Airborne TroopsAirborne Troops, quarantottore di guerra 

Airborne Troops arriva per farvi rivivere ancora una volta i concitati giorni del D-Day. Vestiamo i panni di un ufficiale americano nella difficile lotta al nazismo in questo avvincente action shooter.

Airborne Troops, quarantottore di guerra Airborne Troops, quarantottore di guerra

Stealth al 100%?

La prima impressione data da Airborne Troops è quella di appartenere alla larghissima schiera di titoli per console, data la predominanza quasi assoluta dell’aspetto arcade. Il gameplay offre al giocatore azioni molto rapide, dove spesso l’unico scopo è quello di procedere non visti fino alle spalle dei nemici, eliminandoli nella maniera più silenziosa possibile; il meccanismo del resto è ben noto a tutti coloro che hanno preso dimestichezza col genere “stealth”, dove una certa accortezza nei movimenti è alla base del successo. Il gioco in sé appare semplice e diretto, con una serie di missioni che, pur seguendo una storia precisa, dai caratteri fortemente cinematografici, non si discostano mai molto dal medesimo copione che prevede la totale eliminazione dei nemici e la risoluzione di alcuni enigmi, basati più che altro su switch e pulsanti da attivare o porte chiuse da aprire mediante l’utilizzo di chiavi disseminate lungo la mappa.

Airborne Troops, quarantottore di guerra Airborne Troops, quarantottore di guerra

L’azione è basata su una serie di semplici script che fanno comparire a dovere i nemici sulla mappa, senza che si possa elaborare una qualche strategia di attacco avanzata poiché l’iniziativa di personaggi controllati dall’intelligenza artificiale è davvero limitata. Spesso ci si scontra con soldati alle prese con un turno di guardia, o a veri e propri plotoni d’esecuzione pronti ad attenderci ad ogni svolta d’angolo. La scelta della strategia d’attacco quindi è quasi sempre condizionata non dall’abilità nemica ma dalla situazione prestabilita, che costringe spesso a colpire furtivamente alle spalle o a vere e proprie azioni di assalto.

Le mappe sono veramente dettagliate ma non presentano molte possibilità di svolta

Le mappe sono veramente dettagliate ma non presentano molte possibilità di svolta, presentando uno sviluppo molto spesso lineare, a discapito della complessità, ridotta. Per costringere il giocatore all’interno di un edificio e fargli percorrere unicamente un corridoio prestabilito ci si può trovare di fronte ad una serie di porte delle quali solo alcune possono essere aperte, mentre tutte le altre costituiscono solo elementi scenici puri.

Airborne Troops, quarantottore di guerra Airborne Troops, quarantottore di guerra

Tipical Shooter

L’impostazione di gioco è quella tipica degli shooter in terza persona. Il personaggio, visto di spalle può essere controllato mediante joypad (quale periferica migliore per un gioco tipicamente “made for console”) o con la combinazione di tastiera e mouse (carissima ai puristi dello shooter per PC). Mediante l’utilizzo del secondo tasto di sparo si può accedere alle differenti modalità di utilizzo dell’arma, che prevede come standard la mossa di stordimento con il calcio. Passando alla modalità di utilizzo dell’arma da fuoco, invece, comparirà un mirino nel mezzo dello schermo; a seconda dell’arma cambieranno significativamente anche le dimensioni del mirino. A volte però il passaggio da una modalità all’altra, che comporta anche un leggero cambiamento di visuale, rischia di intralciare l’azione sul più bello mettendo in ovvie difficoltà il giocatore, magari proprio nel bel mezzo di un’azione d’assalto.
Non si può certo negare però la discreta qualità delle riproduzioni dei modelli, delle divise e delle armi presenti nel gioco. Tutto è stato riportato con molta cura, compresi gli ambienti tipici dei luoghi nei quali si dipana la storia, ricostruiti mediante approfondite ricerche storiche.

Airborne Troops, quarantottore di guerra Airborne Troops, quarantottore di guerra

Concludendo la prova

Airborne Troops non sarà di certo un titolo rivoluzionario e si accomoda nel bel mezzo del gruppo degli action shooter senza particolari pretese, che comunque possono sempre riservare qualche buona ora di gioco. Oggi giorno persino il PC inizia a vedere sempre più titoli di questo genere, prima confinati alla solo sfera delle console, tuttavia ci si aspetta sempre un po’ di più da questa piattaforma, qualcosa che possa andare possibilmente oltre il classico arcade. Se non volete tenervi aggiornati su questo titolo però non perdete l'occasione, cliccate qui.

Airborne Troops, quarantottore di guerra Airborne Troops, quarantottore di guerra

Uno scenario intramontabile

La Seconda Guerra Mondiale sta vivendo un periodo di inflazione nel settore dei videogames. Da sempre tema caro agli sviluppatori, negli ultimi tempi sta assumendo i toni di una vera e propria ossessione. Nonostante l’ultimo conflitto mondiale abbia segnato una pagina tragica nella storia del genere umano è indubbio quanto, ancora oggi, riesca ad esercitare un fascino incredibile su tutti coloro che sono alla ricerca di uno scenario allo stesso tempo ricco di azione ed intrigante.
Airborne Troops si accoda al gran numero di titoli dedicati al conflitto, proponendo un action rpg dove l’azione pura ed un’impostazione tipicamente arcade la fanno da padrona.
Se la Seconda Guerra Mondiale affascina che si può dire allora di una delle sue fasi cruciali, il D-Day, sempre pronto a regalrci nuove emozioni sia sul grande schermo che nei videogiochi? Per non essere da meno Airborne Troops è ambientato durante le quarantotto ore che hanno preceduto il famoso sbarco alleato sulle coste della Normandia.

TI POTREBBE INTERESSARE