Diario del capitano  0

Diario del capitano

Tre settimane circa e per Multiplayer.it scatterà l'ora X. Un nuovo inizio, un cambiamento radicale sotto ogni punto di vista. Editoriale, strutturale, grafico, organizzativo. Probabilmente, anzi, sicuramente, mai prima di ora avevamo intrapreso scelte così forti e innovative. La creatura, nata nel lontano febbraio del 1999, alla veneranda età di quattro anni, è pronta per la sua mutazione più importante. Amici miei, in tutto questo tempo sono cambiate tante cose. Sono cambiate le piattaforme, i videogiocatori, le aziende, noi, voi. Il "vecchio" Multiplayer, così come lo vedete ancora adesso, non era pronto a questa realtà. Quando è iniziato tutto, ancora nemmeno era uscita la PlayStation 2, le console erano strumenti per bambini troppo cresciuti, il Pc era il vero strumento da gioco maschio. Internet era il paese dei balocchi e l'editoria online una bengodi con fiumi di latte, oro e miele. Invece la verità è stata ben diversa, ed è sotto i nostri occhi.
Le console hanno preso il sopravvento come strumento da gioco diffuso (dai, con una botta all'orgoglio, ammettiamolo), Internet è decadute tra le comuni attività economiche tra pregi e difetti, fare editoria online non è né più né meno difficile che farla su carta o televisione. Ma a differenza di queste, noi ci siamo inventati da zero, creandoci un metodo di lavoro laddove non esisteva, creandoci regole, comportamento e identità (gli americani direbbero know how). Nessuno ci ha dato un libro con su scritta la via del successo.
Tutte queste riflessioni sono sfociate in un lungo periodo di valutazioni iniziato la scorsa primavera, culminato con l'ingresso di Alternative-Reality nel nostro gruppo editoriale e continuato poi con settimane di intensi lavori "sotterranei" per preparare il Multiplayer Network al 2003.
Malignità, pensieri negativi, pessimismi. Quante ne abbiamo passate. Anche se non è ancora finita, mai prima di ora ci sentiamo vicino alla meta. Ma quale sarà poi questa meta? Parlando con un amico che lavora in Microsoft, descrivevo qualche giorno fa questa visione che stiamo inseguendo. Una grande testata online, con una comunità di utenti appassionati e fedeli, che dice le cose come stanno e non come vogliono le aziende. Non formalmente, ma veramente, profondamente. E per fare questo (no, non mi sento di aver ancora raggiunto questo obiettivo) è necessario fare i passi che stiamo per fare.
Il Multiplayer Network ha le sue responsabilità. Nei confronti di chi ci lavora, che ha abbandonato un posto sicuro, la famiglia, la sua terra per darsi anima e corpo. E non può sentirsi né svilito né paragonato a nessun'altra realtà esistente. Nei confronti dei suoi utenti che si aspettano dei servizi non solo buoni, ma eccellenti. Nei confronti dei clienti, che devono avere sempre un prodotto impeccabile.
E infine, dopo aver detto quello che sento dentro, condividete qualche caratteristica di questa nuova realtà che andrete a conoscere: grafica nuova, fresca, sistema di registrazione con aree esclusive, download veloci e disponibili, riorganizzazione dei contenuti per gioco (2000 giochi trattati, amici!), un'home page forte, grande, unica. Difficile dire tutto. Sarebbe meglio provare.
Per Natale, abbiamo un grande regalo.