Diario del CapitanoBack to reality 

Molte cose da dire, poco spazio da usare.

Le puntate precedenti del Diario del capitano

Se vi siete persi le puntate precedenti del Diario del capitano (oltre 1200 editoriali), ecco le coordinate per rintracciarle:

- successive al 3 maggio 2004
- dal 2000 al 4 aprile 2004

itorno a scrivere in queste pagine dopo un periodo di delirante assenza. Per la cronaca due settimane fa lo spazio è stato ceduto a Gabe Newell, fondatore di Valve Software, per una sua pubblica lettera estratta dal libro "Dietro le quinte" che Multiplayer.it pubblicherà a partire dal prossimo lunedì 6 dicembre (a colori, 296 pagine, rilegatura di pregio). Lo scorso sabato invece sono rimasto ostaggio della vita e di mia figlia, della mia prima e appena nata figlia Sara. Da qui l'omaggio graditissimo di Antonio Fucito & Co. che hanno addirittura regalato a questa nuova cittadina della terra un Diario tutto per lei.
In questi ultimi nove mesi e spiccioli mi sono chiesto ogni santo sabato se questo editoriale fosse idoneo ad ospitare una sorta di "inno alla paternità ritrovata" e ogni volta mi sono risposto che no, non lo era. Perchè, nonostante tutto, ricordo ancora bene "com'ero prima" e le parole "figli" e "paternità" non facevano parte del mio vocabolario. Anzi, sarei rabbrividito a leggerne sulla mia pubblicazione di videogiochi preferiti. Oggi quindi non farà eccezione, sebbene abbia disquisito già troppo sul concetto. Di tanto in tanto, magari dopo qualche notte insonne, l'argomento rifarà capolino tra queste righe, magari per condividere un po' di stress. E probabilmente in futuro vi narrerò delle peripezie videoludiche di mia figlia.
Chiudendo definitivamente qui l'argomento voglio iniziare subito un diario cronologico, un resoconto dei fatti più importanti di questi venti giorni, tanto per essere sicuro che non sia sfuggito nulla.
Per prima cosa Half-Life 2: ne abbiamo parlato, l'abbiamo annunciato e alla fine è uscito. Con tutto il clamore possibile. Matrascia, con le sue doti medianiche, l'aveva in un certo senso previsto, perfino comunicato allo stesso Lombardi nell'intervista (link): i server non avrebbero retto l'Ora X. E così è stato, o quasi. Ma non si è verificato un crash totale, piuttosto per le prime dodici ore c'è stato una sorta di "effetto lotteria". Fortunati e sfortunati. Va anche detto che chi, avendo superato indenne l'installazione, non ha potuto che parlar bene del gioco. Altri invece sono andati incontro alle sorti più disparate. Come quel lettore disperato che essendosi registrato con email fasulla e installato su PC diverso dal suo, non riusciva più a giocare a causa dell'autenticazione.
Sebbene sodalizzi con tutti gli sfortunati di questo mondo, non riesco a condannare Valve, cosciente di quanto capitato a Doom 3 nei giorni precedenti la sua uscita. Probabilmente è stata una scelta difficile, e forse deviata dalla loro percezione del mercato mondiale attraverso quello americano, ma giustificabile.
Sul fronte interno abbiamo fatto delle lievi variazioni al sistema di votazione, consci che tre volte dieci in un mese era forse un po' troppo. Inserire nel resoconto dei fatti salienti il passaggio del sistema numerico dei voti, dai mezzi punti ai decimi di punto, potrebbe sembrare una tempesta in un bicchier d'acqua. Eppure molte volte in questi mesi si è sentito l'esigenza di definire meglio il giudizio di un gioco. C'è chi il mezzo punto lo ritiene sufficientemente dettagliato. Personalmente l'ho ritenuto limitante in diverse occasioni. Per questo abbiamo introdotto il voto in decimi. Alla luce di questa novità non so se i tre giochi in questione, le, diciamo, pietre dello scandalo (Halo 2, Half-Life 2 e GTA: San Andreas) avrebbero preso comunque 10 e ora è tardi per chiederselo. Probabilmente sì, ma magari quell'imperfezione lì, proprio quella, poteva costare quel decimo, o due, di punto. Chissà.
Siamo dunque giunti a dicembre, Natale, il panettone e i regali. Come tradizione insegna, Multiplayer.it sta lavorando allo "Speciale Natale 2004" con il quale vi daremo i nostri consigli per gli acquisti. Lo speciale partirà la prossima settimana e coprirà nell'arco di pochi giorni tutte le piattaforme. Finito lo speciale di Natale, più avanti nel mese, avremo lo "Speciale dei più attesi del 2005": superato questo bimestre, il più florido del quinquennio, cosa ci aspetterà il prossimo anno?

TI POTREBBE INTERESSARE