Diario del CapitanoDiario del capitano 

Diario del capitano

Quante cose di cui parlare oggi.
Prima di tutto facciamo un inno al sabato, che quando arriva è sempre gradito, anche se mi ha tirato giù dal letto una scossa di terremoto che mi ha rimandato dritto dritto ai ricordi del 1997. Tanto rumore per nulla questa volta, anche se si è aggiudicata un "quinto grado della scala Mercalli".
Secondo, parliamo di questa intro in flash che vi accompagnerà per tutta la giornata di oggi. Idea simpatica nevvero? L'ispirazione ci è venuta così, dal nulla e con un po' di lavoro qua e un po' là, abbiamo prodotto questa "cosa". Chi ci segue da due anni a questa parte sa che su Multiplayer.it non abbiamo mai fatto uso di Flash, perchè, per quanto simpatico plug-in, non tutti lo hanno installato, e quindi non tutti potrebbero godere dei relativi risultati. Alla fine del 2000 anche noi siamo caduti nella tentazione perchè senza dubbio rappresenta uno strumento di sviluppo grafico per il web notevolissimo. Pucci's Angels ne è un esempio e spero che abbiate apprezzato. Domani scomparirà, e se sarà richiesto rimarrà un link in home page per continuare a vederlo.

Terzo argomento del giorno, la morte di 3DFx. Commentavo stanotte con Quakeman la cosa, valutandone tutte le conseguenze. Innanzitutto decretiamo definitivamente la vittoria di Nvidia, che nata all'ombra delle Voodoo, è riuscita brillantemente a superarle, realizzando il massimo della rivincita: l'acquisizione dell'ex maggiore concorrente. Ma oltre ad essere un successo imprenditoriale, può configurarsi come un successo per il pubblico? Io e Quakeman siamo arrivati a risponderci: no. La fine della concorrenza, ha, da sempre, decretato un abbassamento degli standard. Vi ricordate i prezzi della Intel quando non esisteva la AMD? Inoltre, nella mia memoria, da sempre 3DFx è stata sinonimo di accelerazione grafica, e vederla finire smontata in pezzi, come se fossimo in un film di fantafinanza, non mi ha fatto certo piacere. Se pensate poi dello stretto legame tra Nvidia e Microsoft via XBox, non viene certo da sorridere. Ma quali sono stati gli errori di 3DFx per finire in questo modo? Non sono certo il tecnico in grado di giudicare le prestazione di un chipset rispetto ad un altro. Quello che posso con certezza valutare è che il successo iniziale della società (ceduta per "soli" 112 milioni di dollari) ha frenato la sua capacità di innovazione lasciando spazio alla concorrenza (vedi Nvidia). Inno funebre alla 3DFx, gloria alla Nvidia e incrocio di dita per noi consumatori.

Quarto e ultimo argomento di questo lunghissimo diario sabatino, è il test di Serious Sam che ho avuto modo di provare pochi minuti fa (prova conclusa rapidamente dopo alcuni crash). Ragazzi, mi sono sentito sparato direttamente a Duke Nukem! Una sensazione non più provata da anni! In questi tempi di scarse idee, un deciso ritorno al passato è quel che ci vuole. Senza pretese: puro "ammazza tutti". Da provare.