Dragon's Lair 3d  0

Avete sempre sognato di salvare una bella principessa dalle grinfie di un malvagio drago? Allora Dragon’s Lair 3d è il titolo che fa per voi. Immergetevi nella nostra cartonesca preview per conoscere tutti i particolari!

Only the brave!!!

La storia non è cambiata nel tempo e il nostro coraggioso Dirk the Daring dovrà andare in soccorso della dolce principessa Daphne, rapita dal drago Singe e rinchiusa nel castello del perfido mago Mordoc. Dirk, guidato da un amuleto magico, dovrà affrontare mille pericoli e infinite sfide per raggiungere la sua bella. Il nostro eroe non si fermerà davanti a nessun ostacolo e dovrà esplorare le oltre duecento stanze dell’antico maniero e le quarantatrè aree create dagli sviluppatori. Il nostro cavaliere si muoverà, per la prima volta, in un contesto interamente tridimensionale e potrà compiere quasi ogni tipo di azione, come ad esempio saltare oltre pozzi infuocati, arrampicarsi su varie funi e, ovviamente, menare fendenti contro i nemici che gli ostacoleranno la strada. Il gioco è un mix ben riuscito tra la risoluzione di enigmi e combattimenti. Questi ultimi sfrutteranno un semplice e ben realizzato sistema di controllo, che permetterà di utilizzare la spada o l’arco, lasciando al giocatore la scelta tra un violento scontro corpo a corpo o un meno cruento, ma pur sempre efficace, colpo da cecchino. Con la leva analogica di sinistra muoveremo Dirk e con quella destra regoleremo l’angolo della telecamera. Il pulsante X servirà per attaccare e per interagire con gli oggetti circostanti, A ci permetterà di saltare, B per parare gli attacchi e ad Y è riservato il compito di auto lock-on dei nemici. I pulsanti bianco e nero ci permetteranno di passare velocemente dalla spada all’arco e grazie al D-pad potremo scegliere le frecce da scagliare e le essenze magiche da utilizzare. Con l’uso di queste essenze Dirk acquisirà capacità magiche: col Dragon’s Eye potrà vedere attraverso i muri, col Dragon’s Scale sarà protetto dal fuoco per un limitato periodo di tempo, grazie al Dragon’s Wing Dirk potrà volare per un breve tratto e per finire con il Dragon’s Spirit aumenterà l’energia del nostro eroe. Progredendo nel gioco inoltre le abilità di Dirk miglioreranno, permettendogli di eseguire nuove mosse speciali che renderanno molto più efficaci i suoi attacchi.

Il problema dei draghi? L’alito pesante!

Il titolo Ubi Soft si presenta decisamente bene per quanto riguarda la grafica. L’utilizzo del cell shading ricrea benissimo l’effetto da cartone animato che è da sempre la caratteristica fondamentale della serie. Il passaggio alle tre dimensioni non è stato traumatico e, salvo qualche incertezza, la telecamera fa bene il suo dovere. Dirk è sempre fluido nei movimenti potendo sfruttare la bellezza di 150 diverse animazioni e anche i nemici, pur non potendo ovviamente vantare lo stesso numero di frames di animazione, godono di una spiccata caratterizzazione. Le texture, dalle tonalità chiare, ben si adattano allo stile comics della serie. È inoltre importante ricordare che Dragon’s Lair 3d è il primo titolo Xbox a supportare le televisioni ad alta definizione, diffusi negli Stati Uniti e purtroppo praticamente inesistenti qui da noi. La colonna sonora è ben realizzata, a volte di stampo “cartonesco”, esplicito il riferimento alla serie animata, e altre volte invece più classicheggianti, e il tutto è arricchito da notevoli effetti sonori: le espressioni dubbiose, gli urli e gli sbuffi di fatica di Dirk, ma anche tutte le caratteristiche grida di rabbia dei nemici.
Dragon’s Lair 3d si presenta quindi come un buon titolo, divertente e tecnicamente ben realizzato, che tutti gli appassionati della saga non possono non tenere in considerazione per un eventuale acquisto. Non ci resta che aspettare il mese di aprile per aiutare Dirk a salvare la bella Daphne.

Circa alla metà degli anni ottanta apparve in sala giochi Dragon’s Lair, il primo gioco a sfruttare i laser disc, antenati dei nostri DVD, ed ebbe subito molto, moltissimo, successo. L’idea degli sviluppatori di allora fu semplice, ma geniale al tempo stesso. Lo scopo del gioco era guidare il goffo ma intrepido cavaliere Dirk alla ricerca della principessa Daphne, spostando il joystick e premendo l'unico pulsante al momento opportuno. Il successo fu veramente notevole, tanto che venne creato un cartone animato oltre ad innumerevoli gadgets e in seguito il titolo venne, addirittura, esposto alla Smithsonian Institution, insieme a Pac Man e Pong. Ovviamente si cercò di sfruttare la popolarità acquisita, con successive versioni del gioco che però non ebbero la stessa fortuna: forse i tempi erano cambiati o forse il gameplay aveva stancato. Ubi Soft ha però riesumato la storica saga e ci riprova, aggiungendo una rinnovata veste grafica completamente tridimensionale e, quel più conta, una maggior interattività.