Ben HurBen Hur 

Salite con noi sulle bighe romane nella più epica delle discipline sportive, quella che ha reso Ben Hur un mito indiscusso nel cuore di molti appassionati: armati di spade ed incantesimi, saremo chiamati a diventare i più forti corridori dell'impero romano. Abbiamo provato il gioco all'E3, venite ad ascoltare le nostre impressioni!

Un gioco epico


Purtroppo l'intelligenza artificiale non è stata ancora sviluppata, e ciò ci è stato confermato anche dal capo programmatore che si è detto dispiaciuti di non poterci mostrare un vero combattimento tra i corridori. Molto particolare il mezzo di trasporto, trainato da dei cavalli che tendono a stancarsi se portati alla massima velocità per troppo tempo: a quel punto è necessario fare una sosta minima.
A conti fatti l'impianto di gioco, senz'altro valido, sembra supportato da una realizzazione tecnica di buon livello e non fatichiamo a dire che, già a questo punto dello sviluppo, il gioco è decisamente meglio del già citato Maximus. Tra l'altro la possibilità di utilizzare sia le armi da taglio che gli incantesimi (che vengono acquisiti vincendo le gare a cui si partecipa), offrono un livello di personalizzazione superiore ai normali racing game che abbiamo potuto vedere in passato. Detto ciò, è facile intuire che il gioco ci abbia positivamente impressionato e nonostante non rientri in quel gruppo di giochi dall'alto budget (anche dal punto di vista del marketing), crediamo sia destinato, se lo sviluppo procede sulla strada giusta e senza intoppi, a lasciare il segno.

Un gioco epico

Racing Game ambientato nell'antica Roma, Ben Hur potrebbe, come vedremo, rappresentare il titolo ideale per tutti coloro che sono rimasti delusi dal promettente Maximus Circus, che in sede di recensione si è rivelato un fiasco sotto tutti i punti di vista. Presentato nella Lineup Microids, il gioco arriverà entro la fine dell'anno nel formato Playstation 2, ed ancora non si sa se verrà convertito per altre console e per PC: durante questi frenetici giorni di Fiera abbiamo avuto l'occasione di provarlo ed approfittiamo per cominciare a raccontarvi le nostre prime impressioni, poichè abbiamo già trattato l'aspetto generale del gioco nella nostra recente anteprima.
Graficamente il gioco, in movimento, appare definito come si può vedere le foto, ed anche se le animazioni (vale la pena ricordare che mancano ancora più di 6 mesi di sviluppo, come minimo) non sono del tutto convincenti, soprattutto quelle relative al personaggio principale del gioco controllato da noi, il paesaggio come le bighe è dettagliato e convincente. Siamo riusciti a lanciare alcuni incantesimi, quelli disponibili in questa versione, e gli effetti di luce ci sono parsi piuttosto definiti; il controllo del corridore è veramente semplice, con i tasti L1 e R1 deputati alla scelta rapida delle armi e delle magie.

TI POTREBBE INTERESSARE