[E3 2007] Project Gotham Racing 4 - Provato  0

Dopo il trailer e la dimostrazione nel corso della conferenza Microsoft, abbiamo finalmente messo le mani sul quarto capitolo della serie Bizarre...

[E3 2007] Project Gotham Racing 4 - Provato

Recente protagonista dei desideri degli utenti Xbox 360 grazie all’uscita sul web di immagini e filmati che ne testimoniano la bontà grafica, Project Gotham Racing 4 è stato anche uno dei titoli di punta dell’E3 di Microsoft, che gli ha dedicato uno spazio nel corso della conferenza per poi lasciarlo nelle mani degli addetti ai lavori. Per quanto la demo presente allo show non fosse particolarmente generosa (era infatti possibile soltanto partecipare ad una gara contro altri tre avversari su un solo tracciato), ci ha dato modo di testare una delle novità di maggior rilievo del prodotto Bizarre, ovvero la guida delle motociclette. Su un circuito ambientato a Shangai sotto una pioggia battente ci siamo dunque lanciati a folle velocità su una due ruote, notando il convincente modello di guida proposto dagli sviluppatori. Complice anche la superficie bagnata, era necessario dosare bene acceleratore e freno al fine di non slittare sull’asfalto, mentre le curve andavano debitamente aggredite all’interno pena un eccessivo rallentamento della corsa: anche se inizialmente un po’ ostico, il sistema di controllo è parso azzeccato, e il comportamento della moto sembrava soddisfare il necessario bilanciamento tra arcade e simulazione (anche se, per quanto riguarda le dinamiche degli urti, il realismo è tutta un’altra cosa). Niente da dire anche sulla commistione all’interno della gara tra motociclette ed automobili, un mix apparentemente possibile solo in arcade puri e che invece in Project Gotham Racing 4 pare trovare una propria dimensione ben definita: ad una prima occhiata, infatti le due tipologie di veicoli sembrano avere pregi e difetti che si compensano a vicenda, senza visibili sproporzioni o handicap. Una menzione merita il discorso dei Kudos, ottenibili su due ruote anche tramite evoluzioni quali impennate e veri e propri trick, che si sono rivelati abbastanza semplici da eseguire pur se ovviamente incidenti sulla velocità del mezzo. Tra tutte queste buone notizie, Project Gotham Racing 4 ci ha fatto leggermente storcere il naso solo per alcuni aspetti ancora piuttosto grezzi della grafica in game, che senz’altro verranno messi a posto in occasione dell’uscita del gioco. Nello specifico: il tanto decantato effetto pioggia ci è parso effettivamente visibile in tutta la sue maestosità solo nelle riprese più vicine dei replay, le collisioni e i relativi effetti particellari erano ancora piuttosto abbozzate e la draw distance era minata da alcuni problemi di bad clipping. In compenso, le composizioni poligonali di moto e pilota sono di alto livello, così come le animazioni del centauro, che si piega, si gira e perfino gesticola contro gli avversari con grande naturalezza. Il colpo d’occhio è globalmente notevole, anche se un solo tracciato non può rendere bene l’idea del lavoro svolto da Bizarre in questo ambito.