Jade Empire[E3 2004] Provato: Jade Empire 

Una delle sorprese dell'E3 2004 ed uno dei migliori giochi allo stand Microsoft. Le nostre impressioni sull'ultima fatica Bioware!

Jade Empire, annunciato per la prima volta allo scorso Tokyo Game Show, è il prossimo progetto di BioWare in uscita su Xbox. Un Rpg ambientato in una Cina mitologica popolata da indomiti artisti marziali e brulicante di navi volanti che si lanciano da un’isola sospesa nel vuoto all’altra. Fin dai primi filmati in game, pubblicati qualche mese fa in occasione della Game Developers Conference, era chiaro che si trattasse di uno de titolo di rilievo del prossimo anno, ma sinceramente niente ci aveva preparato a quello che era, di fatto, uno dei migliori giochi presenti allo stand Microsoft dell’E3 2004.

[E3 2004] Provato: Jade Empire

La demo presente allo showfloor ci ha aperto una breve finestra su un’epopea che sembra ispirata e densa di citazioni mitologiche. La struttura è quella tipica dei prodotti Bioware, si crea un personaggio, scegliendone uno tra sette disponibili, e se ne alterano le stats, secondo le abilità che si pensa ci possano essere maggiormente d’aiuto per poi lanciarsi in un’avventura durante la quale saremo chiamati a compiere delle scelte che influenzeranno l’evolversi del nostro alter ego e della storia. [E3 2004] Provato: Jade Empire Le somiglianze con Star Wars: Knight of The Old Republic, però, si fermano al tipo di struttura, dal momento che il gameplay in Jade Empire si fa molto più fluido e dinamico. Il classico sistema di combattimento a turni lascia spazio ad un pizzico di action in più, che rende l’interazione col pad fondamentale per riuscire a padroneggiare appieno le tante tecniche di combattimento a disposizione e per sopravvivere agli scontri. Durante i combattimenti, infatti, con i tasti X ed A si eseguono due attacchi base, che vengono eseguiti nei tempi classici di un rpg, con Y si attiva il focus mode (una sorta di bullet time, a la Max Payne, che consuma energia magica) e con B si eseguono le schivate. Quest’ultimo aspetto si rivela essere la vera peculiarità del gameplay di Jade Empire, dato che, a differenza di un normale rpg con combattimenti a turni dove il danno derivante da un attacco è quasi inevitabile, qui è possibile riuscire ad evadere i colpi, parando e schivando gli avversari in tempo reale. Il risultato è l’equivalente di un action movie interattivo con magie e colpi esplosi in ogni parte dello schermo e il nostro eroe che schizza da una parte all’altra del fondale. [E3 2004] Provato: Jade Empire Altra parte integrante delle meccaniche di gioco è quella data dalle tecniche magiche, dalle arti marziali, dalle abilità legate all’utilizzo delle diverse armi e dalla capacità di trasformare il protagonista in una serie di creature mostruose, una volta che le si siano sconfitte durante il corso del gioco (una decina circa). Tutte queste abilità andranno a comporre un carnet di più di 30, intercambiabili ed attivabili con la pressione del pad digitale durante gli scontri e secondo il tipo di nemico che si deve incontrare. Quello che sorprende è la facilità con cui si riesce ad impossessarsi dell’interfaccia, tanto da riuscire nello spazio di pochi istanti a passare dai colpi a mano nuda, alle tecniche all’arma bianca, fino alle diverse magie, realizzando combo e sequenze di mosse davvero spettacolari. Senza mai dimenticare l’attenzione tipica di questa softco per la realizzazioni di enigmi da risolvere per superare le diverse situazioni: nella demo dell’E3 lo scontro con un boss, in apparenza inattaccabile, veniva risolto facendogli crollare addosso il soffitto di una caverna, distruggendone i pilastri portanti. La promessa, più volte ribadita da parte degli sviluppatori, è che queste situazioni saranno il sale di Jade Empire.

L’Oriente di Bioware
Il motore grafico di Jade Empire è un’evoluzione di quello di Kotor, solo che i progressi fatti dai programmatori di Bioware sono tali da renderlo quasi irriconoscibile. I modelli poligonali dei protagonisti e dei comprimari sono dettagliatissimi e illuminati da un sistema di render e di luci davvero notevole, con animazioni fluide e una palette di colori che sposa felicemente colori pastello e riflessi metallici. [E3 2004] Provato: Jade Empire Nessun problema di sincronia verticale dell’immagine, mentre la telecamera ruota intorno ai personaggi incastonati su fondali densi di particolari, a 30 frame al secondo costanti anche quando l’azione si fa frenetica e lo schermo si riempie di oggetti animati. Anche la realizzazione degli effetti grafici sprigionati durante l’esecuzione delle magie trova pochi altri giochi dello stesso livello, tanto da far sperare che Jade Empire possa rivelarsi come una delle migliori dimostrazioni delle capacità tecniche di Xbox, insieme a Halo 2, Fable e B.C. La strada che porta all’impero dei Bioware è ancora lunga, dato che la press release ufficiale parla di una data di lancio per il Marzo 2005, ma vale la pena aspettare con attenzione un titolo che farà parlare di sé.

[E3 2004] Provato: Jade Empire [E3 2004] Provato: Jade Empire [E3 2004] Provato: Jade Empire

Tutte le novità da Los Angeles, le notizie, i filmati, i videoarticoli, le anteprime. Non perdetele.

- TUTTI GLI ARTICOLI, DOWNLOAD, NOTIZIE E FILMATI
- TUTTO IL REPORTAGE SU XBOX
- TUTTO IL REPORTAGE DELLA PLAYSTATION2
- TUTTO IL REPORTAGE DEL PC
- TUTTO IL REPORTAGE DEL GAMECUBE
- TUTTO IL REPORTAGE DEL GAMEBOY ADVANCE

TI POTREBBE INTERESSARE