[E3 2005] Kingdom Hearts II  0

Il sistema di controllo riprende le basi del primo capitolo, migliorandolo e aggiungendo nuove caratteristiche. Innanzitutto la telecamera appare più reattiva negli spostamenti e nel posizionarsi alle spalle del giocatore, sarà inoltre governabile mediante lo stick analogico destro e non più con i tasti dorsali superiori. Con il tasto X potremo attaccare mediante la nostra amata Keyblade, con il cerchio saltare e con il quadrato invece bloccare od evitare i colpi avversari. Non mancherà la possibilità di usare oggetti (ricordiamo che il sistema di combattimento di KH II è completamente in real time) e magie elementali, richiamabili e personalizzabili mediante appositi menu e scorciatoie da pad. Tra le novità riscontrate rispetto al primo capitolo (e in parte già presenti al TGS 2004) abbiamo la funzionalità del tasto triangolo: quando ci troveremo in prossimità di uno scrigno oppure di un personaggio non giocante, apparirà un icona, che suggerirà la pressione del tasto rappresentato per compiere l'azione predisposta, in questo caso l'apertura dello scrigno o l'interazione col personaggio. La stessa cosa può accadere in fase di combattimento per alcuni nemici o boss: premendo il tasto triangolo, permetteremo infatti al protagonista principale di compiere un rapido spostamento e posizionarsi alle spalle del nemico, per attaccarlo con possibilità di creare maggiore danno. Oppure ancora, nello scontro con il volatile dello stage di Mulan, potremo sfruttare dei vortici di aria per atterrare sulla schiena del boss e attaccare i suoi punti deboli.
La novità non finiscono qui, c'è infatti la possibilità per Sora (ribattezzata Drive Mode) di fondersi con alcuni dei personaggi che lo accompagneranno durante l'avventura, in modo da acquisire nuove abilità e maggiore velocità e potenza. Se al TGS era presente la trasformazione tra Sora e Pippo, in quella dell'E3 era data la possibilità di fondere Sora con Auron (vecchia conoscenza proveniente da Final Fantasy X, che in KH II sarà tra i protagonisti assoluti). Proprio durante le fasi di gioco in cui era possibile comandare Sora assieme ad Auron, era presente un'altra opzione, chiamata Bushido, che permetteva di eseguire una combo tra i due, che poteva essere chiusa infine, mediante la pressione del tasto triangolo, con due tecniche già conosciute da chi ha giocato Final Fantasy X: shooting star e banishing blade. Inutile dire che queste aggiunte rendono il sistema di combattimento decisamente più vario rispetto al primo capitolo e si rendono necessarie per affrontare grandi quantità di nemici. Già nella demo mostrata all'E3 ci siamo imbattuti in decine e decine di mostri da affrontare in contemporanea (come nelle fasi iniziali della Terra dei Draghi, assieme a Mulan), e queste tecniche si sono rivelate irrinunciabili.
In conclusione Kingdom Hearts II si propone come un'evoluzione del primo capitolo, dal quale ne eredita le basi ma ne migliora il sistema di controllo, la varietà di situazioni e ambientazioni, che faranno la gioia di chi ha apprezzato questo aspetto del primo capitolo. Anche tecnicamente ci troviamo dinnanzi ad un ottimo titolo, condito da tanti personaggi su schermo, frame rate solido e buona pulizia grafica, oltre che ambientazioni affascinanti e accattivanti. La data d'uscita è fissata per la fine di questo anno (probabilmente anche in Europa), quando tutti gli estimatori di Sora & Co. potranno mettere le mani su un titolo che si preannuncia essere degno sequel della saga.

La presenza di Square Enix a questo Electronic Entertainment Expo 2005 è stata come sempre condita da tantissimi j/rpg e action/rpg di vario tipo, che usciranno principalmente su Playstation 2. Se da un lato la punta di diamante, ovvero Final Fantasy XII, ha rimandato l'appuntamento ad un evento apposito che si svolgerà nei prossimi mesi, Kingdom Hearts II, oggetto della nostra anteprima, era presente in forma giocabile e avanzata.
Nella sua prima incarnazione, il titolo ha riscosso un notevole successo in tutto il mondo, e questo grazie alla formula e alla commistione particolare che proponeva: un action/rpg che mescola le ambientazioni e i personaggi tipici dei mondi Disney con quelli provenienti da produzioni legate a Final Fantasy, per un mix che si è rivelato più che azzeccato. KH II espande questo concetto con diverse new entry e qualche sopresa.
Nella demo giocabile E3 erano presenti infatti due ambientazioni, quella del Colosseo (già presente al Tokyo Game Show 2004) e la Terra dei Draghi, che vede per la prima volta l'ingresso di Mulan tra i protagonisti del gioco. Non è finita qui, durante il trailer mostrato nella conferenza Square Enix del 16 Maggio, abbiamo scorto un Johnny Depp in forma smagliante, che assieme ad una parte del cast de "La Maledizione della Prima Luna" sarà presente in diverse sezioni di gioco.