Boogie[E3 2007] Boogie - Provato 

Da Electronic Arts sta arrivando l'unico gioco capace di far ballare, cantare e vivere in prima persona un'avventura unica.

[E3 2007] Boogie - Provato [E3 2007] Boogie - Provato [E3 2007] Boogie - Provato

Il gioco ruota attorno alle figure di cinque personaggi dalle caratteristiche somatiche e caratteriali ben definite. L’aspetto estetico è però completamente modificabile a piacere dal giocatore che avrà a disposizione un numero inizialmente limitato di possibilità. Proseguendo nel gioco e partecipando alle numerose sfide che verranno proposte al giocatore sarà possibile sbloccare nuovi vestiti, accessori e mosse speciali. Le modalità di gioco sono cinque (Story, Karaoke, Dance, Party Mode e Videomaker), ciascuna delle quali ha a disposizione cinque livelli e tre livelli di difficoltà per consentire a chiunque di giocare senza sentirsi frustrato dall’impossibilità di raggiungere un risultato.
In Boogie, infatti, è possibile giocare sia come un hardcore gamer, sempre a caccia di record, sia in maniera molto più rilassata e tranquilla senza perdersi nulla del gioco.

Il ritmo giusto

Tutto in Boogie è basato sul ritmo. Ai personaggi, infatti, è richiesto solo di ballare e cantare. Dopo aver scelto il proprio personaggio, il giocatore è finalmente in grado di scegliere se preferisce cantare, ballare o seguire lo Story Mode che lo porterà a fare tutte e due le cose. Nel caso in cui si scelga di ballare sarà necessario utilizzare il controller, se si desidera solo cantare sarà necessario utilizzare il microfono sviluppato da Electronic Arts che sarà allegato direttamente nella confezione del gioco. Per ballare basterà quindi selezionare una delle 40 canzoni e iniziare a muoversi al ritmo della musica. Grazie ai sensori di movimento del controller, infatti, il personaggio inizierà a muoversi al ritmo della musica. Per ciascun personaggio sono a disposizione due set di animazioni che possono essere switchate tra loro in modo dinamico.
Ma ballare non vuol dire però ripetere all’infinito lo stesso movimento. Il sensore, infatti, riconosce il tipo di movimento e dopo un certo numero di volte non solo i punti non verranno più assegnati ma anche tolti. Questo fa si che il giocatore debba variare le proprie mosse variando contemporaneamente il modo di ballare del suo alter ego virtuale. Durante il gioco appariranno poi delle combo, inizialmente semplici poi sempre più complesse, che frutteranno bonus di vario tipo e monete d’oro per acquistare nuovi costumi, scenari o accessori. Nel caso si stesse disputando una partita contro un amico le combo forniranno dei bonus particolari (inversione degli assi del controller, congelamento istantaneo, ecc.) che serviranno a disturbare l’avversario. Per poter giocare in più di una persona non è però necessario disporre di due nunchuck. Boogie, infatti, funziona perfettamente anche con il solo controller.

[E3 2007] Boogie - Provato [E3 2007] Boogie - Provato [E3 2007] Boogie - Provato

Cantare con il Wii

Per poter cantare senza alcun problema Electronic Arts ha messo a punto un apposito microfono che ha ottenuto immediatamente la certificazione da parte di Nintendo. Grazie al microfono e a una modalità di gioco molto simile a quella di Singstar, il giocatore sarà in grado di cantare sulle 40 basi presenti nel gioco. Ancora non si sa se l’edizione italiana conterrà anche canzoni italiane ma il gioco si dimostra decisamente divertente. Il personaggio, infatti, si muoverà sullo schermo a ritmo di musica e adatterà le proprie mosse in base al modo con cui il giocatore canterà. Le proprie performance potranno poi essere memorizzate sulla SD card per poter essere impiegate nella realizzazione di divertenti videoclip anche in tre dimensioni (per vederli sarà necessario trovare un paio di occhialini appositi).
Rispetto al titolo Sony però le impostazioni sono molto più personalizzabili e introducono un particolare effetto che consente al giocatore di far cantare la console nel caso in cui abbia un calo di voce o non riesca a cantare.

[E3 2007] Boogie - Provato [E3 2007] Boogie - Provato [E3 2007] Boogie - Provato

Conclusioni

Boogie è un completo sistema di intrattenimento pensato e realizzato per la famiglia. La grafica è colorata, attraente e perfettamente in sintonia con la filosofia Nintendo. La modalità di gioco innovativa unita a una perfetta calibrazione del controller, inoltre, ne fa un gioco adatto per divertenti partite con qualsiasi familiare, anche con chi non ha mai preso in mano un controller. Non resta quindi che aspettare ancora qualche mese per giocare e divertirsi a tempo di musica anche con il Wii.

[E3 2007] Boogie - Provato [E3 2007] Boogie - Provato [E3 2007] Boogie - Provato

Lo sforzo produttivo di Electronic Arts sulla più recente console di casa Nintendo è notevole. Questo non significa semplicemente far uscire titoli presenti anche sulle altre console, bensì produrne di nuovi appositamente per il Wii. Boogie è uno di questi. Sfruttando al massimo le capacità interattive del controller Electronic Arts è riuscita a creare qualcosa di unico e irripetibile su qualsiasi altra console. Boogie, infatti, è un gioco per tutta la famiglia che farà cantare e ballare tutti, a prescindere dall’età. Il suo sviluppo relativamente breve (è iniziato a fine 2006) non devo tuttavia trarre in inganno. Boogie, infatti, si è dimostrato solido e ottimamente realizzato sotto qualsiasi punto di vista.