DrakengardDrakengard 

Un sovrano spodestato con un'unico obbiettivo: sconfiggere da solo un'intero esercito nemico e vendicare la sua famiglia massacrata. Missione suicida? Non se al suo fianco c'è un possente drago rosso. Da Square-Enix un avvincente action-RPG che promette fuoco e fiamme. Le nostre impressioni dall'E3 e, in esclusiva per M.it, un imperdibile filmato in game del gioco!

Drakengard Drakengard

Per quanto la struttura sia prettamente action, la dicitura Rpg data nella descrizione del gioco viene giustificata dal sistema di evoluzione presente all’interno dello stesso. Per quanto riguarda le sezioni di volo avremo infatti la possibilità di far evolvere il nostro drago sia nelle abilità in proprio possesso sia nella forma: proprio come in Panzer Dragoon il drago si evolverà, diventando sempre più forte e più imponente. Stesso discorso va fatto per quanto riguarda le sezioni a piedi: il protagonista principale avrà infatti a disposizione un notevole quantitativo di armi, e potrà costantemente migliorare le proprie caratteristiche, quali agilità e potenza. Inoltre nel corso dell'avventura potremo imparare ad utilizzare un gran numero di incantesimi, che aiuteranno non poco il giocatore a portare a termine la propria missione.
Due parole vanno spese per quanto riguarda il comparto tecnico. Le sezioni ad alta quota possono vantare ottimi effetti di luce, un ottimo design per il drago ed i nemici e soprattutto su una pulizia grafica invidiabile. Discorso un po’ differente va fatto per le sezioni a piedi, dove i movimenti dei personaggi appaiono un po’ troppo legnosi, così come le animazioni, che si riducono all’essenziale.
In definitiva Drakengard ci è sembrato un titolo promettente, soprattutto se le due sezioni principali verranno amalgamate alla perfezione e se il gioco verrà supportato da una trama adeguata (ma su questo siamo molto fiduciosi, stiamo parlando di Square-Enix...). Appuntamento per la primavera 2004, periodo nel quale il gioco dovrebbe uscire sul territorio americano. A seguire, come sempre, l'uscita europea.

In esclusiva solo per i lettori di Multiplayer.it un fantastico filmato in game del gioco downloadabile dalla nostra Area Files. Badate bene, non lo troverete da nessun'altra parte...

Esclusiva E3 2003: Filmato in game di Drakengard

Drakengard Drakengard
Drakengard Drakengard

Forse il nome di Drakengard sarà sconosciuto ai più, ma probabilmente vi basterà sapere che sarà la versione occidentale di Drag-on Dragoon, uno dei primi titoli ad essere pubblicati sotto la nuova etichetta Square Enix.
Durante la fiera delle fiere (l'E3, se non si fosse capito...) era possibile mettere le mani su una demo giocabile abbastanza lunga, che metteva in mostra le caratteristiche peculiari del titolo e il suo doppio sistema di gioco. Drakengard è infatti di un action Rpg completamente 3D nel quale potremo combattere a cavallo di un drago oppure a piedi e all’arma bianca. Il protagonista principale, Kyme, è un ex sovrano scacciato dal proprio regno, la cui famiglia è stata brutalmente assassinata. Potete immaginare quindi lo stato d’animo del nostro protagonista, deciso a riprendersi ciò che è suo con qualsiasi mezzo e a vendicare la morte dei propri cari. Come già detto in precedenza le sezioni di gioco saranno principalmente due. A cavallo di un drago rosso dovremo farci largo tra i cieli e sconfiggere le armate volanti nemiche. Il movimento, a differenza ad esempio di Panzer Dragoon, è completamente libero, e dovremo usare tutte le abilità speciali in possesso del nostro drago per farci strada. L’attacco principale è un'enorme palla di fuoco che è possibile lanciare mediante l’uso del tasto quadrato, tasto che, se premuto per un certo lasso di tempo, permetterà di agganciare più bersagli contemporaneamente e sparare quindi colpi multipli. Sul lato sinistro dello schermo è presente una barra, che quando raggiungerà il suo apice permetterà di sferrare un attacco devastante (grazie all’uso del tasto triangolo) in grado di annientare diversi nemici presenti nel suo raggio d'azione. Mediante l’uso dei tasti dorsali sarà infine possibile eseguire uno scatto laterale (proprio come in Zone of the Enders) oppure girarsi rapidamente di 180°, per repentini cambi di direzione.
Le sezioni a piedi sono direttamente collegate a quelle in volo, in alcuni livelli potremo infatti scendere dal nostro drago e combattere a terra contro le numerose orde di nemici, che si muovono a squadre sul terreno di gioco. Anche in questo caso avremo diverse possibilità di eseguire combo ed una barra in tre stadi che permetterà a Kyme di sferrare attacchi veloci e devastanti.

TI POTREBBE INTERESSARE