[E3 2008] Space Siege - Provato  1

Atteso a lungo, fattosi attendere per troppo, Spece Siege so è finalmente reso disponibile alla prova, ecco le impressioni.

Con Seth e il suo amico

Nei panni di Seth Walker si dovranno quindi percorrere in lungo e in largo i corridoi dell'enorme astronave, facendosi aiutare dal prode robot Harvey e combattendo orde di nemici nel più classico stile degli hack and slash. Ovviamente non mancheranno decine di abilità da migliorare e una quantità di statistiche a cui fare appello per capire quali direzioni prendere, ma all'atto pratico della prova a lasciare più positivamente colpiti è il sistema di aggiunte cibernetiche applicabili a Seth e in grado di alterarne la forza così come la personalità: partendo da un paio di occhi nuovi, con cui affinare la mira, fino ad arrivare a veri e propri innesti che influiscono sulla resistenza fisica, ogni singola modifica si rispecchia efficacemente sul gameplay, risultando ben bilanciata e integrata nella sfida. Proprio gli impianti montati dal protagonista risolvono anche la questione del crafting, essendo ogni singolo pezzo ulteriormente migliorabile grazie agli altri che si trovano durante le avventure o che si comperano di volta in volta.

Con Seth e il suo amico

Le premesse sono quindi ben realizzate ma vengono in parte vanificate, stando a quanto provato, a causa di scontri senza mordente, troppo standard e legate al passato per emergere nell'attuale panorama. Semplici anche i comandi, che sfruttano l'accoppiata mouse e tastiere ma danno al primo praticamente tutti i compiti più importanti, sia per quanto riguarda l'ambientazione di gioco che per l'interfaccia. Nulla si è potuto vedere sul multiplayer, che sarà presente in forma di cooperativa fino a quattro giocatori a bordo di una seconda nave, con una trama parallela e senza il supporto dei robot. Interessante.
Graficamente le stanze, i corridoi e gli androni daranno una forte sensazione di già visto, riprendendo buona parte della tradizione rappresentazione degli spazi futuristici, con il metallo a dominare e qualche coloratissimo monitor tanto per spezzare la monotonia. Ben fatti sia gli alleati che i nemici, tutti con diverse animazioni a disposizione e mossi in modo costantemente fluido, mentre fanno un po' pensare gli effetti delle esplosioni, troppo piatti e per nulla spettacolari. Probabilmente non una delusione, sicuramente non un capolavoro, è un peccato che Space Siege non sia riuscito a colpire quanto era lecito attendersi; sperando fosse solo un'impressione legata al livello giocabile, non resta che attenderne l'uscita e tirare le somme.

Space Siege sarà disponibile per PC.