Anteprima Ultimate Spiderman  0

L' Uomo Ragno è pronto a tornare nelle nostre console, il frutto della geniale mente di Michael Bendis porta il nome di Ultimate Spiderman

Il vostro amichevole Uomo Ragno di quartiere

L’universo Ultimate è qualcosa di nuovo, creato per rivitalizzare un ambiente a volte troppo statico e anche per far avvicinare nuovi lettori ad un personaggio come l’Uomo Ragno che si porta dietro un background particolarmente pesante di storie, che potrebbe scoraggiare anche i lettori più caparbi. Bendis non ha fatto altro che ripartire da zero, facendo muovere lo studentello Peter Parker nel 2000 e non più negli anni 50, in modo da, come detto, catturare ancora di più l’attenzione dei giovani lettori di fumetti, aggiornare il personaggio e renderlo così più vicino ai gusti odierni. Detto-fatto Ultimate Spiderman è sicuramente uno dei successi editoriali di questi ultimi anni sia negli Stati Uniti che in Italia, Activision ha quindi deciso di sfruttare il momento portando nelle nostre console proprio quest’ultima incarnazione dell’Uomo Ragno. Il gioco, sceneggiato da Bendis in prima persona e “disegnato” da Bagley, ricalca con assoluta precisione le tavole di un fumetto, con tanto di vignette ed effetti sonori ricreati dai baloon.

Il gioco, sceneggiato da Bendis in prima persona e “disegnato” da Bagley, ricalca con assoluta precisione le tavole di un fumetto

Il vostro amichevole Uomo Ragno di quartiere

Gli sviluppatori hanno inventato una tecnica, chiamata comic inking technology, capace di rendere in tutto e per tutto il fascino dell’inchiostratura e i dettagli di ogni singola inquadratura. Un perfezionamento del cel shading con una cura particolare delle fonti di luce, basta del resto osservare Spidy per accorgersi dell’incredibile livello di dettaglio. Il gameplay è una elaborazione dello stile “aperto”, alla GTA per intenderci, già visto in Spiderman 2, potremo infatti girare per New York liberamente, con salti sui muri e ragnatele tra i palazzi, ed intervenire sulle situazioni che richiedono la nostra attenzione. La novità che è stata introdotta è la possibilità di controllare sia l’Uomo Ragno che Venom, il suo arci-nemico fusosi con Eddie Brock, e il loro continuo alternarsi, un po’ come visto in Halo 2, caratterizza l’intero gioco. Ovviamente ogni personaggio ha i suoi obiettivi e le sue peculiarità: nei panni di Peter dovremo salvare gli innocenti da tutti i pericoli della vita moderna, come auto che perdono il controllo, rapitori e delinquenti di tutte le specie. Sarà molto facile individuare le persone in pericolo, infatti sopra le teste dei newyorkesi sarà presente un indicatore luminoso, quasi un semaforo, capace appunto di indicare i pericoli che stanno correndo: se sarà sul verde non ci sarà bisogno di intervenire, dal giallo al rosso invece non potremo esimerci dal fare un balzo a controllare la situazione. Dalle nostre capacità dipendono infatti le vite di molti innocenti.

Da un grande potere derivano grandi responsabilità

Utilizzando Venom le cose cambieranno radicalmente, non salteremo sui muri né ci dondoleremo su e giu tra i grattacieli ma anzi porteremo avanti il nostro corpulento personaggio che dovrà nutrirsi molto spesso per poter sopravvivere. Nutrirsi di cosa? Di simpatici esseri umani… da paladini della giustizia diventeremo quindi spietati criminali ed in poco tempo avremo sulle nostre tracce mercenari e gli agenti governativi dello S.H.I.E.L.D. di Nick Fury.

La parte grafica è sicuramente l'aspetto che ci ha più colpito del titolo sviluppato dai Treyarch

Da un grande potere derivano grandi responsabilità

La parte grafica è sicuramente l'aspetto che ci ha più colpito del titolo sviluppato dai Treyarch. Non solo la tecnica utilizzata per riprodurre le pagine di un fumetto, ma anche il particolare montaggio, che prevede non la presenza dei canonici filmati di intermezzo ma vere e proprie vignette che intervengono sulla scena, andando a sottolineare un evento o qualcosa di particolarmente importante. La versione da noi provata all'ultimo E3 di Los Angeles metteva in evidenza alcuni seri problemi di regolazione della telecamera, ma gli sviluppatori ci hanno assicurato di riuscire a sistemare il tutto senza troppi problemi. Ottime invece le animazioni dei personaggi come anche il sistema di controllo e non possiamo evitare di menzionare la New York più fumettosa, e accattivante, che si sia mai vista in un videogioco. Non possiamo nascondervi che il prodotto Activision ci ha coinvolto e aspettiamo con ansia la possibilità di testarlo in una versione definitiva.

Fino al 2007 l’Uomo ragno non tornerà sui nostri schermi cinematografici, Activision è consapevole di questo e, per sfruttare comunque un brand forte come quello dell’arrampica muri, ha deciso di prendere due dei migliori autori di fumetti contemporanei, che rispondono al nome di Brian Michael Bendis e Mark Bagley, e il loro più recente prodotto, quell’Ultimate Spiderman che ha avuto un successo inaspettato fin dai suoi primi numeri usciti in U.S.A. nel 1999. Da questo innovativo mix non poteva che nascere un videogioco capace di catturare la nostra attenzione.