A Tutto Mod Volume 15  14

Un nuovo appuntamento dedicato ai migliori mod disponibili al download, come sempre offerti da Multiplayer.it!

Di ritorno dall'E3, chi scrive si sarebbe aspettato di poter dire di più sul magico mondo dei mod e dei contenuti creati dagli utenti. E invece la fiera losangelina non è che sia brillata da questo punto di vista, presentando pochi prodotti e spesso nemmeno troppo interessanti. Si approfitta quindi di queste poche righe per segnalare un sito, DevMag, dedicato allo sviluppo di giochi e contenuti indipendenti;

le alternative non mancano ma in questo caso, a fronte di una quantità di contenuti forse non mastodontica, c'è una certa qualità nella trattazione degli argomenti che rende la lettura piacevole. Da provare.
Sul fronte news è bene segnalare la ripresa dei lavori su Resident Evil: Twilight, mod per Half-Life 2 come facilmente intuibile ambientato nell'universo horror creato da Capcom e oramai in lavorazione da moltissimo tempo. Sembrava tutto si fosse fermato e invece il team di sviluppo ha ripreso a impegnarsi con l'obiettivo entro pochi mesi di poter mostrare qualcosa di concreto su entrambe le modalità in sviluppo, single e multiplayer. Le prime immagini fanno sperare piuttosto bene e non resta che segnalare come ci siano delle posizioni ancora aperte nel team, quindi a chi fosse interessato non resta che farsi avanti.

Se n'era discusso parecchio tempo fa, se ne torna a parlare ora visti gli sviluppi delle ultime ore: MechWarrior Living Legends, total conversion per Crysis, pare sia arrivata a un buon punto del proprio cammino verso il rilascio pubblico, con il gameplay oramai funzionante, i modelli completati e dotati di texture e un buon numero di ambientazioni pronte per essere popolate. Nei prossimi mesi dovrebbe avvenire il rilascio di questo classico sparatutto in terza persona con i "robottoni" protagonisti, un genere non più popolare come un tempo e per questo ancora più apprezzato nelle sue poche apparizioni.
Annunciato infine A Grim Tale, altra total conversion, questa volta per Left 4 Dead. Non si è ancora visto nulla ma l'idea di prendere lo spirito delle favole dei fratelli Grim, oscure e tenebrose, e portarlo all'interno della struttura di gioco di Left 4 Dead è più che brillante e meriterà di essere seguita a lungo nei prossimi mesi. Anche in questo caso, conviene restare sintonizzati.

Scheda Mod

Tipo: Recensione
Mod per: Command & Conquer: Tiberium Wars
Sviluppatore: Isotx
Download: Link

MidEast Crisis 2

Ora, forse non sarà stato lo strategico in tempo reale più rivoluzionario di sempre e forse, visto il nome che si portava sulle spalle, potrebbe aver fatto storcere il naso a qualcuno, è però innegabile che Command & Conquer: Tiberium Wars ha rappresentato il ritorno di una serie la cui modernità si è fatta attendere troppo a lungo e, quando arrivata, ammantata da un classicismo che in fin dei conti si è rivelato più che soddisfacente. Quasi un'operazione nostalgia che è stata capace di catturare gli appassionati storici e rimettere al lavoro i modder dei tempi che furono, come i ragazzi di Isotx che con il loro Mideast Crisis 2 hanno sconvolto la fantascienza originariamente proposta dal titolo di EA spostando ambientazione,

mezzi e sapore delle battaglie all'interno di un immaginario ma verosimile scenario di guerra mediorientale, in un futuro prossimo ancora legato all'uso di mezzi di terra e aria simili a quelli in uso ma con i più alcune suggestioni come i droni o le nano tecnologie. Tre le fazioni in campo - Guardians of Islam, UN Peacemakers e Israel Defence Forces - ciascuna dotata di un proprio arsenale unico e in grado di elaborare differenti strategie, anche se purtroppo il campo d'applicazione di queste si limita alle due modalità inserite, Schermaglia e Multiplayer. In entrambi i casi il gioco propone una sorta di deathmatch a obiettivi durante il quale cercare di sconfiggere gli avversari prendendo possesso di strutture in grado di rimpolpare le risorse. Nulla di particolarmente innovativo insomma, però con una grande cura di fondo e un comparto tecnico di tutto rispetto, con unità disegnate in modo preciso e accurato - fantasioso nel caso di quelle inventate - e con un buon bilanciamento complessivo. Un download consigliato.

