Crackdown - Anteprima  0

Il creatore di GTA si è buttato a capofitto in un nuovo progetto, prodotto direttamente da Microsoft, col quale proverà a stupire un pubblico ormai smaliziato. Vi anticipiamo solo due cose: GTA e Superpoteri, seguiteci nella nostra anteprima di Crackdown per saperne di più.

GTA coi Superpoteri

Crackdown è sicuramente figlio di GTA, non c’è alcun dubbio in merito e basta dedicargli una veloce occhiata per rendersene conto. Ma non aspettatevi un clone del capolavoro di Rockstar, le differenze ci sono e sono moltissime. Giocheremo nei panni di un poliziotto che grazie ad alcuni strani esperimenti ha ottenuto dei poteri molto particolari, quasi da super eroe. Il nostro compito sarà quello di ripulire letteralmente la città, che è infestata dal crimine. Ventuno boss, infatti, si spartiscono le attività economiche e le loro gang infestano ogni angolo della metropoli. Dopo un breve caricamento, che è anche l’unico presente nell’intero gioco, verremo catapultati in città per iniziare così la nostra missione. Non avremo ordini precisi, potremo muoverci in assoluta libertà, il free roaming è stato portato davvero ai massimi livelli dagli sviluppatori ed in più la città, per la prima volta in un gioco del genere, non si estende solo sul piano orizzontale, ma lo fa anche in verticale e anzi i piani alti degli edifici ricopriranno un ruolo fondamentale nel gioco, e spesso ci troveremo ad esplorarli, scalandone le pareti, fino ad arrivare ai tetti.

Il free roaming è stato portato davvero ai massimi livelli dagli sviluppatori

GTA coi Superpoteri

Ogni innovazione è stata scelta con cura da quella “vecchia volpe” di David Jones, perché dare la possibilità ai giocatori di salire sui tetti e di esplorare la città anche verso l’alto? La risposta più ovvia è data proprio dai super poteri di cui parlavamo prima, il nostro poliziotto, infatti, potrà nel corso del gioco, sfruttando una sorta di “gravità alleggerita”, effettuare salti incredibili della durata effettiva di quattro o cinque secondi un po’ come già visto nel film Matrix. All’inizio i nostri salti non saranno molto lunghi e comunque toccheremo il suolo senza farci alcun danno, ma in seguito le nostre abilità aumenteranno e di conseguenza i nostri voli da un tetto all’altro. Le capacità del nostro personaggio sono state schematicamente divise in cinque tipologie: forza, velocità, doti atletiche generali, capacità di guida e utilizzo delle armi da fuoco. A seconda di come ci comporteremo durante il gioco aumenteremo il livello delle rispettive abilità, e queste andranno anche ad influire sul nostro aspetto fisico come già visto nell’ultimo GTA. Una volta diventati molto forti, ad esempio potremo sollevare qualsiasi oggetto presente sullo schermo (sì anche le auto!) e scagliarle contro i nemici per un attacco devastante. Aumentando le nostre capacità atletiche non solo faremo salti più alti e lunghi ma scaleremo con facilità le facciate degli edifici, come dei provetti Spiderman. Se uccideremo i membri della gang con le armi da fuoco, in breve tempo diventeremo dei veri e propri tiratori scelti e così anche per quanto riguarda la nostra abilità di guida, ma in questo caso è meglio soffermarci un po’ e spiegarvi cosa abbiamo visto con i nostri occhi. Poniamo il caso di essere riusciti a sviluppare la nostra capacità di guida al quarto livello dei cinque disponibili, una volta entrati in possesso di una delle auto particolari, fornite dall’Agenzia che ci ha dato i super poteri, succederà una cosa incredibile, l’auto si adeguerà al nostro livello trasformandosi fisicamente. A livello quattro, l’auto davanti ai nostri occhi ha cambiato forma e da normalissima utilitaria si è trasformata in un super bolide da competizione, e una volta abbandonato il mezzo questo ha ripreso la sua forma originaria. Da vedere fa una certa impressione.

Superpiedi quasi piatti

Sarà possibile interagire con ogni elemento della città, dai veicoli, alle persone, agli oggetti presenti nelle strade. Molti oggetti esploderanno e si romperanno in pezzi che potremo poi usare come armi o come scudi, un esempio banale è quello di poter staccare una portiera di automobile per usarla proprio come scudo, contro i colpi dei nostri nemici. La città stessa è ricreata come un unico blocco e non è mai “spezzata” da alcun caricamento, in modo da rendere molto più immersiva la nostra missione di caccia al crimine. Come già anticipato potremo agire in maniera totalmente libera, scegliendo a nostro piacimento quale dei ventuno boss iniziare a perseguire. Questa scelta influirà sull’intero gioco visto che ogni capo-gang ha il monopolio su un determinato articolo come le armi o le auto e quindi una volta sconfitto di conseguenza si modificheranno gli armamenti e i veicoli delle altre bande di criminali. Tecnicamente il gioco ci ha fatto una buona impressione e pur essendo previsto solo per la fine del 2006 si potevano già intravedere le capacità del buon motore grafico costruito dai Real Time Worlds. Siamo rimasti soprattutto impressionati dall’alto livello di dettaglio e dal profondo orizzonte visivo, sospendiamo invece il giudizio per quanto riguarda il taglio da “graphic novel” che sembra permeare tutto il gioco, aspettiamo di vederlo in una versione più avanzata. Ottimo invece ci è sembrato il sistema di controllo che dedica lo stick analogico di sinistra al movimento, il destro per regolare la telecamera e grazie ai grilletti dorsali potremo interagire con tutti gli oggetti e sfruttare il sistema di lock-on sui bersagli.

Per la prima volta offline ed online saranno la stessa cosa

Superpiedi quasi piatti

Abbiamo lasciato per ultimo l’aspetto che forse è il più innovativo di tutto il gioco, per la prima volta offline ed online saranno la stessa cosa. Sarà infatti possibile completare le missioni da solo oppure chiedendo l’aiuto di un amico via Xbox live, il cooperative sarà quindi parte integrante del gioco e servirà ad avanzare nello stesso, una possibilità incredibile che speriamo venga curata fin nei dettagli per garantire un’esperienza di gioco innovativa ed appagante. A questo punto non ci resta che attendere, sicuramente al prossimo E3 ne sapremo di più e capiremo, una volta per tutte, se David Jones ha nuovamente fatto centro.

Allo scorso X05 di Amsterdam abbiamo avuto il privilegio di vedere a porte chiuse l’ultimo prodotto di David Jones, creatore di Lemmings e Grand Theft Auto, ora a capo del nuovo team di sviluppo Real Time Worlds. Se volete scoprire quale sarà il prossimo futuro dei giochi basati sul free roaming allora seguiteci nella nostra anteprima di Crackdown, in esclusiva solo per Xbox 360.