Conferenza Square Enix E3 2006  1

Il mostro sacro di Square sta per tornare in tutte le salse: Final Fantasy XIII per PS3, Final Fantasy VII per PSP e DS e molti altri ancora...

FINAL FANTASY

Square Enix ha deciso di continuare a puntare molto forte sul suo brand di maggior successo, Final Fantasy, che entrerà durante il prossimo anno in quasi tutte le console presenti sul mercato. Final Fantasy III per la prima volta verrà localizzato per l’occidente e approderà su DS, mentre gli episodi IV e V della saga vedranno la luce su GBA. Attraverso un filmato mozzafiato in computer grafica, e alcune scene di combattimento tratte dal motore del gioco, é stato dato l’annuncio dell’attesissima uscita in occidente di Final Fantasy XII, alla quale non manca ormai molto, è infatti previsto sul mercato nel mese di ottobre. Il presidente Daishiro Okada ha poi tessuto le lodi di Final Fantasy XI, uscito ormai da quattro anni, ma che continua a mietere successi con le sue espansioni. Il CEO di Square Enix ha poi affermato, ed é impossibile darli torto, come l’undicesimo capitolo della saga fantastica sia l’unico MMORPG, gioco di ruolo online, capace di riunire sotto la stessa bandiera giocatori provenienti da PlayStation 2, Pc e Xbox 360. Un successo davvero globale per il “vecchietto”, qui presentato nella sua prossima evoluzione nominata Treasures of Aht Urghan, che vedr° la luce anche in versione tedesca e francese entro la fine del 2006.

FINAL FANTASY VII

Il gioco di maggior successo di tutta la serie é senza dubbio il settimo capitolo, apparso su PlayStation. Molti appassionati ne vorrebbero una riproposizione, ma almeno per il prossimo anno non dobbiamo aspettarcela. Ciò che invece ci attende Ë lo sfruttamento massiccio del brand legato a questo settimo episodio. Final Fantasy VII Advent Children, spin off cinematografico, é stato million seller in Giappone ed é da poco sbarcato in America. Final Fantasy VII Before Crisis sarà un altro capitolo della saga sviluppato per l’occasione per il mercato dei telefoni cellulari, già uscito in terra nipponica e molto vicino ad uscire su suolo americano. Dirge of Cerberus è di imminente uscita negli U.S.A., il ventidue agosto, con particolari aggiunte studiate per i giocatori statunitensi. Dirge of Cerberus Lost Chapter é invece un capitolo sviluppato appositamente per la telefonia mobile. Per finire é stato oggi annunciato Final Fantasy Crisis Core, per PSP, gioco che sembra essere fondamentale per capire fino in fondo la “fantasia” creata da Square Enix, visto che illustra il passato di Cloud, Zack e Sephirot. Tecnicamente quest’ultimo sembra promettere davvero bene, sfruttando fino in fondo la console portatile di casa Sony.

FINAL FANTASY: CRYSTAL CHRONICLES e DRAGON QUEST

La saga nata nel 2003 per sfruttare al meglio le possibilità di collegamento tra Gamecube e GBA torna con due titoli, che hanno lasciato esterrefatti i presenti alla conferenza. Il primo sviluppato appositamente per Nintendo DS, con il nome di Ring of Fates, a detta degli sviluppatori darà massima soddisfazione sia giocato da solo che con altri tre amici tramite il multiplayer online. Attraverso le capacità wireless della console portatile Nintendo sarà infatti possibile giocare fino a quattro giocatori contemporaneamente. Il single player offrirà al tempo stesso tutte le garanzie di longevità e qualità richieste. Il secondo Crystal Chronicles é nominato Ring of Fates e vedrà la luce esclusivamente su Nintendo Wii. Di questo gioco non é stato mostrato praticamente nulla tranne un piccolo filmato in computer grafica, di certo Square Enix ci é sembrata molto fiduciosa nelle capacità innovative del Wii, tanto da non voler svelare quasi nulla delle modalit‡ di controllo. Di certo crede nella possibilit‡ del Wii di interfacciarsi con gli utenti in modo completamente diverso da quanto fatto fino ad ora. Sempre per quanto riguarda il Wii, il secondo annuncio sconvolgente, ha riguardato l’altra famosissima saga di proprietà di Square Enix, Dragon Quest. Alla conferenza, infatti, con un brevissimo filmato che mostrava un ragazzo scappare nel bosco e difendersi, a suon di fendenti di spada impugnando il controller Nintendo, da una specie di uomo di roccia, é stato annunciato Dragon Quest Swords: The Masked Queen and the Tower of Mirrors. Peccato solo che il filmato visto non mostrasse quasi nulla delle potenzialità del gioco e dell’hardware, ma di sicuro alla conferenza Nintendo ne sapremo di più, visto che questo capitolo di Dragon Quest sarà uno dei giochi di lancio della nuova console Nintendo.

