[E3 2005] Urban Reign  0

Namco ci riporta ai tempi dei picchiaduro a scorrimento, sfidandoci a diventare gli indiscussi dominatori delle strade della città. Siete pronti per scendere a combattere?

Alla conquista delle strade

Realizzato dai team interni di Namco responsabili di titoli quali Tekken e Soul Calibur, Urban Reign vi mette nei panni di un picchiatore professionista, assoldato da una gang malavitosa per fare da guardia del corpo al boss. La meccanica di gioco ricorda molto da vicino i picchiaduro a scorrimento della gloriosa era a 16 bit, solo che questa volta dovremo farci largo, a suon di pugni e calci, attraverso scenari realizzati mediante un motore completamente poligonale, sgominando gli assalitori delle bande rivali. Proprio il sistema di combattimento è stato oggetto di particolari attenzioni da parte di Namco (e non si fa fatica a crederlo, viste le credenziali del team di sviluppo), proponendo un miscuglio di stili di battaglia, dalla boxe al wrestling, passando per le arti marziali più assortite, in grado rendere assolutamente spettacolari gli scontri. In determinate circostanze (generalmente quelle più affollate) è prevista poi la possibilità di combattere fianco a fianco con un personaggio alleato controllato dalla cpu, permettendoci così di scatenarci sugli avversari a colpi di devastanti ed estremamente coreografiche combo in coppia. Non mancherà inoltre una fornitissimo arsenale, per un totale di ben 30 armi da utilizzare nel corso dei combattimenti, da recuperare sia dallo scenario, sia “prendendole in prestito” dagli avversari.

Pugni & calci

Notevole appare anche il lavoro svolto da Namco per quanto riguarda il comparto tecnico, realizzando un motore grafico che sembra davvero spingere il monolite nero di mamma sony verso i suoi limiti. Le ambientazioni infatti sono ricche di dettagli, dai toni molto cupi e perfettamente in sintonia con i temi del gioco, mentre i personaggi godono di modelli poligonali splendidamente realizzati ed animati, incantando il giocatore con il realismo e la fedeltà delle movenze delle varie discipline di combattimento. Il tutto si muove ovviamente senza incertezze nel frame-rate, con in più qualche chicca speciale di contorno, come i gradevolissimi effetti di luce che accompagnano ogni colpo andato a segno.
Circa 100 saranno le missioni studiate da Namco per il single-player, promettendo una longevità decisamente sopra la media, mentre la presenza di una modalità multiplayer, in cui fino a 4 giocatori potranno sfidarsi (da soli o in coppia) a suon di calci e pugni, sembra poter garantire la rigiocabilità una volta terminato il gioco in singolo.

Prendete una qualsiasi metropoli americana, proiettatela diversi anni in un futuro in cui le bande giovanili dominano le strade, contendendosi il potere con la forza. Aggiungeteci un pizzico di esperienza Namco nel campo dei picchiaduro, infilate il tutto in una PS2, ed otterrete Urban Reign, titolo dal sapore vagamente vecchio stile, previsto per questo inverno in esclusiva sul monolite nero di mamma Sony. Qui all’E3 siamo riusciti a metterci le mani sopra, eccovi le nostre prime impressioni!