Tutti i titoli della software house tedesca CDV presentati all'ECTS.

War Commander

Tutto ha inizio sulle spiagge di Omaha Beach, dove parte l'invasione della Francia nazista da parte degli alleati. Se su Medal of Honor scenderemo in mezzo al fumo e alle granate, qui avremo modo controllare le truppe dall'alto, e l'accuratezza delle riproduzioni offre una certa attrazione. Del resto la tipologia di gioco è già stata ampiamente sfruttata, ma è interessante se portata durante la Seconda Guerra Mondiale. In particolare in War Commander si può controllare un battaglione americano di di max 40 rangers. La risoluzione massima prevista è di 1280x1024.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Psychotoxic

Ecco, Psychotoxic si riaggancia al discorso fatto in premessa: non è uno strategico e non è un manageriale. E' uno sparatutto in prima persona con un'attenzione molto forte alla storia di fondo. In Psychotoxic ci ritroveremo proiettati nel 2020 dove, udite udite, Tre Cavalieri dell'Apocalisse su Quattro sono già in azione. Morte, violenza e distruzione sono all'ordine del giorno. Voi siete Angie Prophet, un po' angelo e un po' essere umano, con una missione chiara e semplice: salvare la razza umana dalla fine, intercettando e distruggendo il Quarto Cavaliere non ancora giunto e incarnatosi in un certo Aaron Crowley.
Il gioco è fatto da ambientazioni interne, esterne e introspettive (un po' come in Max Payne, quando "giochiamo" gli incubi surreali di Max), in quanto Angie ha la dote di poter entrare nella mente delle altre persone.

Oltre alla grafica tutt'altro che disprezzabile, anche grazie al motore grafico Vulpine Engine, questo gioco è il tentativo più forte della CDV, dopo Project Nomads, di uscire fuori da un genere che rischia di farla prigioniera.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Psychotoxic

7

Project Nomads

Dei tanti titoli presentati da CDV, Project Nomads è stato sotto i riflettori, un po' per l'originale mix di elementi strategici, action e RPG, un po' per la grafica che per molti versi ricorda quella di Homeworld, per questa sua impostazione "fluttuante nell'aria". In P.N. siete un Mago Ingegnere che sviluppa una civiltà situata su isole volanti. Data la situazione, i mezzi più appropriati per muoversi sono biplani, zeppelin e bizzarre macchine volanti, che sembrano uscite in parte dalla fantasia un aviatore degli anni '30. Nel mondo di Project Nomads le regole sono chiare e semplici, sia per costruire, sia per combattere. Il tempo è scandito dall'alternarsi di giorno e notte e da fenomeni atmosferici classici e meno classici (ricordiamoci che c'è di mezzo la magia). Insomma c'è di che mettersi in attesa.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Neocron

Un altro titolo di cui vale la pena parlare prima di terminare questa "rassegna CDV @ ECTS" è Neocron, MMORPG post-nucleare che promette di far giocare migliaia di giocatori in un mondo prima devastato dalla Terza Guerra Mondiale e poi rinato come una società dittatoriale popolata di megaaziende per cui voi, cittadino anonimo, dovrete lavorare, affrontando missioni di ogni genere (dal semplice recapito di pacchi alla costruzione di basi). L'ambiente immaginato dai ragazzi della CDV conterrà ben 150 luoghi diversi, 50 personaggi (giocanti e non giocanti) e centinaia di oggetti diversi.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Tutto il resto

Della CDV si può dire tutto tranne che non ha un parco titoli vasto. Oltre a quelli visti singolarmente, segnalo l'espansione di Cossacks, Imperium Galactica III, Heaven & Hell, Divine Divinity, Breed e Grom.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Tedeschi all'assalto

Bisogna ammettere che in Europa due nazioni si stanno dando molto da fare nell'ambito videogiochi: Francia e Germania (Inghilterra esclusa, dato che eredita molto del parco menti degli Stati Uniti). In Francia con i due big, Infogrames e Ubi Soft. In Germania con le più modeste, ma attive, Blue Byte e CDV. In particolare CDV, a partire da Sudden Strike, è rimasta sotto i riflettori della stampa, azzeccando anche il colpo successivo, Cossacks.
C'è da dire che fino a poco tempo fa, essere fan di CDV significava amare i giochi strategici con la S maiuscola. Oggi però la CDV è diventata una software house orientata a 360 gradi con action, arcade, strategici e avventure. Andiamo dunque a conoscere la sua offerta per l'ECTS 2001.

TI POTREBBE INTERESSARE