Killzone 2[E3 2007] Killzone 2 - Anteprima 

[E3 2007] Killzone 2 - Anteprima

La cosa migliore sarebbe stata quella di provare direttamente in prima persona il gioco, ma ci siamo dovuti "accontentare" di sederci in un piccolo teatrino e gustarci il livello mostrato, su uno schermo piuttosto grande e con un impianto audio degno di questo nome. La demo parte con il protagonista principale a bordo di una sorta di veicolo volante, assieme ad altri tre compagni, in maniera simile, ma non del tutto uguale, al trailer già citato in precedenza. Questa volta però non si tratta di scene di computer grafica, ma del motore del gioco vero e proprio, e lo notiamo quando la scena passa mediante una transizione all'azione vera e propria, con la classica visuale in prima persona figlia degli FPS. Lo scenario appare da subito molto movimentato, con il cielo tempestato da nuvole minacciose e fulmini, costruzioni diroccate e decadenti a fare da sfondo e subito il primo scontro a fuoco contro gli Helghast, bizzarri soldati nemici già visti nel primo Killzone che indossano maschere antigas e lunghi impermeabili. Il titolo Guerrilla riprende quindi il concetto dei combattimenti su larga scala, per tutta la durata della demo il protagonista si trovava immerso in una battaglia senza quartiere contro decine di nemici, supportato, in maniera quasi sempre indipendente, da diversi compagni di squadra. La demo alternava combattimenti in esterni con quelli all'interno di edifici, e verso la metà si arriva ad un primo scontro con una sorta di mini-boss, dotato di un potente mitragliatore; continuando si arriva ad una costruzione nemica, una sorta di arma che accumula le scariche elettriche provocate dai fulmini e le riutilizza per esplodere raggi altamente letali, soprattutto per i veicoli aerei umani. Il gioco sarà ambientato sul pianeta natale degli Helghast, l'Helghan, dotato di numerose perturbazioni atmosferiche, che vengono sfruttate dagli stessi abitanti per costruire armi letali o per accumulare energia.

[E3 2007] Killzone 2 - Anteprima [E3 2007] Killzone 2 - Anteprima

Ma andiamo nel dettaglio, le armi utilizzate nella demo mostrata erano tre, in aggiunta alle classiche granate. La prima è una sorta di fucile, che nella modalità secondaria permetteva di avvicinarsi al mirino verde dell'arma e aumentare così la precisione, in seconda battuta c'era il classico mitra ed infine il lanciarazzi, utilizzato per attaccare gruppi di nemici in lontananza e su piani differenti. Il gioco sfrutta la tecnologia Edge ed un motore proprietario, che gestisce anche la fisica presente nel gioco. Durante la sessione mostrata abbiamo potuto apprezzare la distruzione di oggetti quali botti, sedie, tavoli e muretti di sabbia in seguito all'esplosione di granate. In egual maniera era possibile abbattere elementi di legno che si trovano nello scenario, magari per colpire gli Helghast aldilà degli stessi, oppure ancora sparare alle colonne, che venivano scheggiate in seguito ad uno scontro a fuoco. Tutti fattori quindi che aumentano il realismo di gioco, ma che vanno valutati tra quelli precalcolati e completamente dinamici, visto che sparare ad una botte ad esempio, in qualsiasi punto, ci è sembrato che producesse lo stesso risultato, ovvero distruzione completa. Molti stanno leggendo questa anteprima per sapere com'è graficamente Killzone 2: ebbene, il lavoro svolto da Guerrilla si vede e c'è tutto, la qualità della demo mostrata è già alta e sicuramente propone diversi aspetti superiori ad altre produzioni sulla stessa falsariga. In particolare ci hanno convinto gli effetti particellari delle esplosioni, la profondita visiva, la strutturazione dell'ambientazione, particolareggiata, dotata di un buon numero di poligoni e che trasmette la percezione di essere "piena". Anche le texture, soprattutto se paragonate ad altre produzioni presenti su playStation 3, sono decisamente più definite e variegate. Rimane per ultimo il sistema di illuminazione, che ad una prima occhiata sembra alternare fonti di luce dinamiche e altre precalcolate ma gestite ad hoc a livello artistico. Stesso discorso va fatto per l'audio, che sfrutterà anche i sistemi surround 7.1 e che, complice anche l'impianto mediante il quale lo stavamo ascoltando, era di ottima qualità, con esplosioni ottimamente riprodotte, unitamente ai tuoni e la musica di sottofondo.

[E3 2007] Killzone 2 - Anteprima [E3 2007] Killzone 2 - Anteprima

Se per quanto riguarda la grafica possiamo avanzare già qualche giudizio, è ancora presto per esternarne uno qualsiasi sul gameplay, poco più che accennato nella demo. Guerrilla promette un'intelligenza artificiale molto avanzata per quanto riguarda i nemici, con tattiche di accerchiamento e copertura, cosa però non ancora presente allo stato attuale, dove i nemici si limitano a rimanere nelle proprie posizioni o fare piccoli spostamenti, rimanendo quindi alla mercè degli attacchi del giocatore. Si intravede qualche forma di copertura dietro i muri (laterale, con possibilità di sparare in diagonale, o quella dietro ad un muretto, con la sola arma in alto per sparare senza prendere la mira), il sistema di danni è invece quello classico che permette di recuperare energia se si passa un po' di tempo senza essere colpiti. Per il resto si tratta di un titolo che ha davanti ancora diversi mesi di sviluppo (si parla oramai del 2008 per la sua uscita) e che disporrà, sempre a detta dei programmatori, di anche una completa modalità multiplayer, sia offline che online. Non siamo ancora in grado di capire quindi se ci saranno novità nel genere o elementi peculiari che faranno emergere questa produzione dai tanti FPS disponibili sul mercato, per adesso possiamo dire che Killzone 2 graficamente ci è piaciuto un bel po', ma che aspettiamo di giocarlo in forma più avanzata per saggiare le reali qualità legate al gameplay. Non vi bastano le parole? Seguite questo indirizzo per visionare un filmato inedito del gioco!

La prima cosa da fare, prima di parlare di Killzone 2, è quella di riporre in un cassetto l'oramai vetusto trailer mostrato all'E3 di tre anni fa. Non per i modelli dei personaggi o per il sistema di illuminazione, ma perchè una pulizia grafica tale e un'armonia così perfetta nelle animazioni, difficilmente le vedremo a breve su un sistema di gioco. Ma torniamo al presente, finalmente dopo tanto parlare e speculazioni più o meno sensate, ci siamo diretti presso il Sushi Roku di Santa Monica, per gustare del delizioso Sushi e soprattutto vedere i primi 15 minuti in assoluto di giocato del titolo sviluppato da Guerrilla. Le nostre impressioni? Continuate a leggere...

TI POTREBBE INTERESSARE