A Tutto Mod Volume 15

Scheda Mod

Tipo: Recensione
Mod per: Unreal Tournament 3
Sviluppatore: HEGI
Download: Link

The Haunted

Non sono moltissime le produzioni di total conversion con una cura per la parte tecnica come The Haunted. Il mod per Unreal Tournament 3 si fregia infatti, prima che di un buon comparto d'opzioni e di un gameplay interessante, di una realizzazione davvero di prim'ordine, con grande attenzione tanto nella modellazione degli ambienti quanto in quella dei terribili demoni - una sorta di zombie - che ne infestano le aree, spuntati dal sottosuolo da chissà

quale dimensione e intenzionati a spazzare via i pochi umani rimasti. Insomma gli sviluppatori hanno pensato bene di dare un backgroud narrativo e un'estetica quasi professionale a quello che poi, nella sostanza, si rivela essere una buona esperienza multiplayer, tanto cooperativa quanto competitiva. L'idea è più o meno quella alla base di Left 4 Dead: tanti nemici armati in modo più o meno approssimativo contro pochi muniti di armi da fuoco e in grado di coordinarsi tra di loro; un canovaccio già visto e apprezzato con alcune varianti sul tema come, per gli utenti schieratisi dalla parte dei demoni, quella di poter gestire la rinascita di tutti i loro mostruosi compagni, anche quelli comandati dal computer. Il tutto funziona a dovere e diverte, seppur magari senza stupire, ma più che altro si sente la mancanza del Director di L4D, ovvero di un'intelligenza artificiale che riesca a bilanciare in modo così sofisticato e cinematografico l'azione. Ad ogni modo il download resta caldeggiato, anche per una buona dose di rigiocabilità basata soprattutto su un sistema di progressione delle statistiche che invece nel capolavoro di Valve non c'è e sotto alcuni punti di vista ha fatto sentire la sua mancanza.

A Tutto Mod Volume 15

Scheda Mod

Tipo: Recensione
Mod per: Half-Life 2
Sviluppatore: cmod_dev
Download: Link

Curse

A lungo atteso e chiaccherato, rimandato e quindi spezzettato in una serie composta da più episodi, di cui quello oggetto di questa analisi è solo il primo, Curse è stato uno dei mod più travagliati in assoluto del sempre florido panorama legato ad Half-Life 2. La total conversion ad ambientazione egizia propone in questa sua prima apparizione la classica visuale in prima persona e la richiesta di avventurarsi all'interno di una misteriosa necropoli, popolata da mummie ed altre bizzarre creature. Fin qui, nulla di particolare, e anche aggiungendo all'equazione l'uso della magia, disponibile all'utente sotto forma di più upgrade, il risultato non sembrerebbe spiccare per originalità, se non fosse per il particolare

level design ideato dallo sviluppatore con alcuni enigmi sparsi per gli ambienti in grado di cambiare radicalmente le aree di gioco e rendere quelli che altrimenti sarebbero degli schemi piuttosto tradizionali, un complesso intreccio di passaggi, sempre più difficili da completare anche a causa di un crescente numero di nemici e, al culmine della tensione, della presenza di un difficile boss vermiforme da abbattere faticosamente. Si gioca insomma molto su un climax di contenuti e impegno, con il comparto visivo che segue questo crescendo facendo diventare sempre più cupi e scuri i colori su schermo e avvalendosi di una colonna sonora perfetta per tenere il ritmo dell'azione e valorizzare ogni singolo passaggio. Insomma davvero un lavoro di primissima qualità, che pecca unicamente sul versante longevità - elemento poco ficcante trattandosi di mod e quindi prodotti gratuiti - ma che non deve mancare per nessun motivo a ogni possessore di Half Life 2.

