Diario del CapitanoDiario del capitano 

Diario del capitano

Rune è un gran bel gioco. Ha resistito solo poche ore non installato sopra la mia scrivania.
L'attesa è stata premiata. Fin dalla presentazione della GoD a Milano (tenutasi ai primi di luglio) si era intravisto un gioco dalle grandi possibilità: adesso ne ho avuto la conferma. Il taglio molto cinematografico, le ambientazioni nordiche perfettamente ricreate, la grande varietà di armi e di personaggi, ne hanno decretato l'immediato, ottimo, feeling.
Consideriamo anche l'ottimo lavoro della Human Head che è riuscita ad allegerire il motore di Unreal Tournament (utilizzato in Rune) al punto che il gioco richiede solo pochi secondi di caricamento.
Ragnar, il protagonista, fa divertire non solo nel singleplay (in cui mi sono cimentato ieri sera per una buona mezzora), ma anche nel multiplay (sebbene per questa modalità siano disponibili non molte mappe). Tra qualche ora tornerò sull'argomento con uno speciale fotografico e qualche impressione in più.