FANTASIA NEXT GENERATION

Tutti aspettavamo le notizie riguardanti il fronte next generation, e abbiamo dovuto aspettare quasi la fine della conferenza per avere qualche informazione, ma ne è valsa la pena! E’ stato presentato il progetto Fabula Nova Crystallis-Final Fantasy XIII. Questo ambiziosissimo progetto prevede lo sviluppo di tre capitoli diversi e paralleli del tredicesimo capitolo della Fantasia. Due vedranno la luce esclusivamente per PlayStation 3 e il terzo sarà dedicato al mobile game, sfruttando i telefoni cellulari di nuova generazione. Il nome Fabula Nova Crystallis fa riferimento, tradotto dal latino, ad un nuovo racconto del cristallo, facendo quindi riferimento a nuove storie, ambientate in mondi diversi, con personaggi diversi. Il primo capitolo presentato è stato quello nominato semplicemente Final Fantasy XIII, affidato al team di sviluppo capeggiato da Motomu Toriyama (già all’opera in Final Fantasy VII, Final Fantasy X e Final Fantasy X-2) per il character design di Tetsuya Nomura (il maestro noto per il design di quasi tutti gli ultimi capitoli). Di Final Fantasy XIII è stato mostrato solamente un eccezionale filmato in computer grafica, che non ha fatto altro che ricordare l’abilità della casa giapponese in questo campo. Dal nostro punto di vista possiamo solo dire che l’ambientazione ci è sembrata molto più “futuristica” del soliti Final Fantasy, comunque si è visto troppo poco per poter dare un giudizio. Yoshinori Kitase, producer del gioco, ha voluto confermare alla platea che questo tredicesimo capitolo sfrutterà il White Engine, un motore di gioco molto complesso che può contare su caratteristiche assolutamente innovatie e che spremerà la PlayStation 3, sia dal punto di vista della gestione della fisica che della potenza nuda e cruda espressa dalla grafica. Il secondo progetto è stato invece nominato Versus, che, sempre traducendo dal latino, farebbe riferimento ad un diverso modo di vivere la storia, ad un sorprendente cambiamento di rotta rispetto ai canonici giochi di ruolo di stampo giapponese. Lo sviluppo è stato completamente affidato a Tetsuya Nomura, agevolato nel compito dal team che ha curato Final Fantasy VII Advent Children e Kingdom Hearts. Da quello che si è potuto vedere, anche in questo caso un filmato, sembra decisamente più incentrato sull’azione che sulle pause riflessive caratteristiche dei jrpg.

MOBILE

Il terzo titolo facente parte del progetto Fabula Nova Crystallis-Final Fantasy XIII, si chiama Final Fantasy Agito XIII. Anche in questo caso il riferimento latino è chiaro, quel “mettere in movimento” è sicuramente il tema portante di questo nuovo capitolo della saga, che per l’occasione uscirà sui nuovi telefoni cellurari. Agito sfrutterà le reti per telefoni cellulari, sfruttando un sistema di combat system dedicato ad hoc, consentendo inoltre partite multiplayer contro l’intelligenza artificiale. Che Square Enix credesse molto al gioco su telefoni cellulari lo si era già capito nel corso della conferenza, durante la quale sono stati presentati in ordine: Final Fantasy, rifacimento del gioco uscito nel 1987, Braveshot 2, Megatouch Mobile Arcade ed un futuro gioco musicale. Data la recente acquisizione di Taito, presto usciranno sul mercato sempre sotto etichetta Square Enix anche 3D Space Invaders, Chase H.Q. 3D ed Elevator Action 3D. Solo per il mercato giapponese è poi stato presentato Pokemate, un nuovo sistema di comunicazione pensato per adulti e bambini. Ricordiamo infine gli annunci, ben più rilevanti, di Final Fantasy VII Dirge of Cerberus Lost Chapter e di Seiken Densetsu: Final Fantasy Adventure, il primo capitolo, che torna a fare capolino, a colori, sui telefoni cellulari.

MANA, VALKYRIE PROFILE e ROCKET SLIME

Per concludere il resoconto sulla conferenza Square Enix dobbiamo solo ricordarvi che sono stati presentati due nuovi capitoli della serie di Valkyrie Profile: Lenneth, in uscita per PSP, e Silmeria, previsto per PlayStation 2. Il primo non è altro che il rifacimento del classico uscito nel 2000 su PlayStation, con l’aggiunta di nuove cutscene in Computer Grafica. Silmeria Ë invece un titolo completamente nuovo, che si svolge un centinaio d’anni prima del Lenneth, del quale sono state mostrate alcune sequenze in game che hanno dimostrato l’efficacia del nuovo Advance Tactical Combat System. Due nuovi titoli della saga del Mana sono stati annunciati, uno per Nintendo DS chiamato Children of Mana, un vero e proprio gioco nuovo, giocabile anche in multiplayer fino a quattro giocatori. Il capitolo previsto per PlayStation 2 è invece un vero e proprio sequel della serie, che spiegherà le origini dell’albero del Mana. L’ultimo gioco è di sicuro quello più curioso e che più si è fatto notare tra quelli presentati, se non altro per la sua originalità: Dragon Quest Rocket Slime. Previsto per il portatile Nintendo, e simile per molti aspetti ad un Advance Wars molto scanzonato. Guideremo il grazioso Slime nell’avventura per liberare i suoi amici, imprigionati da una misteriosa organizzazione chiamata “the Plob”. La strategia sarà fondamentale per portare a termine il nostro intento.

Il colosso giapponese ha inaugurato le pre-conferenze dell’E3 losangelino duemilasei e lo si può ammettere senza timore di smentita, lo ha fatto con il botto. Molti i giochi annunciati, sia per le console portatili che per le console casalinghe, senza tralasciare il mondo “mobile”, che ormai sembra aver catturato con decisione l’attenzione di Square Enix. Quello che tutti noi aspettavamo, comunque, erano gli annunci riguardanti le console di nuova generazione, in primis PlayStation 3 poi Xbox 360 e Nintendo Wii; a sorpresa e con una presentazione creata ad arte non Ë stato annunciato nessun gioco per la console Microsoft, ottimo invece il supporto per Sony e Nintendo. Un duro colpo per i possessori della console di Redmond, ma andiamo con ordine e passiamo ad illustrarvi cosa é stato presentato.