Diario del Capitano  0

Diario del Capitano

Ogni tanto, specialmente quando lavoro e passione si mischiano, nascono curiose discussioni accademiche su argomenti apparentemente di poco interese. Ma in fondo il "fare accademia" è il miglior mezzo di aggregazione e di confronto, soprattutto quando tutti gli argomenti più grandi sono già stati abbondantemente eviscerati.
Giusto ieri si parlava fra colleghi di un titolo (il cui nome è irrilevante in questa sede), e sul fatto che offrisse spunti per parlarne in modi diversi, a seconda del punto di vista. Queste discussioni sono sempre mosse da curiosità, e prima ancora di aver finito i nostri argomenti, ci siamo ritrovati a consultare i siti di qualche collega americano per verificare il loro punto di vista. Quello che immaginavamo era di trovarci davanti a un ventaglio di opinioni differenti, similmente a quanto è accaduto all'interno della redazione.
Invece: sorpresa. La grande maggioranza dei colleghi di oltreoceano idenitificava il titolo con gli stessi pregi e difetti, dallo stesso punto di vista e con analoghe riflessioni sulle diverse caratteristiche. Comprensibile differenza culturale? Maggiore uniformazione del background culturale? Semplice coincidenza? Niente di tutto questo. Un rapidissimo confronto sulle date di pubblicazione ha fatto luce sulla situazione: La prima recensione apparsa su un importante sito estero è datata almeno un paio di giorni prima di tutte le altre. Può trattarsi di una coincidenza, ma La cosa mi ha portato a una riflessione: questo atteggiamento è portato dalla cronica mancanza di idee o dal semplice 'chi stiscia non inciampa'? Certo è molto più semplice lasciare che un 'grosso' si esponga e poi seguire la scia, che non vivere di idee proprie e prendersi le responsabilità del caso. E ancora, non è in fondo un dare alle persone quello che si aspettano, un temere di rompere un fastidioso circolo in cui di fatto il mondo ha già giudicato un gioco prima che questo arrivi sugli scaffali?
Non voglio rispondere direttamente a questa domanda quasi retorica, ma la lascio ai nostri lettori come spunto di riflessione.

Massimiliano Monti, responsabile editoriale area PC.

- Commenta questo Diario sul nostro Forum! -