Diario del CapitanoCortana, che pezzo di..! 

Il vero segreto di Halo 3 non è Master Chief, come dicono tutti, ma Cortana.

Cortana, che pezzo di..! Cortana, la compagna digitale di Master Chief Mi sono impegnato di cuore per finire Halo 3, giocando più di quanto il mio modestissimo tempo libero mi conceda normalmente. A fare le cose di corsa non si ottiene mai niente di buono. Però ci tenevo a scrivere un editoriale su Halo 3 prima che fosse troppo tardi. Essendo poi io, come mi ha definito un mio fan latente - lo è ma ancora non lo sa -, un "pcista ascendente boxaro convinto", non ci sarebbe gioco migliore per affermare ancora una volta il mio profilo astrologico.
Halo 3 dicevo. Halo è giusto che si fermi qui, almeno per il momento, così com'è giusto che i Bungie abbiano divorziato da Microsoft. E non perchè Halo 3 sia fatto male, non perchè ti manda un po' troppo spesso avanti e indietro per i livelli carichi di Covenant prima e carichi di Flood poi, ma perchè l'essenza vitale, lo spirito, il karma (chiamatelo come volete) ha lasciato quei pianeti già da un po' di tempo. La scintilla si è affievolita. Il gioco, per carità di Dio, è ben fatto, curato, privo di difetti evidenti. La grafica è appagante, la durata è giusta, grande la colonna sonora. Però.. gli manca il kwan, come diceva Cuba Gooding Jr in Jerry Maguire. E' probabilmente la storia che è arrivata al capolinea, e la guerra tra Covenant, Flood e razza umana (in cui buoni e cattivi si alternano senza una logica condivisibile) ha dato quello che c'era da dare. Con questo non voglio dire che non sia divertente, anzi. Però quando arrivi in fondo e corri contro il tempo sul Warthog in un mondo che va a pezzi e nemici che ti sparano, provi un così forte senso di deja-vù che è inevitabile pensare: possibile che non sia cambiato nulla in sei anni?
Sarò impazzito a non osannare il gioco che ha battuto ogni precedente record di vendita in ogni settore dell'intrattenimento incassando 150 milioni di dollari in sole ventiquattrore? Avrò bevuto a evidenziarne i difetti dopo che ha preso il massimo dei voti sulla stampa specializzata internazionale, anche quella normalmente più morigerata nei giudizi?

MetaCritic 94/100
GameSpy 5/5
1UP.com 10/10
Edge 10/10
Eurogamer 10/10
Official Xbox Magazine 10/10
Game Informer 9.75/10
GameSpot 9.5/10
IGN 9.5/10
Multiplayer.it 9.5/10
Famitsu 37/40


Probabilmente sì.

Halo 3 è il massimo che si potesse fare senza cambiare nulla. E' vero che è stata aggiunta un'eccellente modalità cooperativa, un ottimo sistema punti e reward e un impressionante sistema di replay video delle partite. Ma più elenco queste funzioni extra e più penso che la cosa importante debba essere il gameplay (inteso nell'accezione più ampia: storia, modalità di gioco, controllo, interazione) e la continua necessità di innovarlo anno dopo anno. E in questo Bungie ha fatto un omissis. Ci sono tuttavia due cose nel singleplayer che rimangono memorabili: le spettacolari scene preconfezionate che intervallano in modo piuttosto frequente il gioco e Cortana, la compagna digitale di Master Chief, che a Bungie è riuscita particolarmente azzeccata. Per il momento la trilogia finisce così, ma non il mondo di Halo. Già aspettiamo Halo Wars, altro verrà annunciato. Difficilmente dalle parti di Redmond rinunceranno a questa eccellente cash cow (così rare di questi tempi!), con o senza Bungie.

TI POTREBBE INTERESSARE