A Tutto Mod Volume 15

Scheda Mod

Tipo: Recensione
Mod per: Homeworld 2
Sviluppatore: Sub-Real Industries
Download: Link

Slipstream: The Price of Freedom

Certamente uno dei migliori strategici del 2003 - anche se al tempo, come per l'originale, non ci fu unanimità nei consensi - Homeworld 2 fu un eccellente seguito al capolavoro di Relic e segnò il passo lasciandosi alle spalle tutte le produzioni simili. A sei anni di distanza il genere degli RTS a stampo spaziale non è propriamente in forma smagliante e a parte qualche eccezione risulta davvero difficile trovare prodotti commerciali degni di nota. Fa quindi piacere imbattersi in un mod come Splipstream: The Price of Freed, partial convertion particolare in quanto gli sviluppatori,

presi buona parte degli ambienti e delle astronavi originali, hanno elaborato un universo di gioco inedito e dotato di una trama parallela - le classiche due fazioni, una a stampo religioso e l'altra più razionale - che fa da sfondo alle due modalità Schermaglia e Multiplayer elaborate. Un misto di vecchio e nuovo insomma, con un'interfaccia grafica completamente ridisegnata e, vista la spruzzata di narrativa, una campagna per il singolo giocatore probabilmente in arrivo in futuro. Le poche unità nuove e quelle ripescate dalla base di partenza sono state dotate di nuove abilità e il bilanciamento pende ora in modo piuttosto radicale verso l'azione e la capacità di ragionare e quindi agire rapidamente, snaturando parzialmente lo spirito originale ma restando più che godibile. Graficamente ci sono miglioramenti sugli effetti e i modelli inediti non mancano di colpire piacevolmente, con il grosso problema di questo mod che resta la forse non così grande quantità di idee espresse. Solo per i fan sfegatati.

A Tutto Mod Volume 15

Scheda Mod

Tipo: Recensione
Mod per: Gioco stand alone
Sviluppatore: Da un'idea di David White
Download: Link

Battle for Wesnoth

Uno dei prodotti stand alone completamente gratuiti più famosi in assoluto, questo rappresenta da anni Battle for Wesnoth, strategico a turni sviluppato da una community sempre vastissima e oramai giunto, al quarto anno dalla sua uscita, a una maturità davvero incredibile. La struttura di gioco è piuttosto classica, con i personaggi controllati dall'utente impegnati a muoversi attraverso mappe divise in una moltitudine di caselle esagonali, combattendo stando attenti a un vasto numero di statistiche, bonuns e malus e impegnati in sfide dalle regole - e quindi dallo svolgimento - sempre differenti.

Nulla di nuovo, per carità, ma portato all'estremo da una quantità sterminata di campagne per il singolo giocatore e scenari multiplayer, tanti da impegnare per centinaia d'ore e tanto ben fatti da essere paragonati a quelli di un normale prodotto commerciale. I più appassionati potrebbero arrivare a padroneggiare gli editor e contribuire a loro volta all'ulteriore crescita di un titolo mastodontico, bloccato solo parzialmente dalla particolarità del proprio genere che, spinoso almeno all'inizio, potrebbe non andare incontro ai gusti della totalità dei giocatori. Tecnicamente il 2D scelto è piuttosto basilare e, per quanto i disegni ben si adattino all'atmosfera fantasy che permea tutta la produzione, il comparto grafico è sicuramente quello meno d'effetto, anche se negli anni si è dimostrato funzionale all'entrata in scena di nuovi modder che altrimenti si sarebbero potuti fermare difronte alle sfide poste da una più articolata veste estetica. Insomma chi non l'avesse mai provato dovrebbe farlo mentre coloro sono mesi o anni che non tornano a giocarlo, scarichino comunque l'ultima versione che aggiunge molto a quanto già fatto in passato.

A Tutto Mod Volume 15