Diario del CapitanoDiario del Capitano 

Diario del Capitano

Leggevo ieri un interessante articolo sulla possibile sponsorizzazione dei videogiochi. Prima di arrivare al dunque, vorrei fare un passo indietro. James Bond nel suo ultimo film guidava una BMW Z8, in Armageddon, il responsabile della NASA telefonava con un cellulare Nokia e in Cast Away l'intero film è basato su una tragedia accaduta ad un dipendende FedEx (famoso corriere americano). Insomma uno dei prodotti per l'intrattenimento più gettonati insieme al videogioco, il film, è sponsorizzato dalla testa ai piedi, senza che nessuno si lamenti. Poniamo che una serie di sponsorizzazioni ad un videogioco riescano ad abbatterne i costi di produzione e a portarne il costo cadauno al prezzo di una videocassetta o un DVD, non sarebbe meglio? Certo, non tutti i giochi sarebbero idonei ad essere sponsorizzati. Ma se giocando a Quake 3, girando un angolo vi ritrovaste un pannello pubblicitario della Nike? E ancora, se giocando a Black & White il vostro personaggio si mettesse a sorseggiare un Nescafè? Insomma, come prospettiva si annuncia piuttosto curiosa, come sarei curioso io ad osservare le reazioni dei videogiocatori.