibile non segnalare, ovvero il completo adattamento in lingua italiana del già mastodontico lavoro originale, che potrà quindi ora essere apprezzato anche da tutti coloro non avessero un'affinità naturale con la lingua di Shakespeare.
A questa pagina potete trovare i dettagli per il download, le informazioni e le guide utili. Una grande iniziativa, davvero, che una volta tanto favorisce direttamente anche il popolo dei giocatori italiani.

Febbraio, non un gran mese dal punto di vista delle uscite, con tutti ancora intenti a riprendersi dall'abbuffata natalizia che, l'anno passato in particolare, è stata in grado di regalare emozioni e molto materiale grezzo da poter poi plasmare in nuovi mod. Ma si parla dei mesi a venire, quando i progetti ora abbozzati prenderanno forma e con essi la sfida alla miglior variante del 2008. Per restare all'attualità questo appuntamento si segnala per alcuni tributi a titoli oramai superati da seguiti vari ed eventuali – Halo e GTA: Vice City -, per l'insolita presenza di una modification di un'espansione e per lo splendido Zombie Panic, scaricabile in tutti i suoi 600 e passa megabyte. Di grosse notizie, come detto, non ce ne sono, ma qualche piccolo aggiornamento è comunque dovuto ed una sorpresa farà certamente piacere a tutti i giocatori di vecchia data. Innanzitutto Firearms Source, trasposizione dedicata all'ultimo motore di casa Valve di un lavoro originariamente portato a termine per Half Life e ora riproposto dopo un lungo lavoro. L'idea è quella del classico multiplayer a squadre, caratterizzato da una certa impostazione tattica e con un buon numero di mappe ed armi a mettere ulteriore pepe a quelli che già si preannunciano dei magnifici scontri. Project Valkyrie, anch'esso per Half Life 2, basa molto del suo fascino su un design liberamente ispirato al classico Metroid di Nintendo, promettendo una serie di mappe e situazioni molto riconoscibili e certamente apprezzate da tutti coloro fossero stufi dei soliti mercenari duri a morire. Da tenere sott'occhio.
Infine Marines of UAC, per il vecchissimo Doom. Gli ambienti totalmente originali, una storia che si promette lunga ed avvincente oltre ad un buon numero di nuovi nemici, non possono non solleticare il palato di coloro sentono ancora la nostalgia dell'originale ID Software, una pietra miliare del genere.