Diario del CapitanoDiario del capitano 

Diario del capitano

Ieri pomeriggio, andando verso l'aeroporto di Fiumicino, con due ore di anticipo, ho pensato di addentrarmi un po' verso il centro di Roma. Erano circa le 17. Ignoravo... anche se qualche flash di quello che sarebbe successo nell'arco di sette-otto minuti ho cominciato ad averlo vedendo bandiere giallorosse in ogni finestra, portone o pertugio. Arrivato a duecento metri dal parco dell'Eur, il boato intorno. Ho gustato, da spettatore disinteressato, la follia collettiva scatenarsi dopo la vittoria della Roma. Ero al telefono quando una Fiat Uno, targata Roma ovviamente, mi si è affiancata e una tifosa (non un tifoso, badate) è uscita fuori con mezzo busto dal finestrino e con la sciarpa in mano mi ha urlato in faccia "Forza Roma!", con talmente tanta foga che credevo di averla in macchina con me. Ecco, questo è durato per tutto il tempo che ho passato a Roma prima di andare all'aeroporto e tornare indietro, evitando accuratamente il centro.

Questo succedeva ieri, domenica. L'altro ieri invece, sabato, sono iniziati e conclusi i festeggiamenti per la nuova sede. Voglio ringraziare pubblicamente gli intervenuti, esprimendo dispiacere per gli assenti. Per chiudere degnamente il capitolo "Inaugurazione" voglio proporvi questo link dove ho raccolto, parzialmente, alcune immagini dell'incontro.

TI POTREBBE INTERESSARE