Diario del CapitanoDiario del capitano 

Diario del capitano

Ieri rispondevo ad un'intervista per una rivista cartacea sulle prospettive dei videogiochi e del multiplayer per questo 2002. Dopo aver risposto a tutte le domande, mi sono reso conto di non essere stato così "ottimista" sul futuro del pc nei videogiochi, e di conseguenza ad una correzione di rotta in merito ai giochi in rete, che dovranno riadattarsi alle nuove periferiche di gioco. Personalmente prima di trarre definitivamente queste conclusioni, aspetterò l'E3 di Los Angeles (in programma a fine maggio) dove risulteranno evidenti le reali intenzioni delle software house, già ampiamente anticipate nelle release list di inizio anno. Il 2002 è l'anno delle console. Mi dispiace ammetterlo ma Xbox è stata determinante per l'ago della bilancia.
Temo che noi amanti del pc rimarremo un po' come una razza protetta, che godrà si degli ultimi ritrovati della tecnologia in quanto a grafica e intelligenza artificiale, ma con una possibilità di scelta sempre più bassa e sostenendo dei costi di aggiornamento tecnologico non indifferenti.

TI POTREBBE INTERESSARE