Crash Bandicoot: L'Ira di CortexCrash Bandicoot: The Wrath of Cortex 

Dopo il discreto successo ottenuto su PS2, Crash Bandicoot: The Wrath of Cortex approda su XBox con l'intento di apportare qualche miglioria significativa sfruttando le fantastiche potenzialità della console di casa Microsoft. Giovanni Rizzo ci spiega nella sua anteprima pregi e difetti di questo adventure game di prossima uscita per XBox.

Crash Bandicoot: The Wrath of Cortex Crash Bandicoot: The Wrath of Cortex

Wuldega

Crash Bandicoot: The Wrath of Cortex è l' edizione rivista e corretta dell' omonimo gioco per PS2. E qui scopriamo subito le due facce della medaglia: da un lato il gioco era già piuttosto solido, semplice ed immediato; dall' altro certo graficamente non era il massimo nemmeno per PS2, e dunque per il mostro nero di microsoft ci saremmo aspettati qualche chicca in più di qualche effetto di riflessione, di qualche gioco di luci e del pellicciotto di Crash per la prima volta in bell' evidenza ( sebbene questo dia molto "spessore" al personaggio ). Comunque dai filmati visionati il tutto si muove con un' ottima fluidità e le animazioni sono piuttosto convincenti. Probabilmente, grazie all' hard disk di x-box, scompariranno i fastidiosi e lunghi caricamenti tra un livello e l' altro. Il gioco non si discosta molto dai collaudati binari della serie, proponendo un mondo in "finto 3d" ( potrete muovervi in ogni direzione e i modelli sono in vero 3d, ma il percorso è già stabilito ) nel quale il nostro Crash nuoterà, salterà, volerà con il jet-pack e guiderà carrelli da miniera affrontando dettagliatissimi boss di fine livello che non aspettano altro che ridurlo a brandelli ! Nelle sue avventure poi, Crash sarà accompagnato dalla sorellina Coco che darà un poco di varietà all' azione.

Crash Bandicoot: The Wrath of Cortex Crash Bandicoot: The Wrath of Cortex

Concludendo

A breve ( il gioco dovrebbe uscire il 22 Aprile ) scopriremo insieme se in questi scampoli di tempo i Traveller's Tale ( il team che stà curando lo sviluppo del gioco ) sapranno spremere maggiormente le capacità di X-Box o se invece Crash sarà soltanto uno dei pur pochi platform presenti per la nostra console.

Crash Bandicoot: The Wrath of Cortex Crash Bandicoot: The Wrath of Cortex

The Beginning

Il mio primo incontro con Crash Bandicoot avvenne nel 1996 quando fece la sua prima apparizzione sulla playstation di Sony con la speranza di diventare l'arternativa carismatica al porcospino blu di Sega ed all' idraulico di Nintendo. Le cose non andarono proprio così, ma il gioco si dimostrò un solido platform vecchio stampo, con una buona giocabilità e grafica più che discreta. Al primo episodio ne seguirono altri cinque che hanno venduto circa venticinque milioni di copie in tutto il mondo, dimostrando la validità della serie. Ora il nostro peramele si prepara a sbarcare su X-Box !

TI POTREBBE INTERESSARE