ArchivioEditoriale di Dean Takahashi - La guerra dei prezzi! 

Sony contro tutti, ovvero l'autunno caldo della Console War!

Basso è bello!

La palla torna ora a Sony che, pur avendo lanciato un nuovo modello di PS3 da 80 gigabyte in America del nord, si trova ancora con il prezzo della sua console (500 e 600 dollari) ancora troppo alto per un mercato di massa. E la recente mossa di Microsoft con la quale ha abbassato il prezzo della sua console forzerà probabilmente Sony ad agire alla stessa maniera per rendere più appetibile PS3, tanto da far sembrare che il mercato sia talmente competitivo che tagliare il prezzo in un solo continente ed una volta sola non sia abbastanza per Sony.
La fine dell'anno si avvicina e i produttori stanno puntellando le proprie strategie. Nintendo è tranquilla con le ottime vendite del Wii, con l'imminente lancio di Wii Zapper e del Wii Wheel, senza dimenticare l'uscita di titoli di grande richiamo come Super Mario Galaxi, Metroid Prime 3 e Super Smash Bros.

Editoriale di Dean Takahashi - La guerra dei prezzi! Editoriale di Dean Takahashi - La guerra dei prezzi!

Basso è bello!

Con un prezzo di 250$, Nintendo crede in un'accelerazione di vendite della sua console, tanto che l'azienda di Kyoto si aspetta di vendere 16.5 milioni di Wii nell'anno fiscale che termina il 31 marzo 2008, rispetto alle 14 milioni di unità preventivate.
In più scommette di vendere 72 milioni di giochi, invece dei preventivati 55 milioni sempre in questo anno fiscale. Negli Stati Uniti il Nintendo Wii doppia le vendite della Xbox 360, mentre addirittura triplica quelle della Ps3. Ovviamente non ci sarà nessun taglio di prezzo per il Wii per fine anno, dato che non c'è alcuna ragione per farlo anche perchè Ninteno ha ancora problemi ad accontentare la domanda dei consumatori, non riuscendo a produrre console a sufficienza.

C'è un ritardo, c'è da preoccuparsi?

Il taglio di prezzo metterà Microsoft in una posizione di vantaggio rispetto a Sony, ma Microsoft avrebbe avuto bisogno di un taglio ancora più incisivo per rendersi competitiva rispetto al Wii. Nintendo sta tranquilla, quindi, non ha di che preoccuparsi.
Nel frattempo Sony si trova in cattive acque. Quello che doveva essere il taglio di prezzo in concomitanza dell'E3, in realtà, non lo è stato. Sony ha annunciato che negli Stati Uniti avrebbe sostituito la versione da 60 gigabyte con una da 80 allo stesso prezzo di 600$. Gli utenti hanno capito che questa era solo una mossa per svuotare i magazzini e non un vero ribasso.
La gente vuole un vero prezzo più basso per rendere la Ps3 più appetibile rispetto alla Xbox 360.

Editoriale di Dean Takahashi - La guerra dei prezzi! Editoriale di Dean Takahashi - La guerra dei prezzi! Editoriale di Dean Takahashi - La guerra dei prezzi!

C'è un ritardo, c'è da preoccuparsi?

Ma la questione principale è che il gioco più importante per Sony, Grand Theft Auto IV è stato posticipato al prossimo anno in contemporanea sia su Ps3 che su Xbox 360. Ma sembrava che ad averne maggiore vantaggio sarebbe stata Sony dato che avrebbe dato un vero motivo a milioni di giocatori di comprare Ps3. Ora che il gioco è stato posticipato, Sony non ha un vero e proprio Halo killer in uscita per la fine dell'anno.
Sony ha diversi buoni giochi che usciranno a breve, come Lair e Heavenly Sword, ma nessuno crede che questi possano scontrarsi alla pari con Halo 3. Secondo IGN’s GamerMetrics, Call of Duty 4: Modern Warfare e Assassin’s Creed saranno i titoli che beneficeranno di più dall'assenza di GTA IV. Entrambi questi giochi usciranno anche per Xbox360. Questo significa che Sony perderà un titolo di capitale importanza mentre gli altri suoi titoli non beneficeranno molto della sua assenza.

Taglia e cuci per Microsoft?

Microsoft ha lanciato il guanto di sfida il 6 agosto tagliando il prezzo della sua console modello Premium di 50$, abbassandolo negli Stati Uniti da 399$ a 349$ (In Europa il taglio è stato di 50€ ndr). Questo spingerà probabilmente le vendite della console anche in vista dell'uscita di Halo 3 il 25 settembre.
Halo 3 darà un buon apporto in questo senso, probabilmente, come successe per Halo e Halo 2. E oltre al taglio del prezzo Microsoft per la fine dell'anno lancerà anche Mass Effect che si presume abbia lo stesso effetto. Ma il prezzo della console Microsoft è sempre alto se paragonato a quello del Wii. La Xbox 360 Premium rappresenta circa l'80% delle vendite, mentre la Core, che non ha hard disk, costerà ora 279$ invece dei precedenti 299$.

Editoriale di Dean Takahashi - La guerra dei prezzi! Editoriale di Dean Takahashi - La guerra dei prezzi! Editoriale di Dean Takahashi - La guerra dei prezzi!

Taglia e cuci per Microsoft?

Questo non è abbastanza per renderla appetibile per quegli utenti interessati a comprare il Wii, senza dimenticare che la Elite è sempre fuori dalla portata di molti giocatori con il suo prezzo di 449$ dai precdenti 479$, prima della riduzione del prezzo. La versione Special Edition di Halo 3 costerà invece 399$.
Microsoft ha dovuto dare il via a questo taglio di prezzo quando ha annunciato una perdita di un miliardo di dollari per la questione delle Xbox 360 difettose e per l'estensione a tre anni della garanzia. Questa mossa è stata la conferma per molti utenti che Microsoft aveva realmente prodotto console di bassa qualità e questo annuncio è stato un modo per rassicurare gli utenti della dedizione della casa di Redmond al progetto, invogliando gli indecisi a comprare Xbox 360 grazie al ribasso del prezzo.

Chi sarà il vincitore?

Il momento è quello giusto per Nintendo di arrivare entro fine anno in prima posizione. Microsoft, anche se con prodotti di dubbia qualità, arriverà seconda e Sony arriverà terza. L'unica opzione che resta a Sony è quella di ingoiare altre perdite dall'harware e di abbassare il prezzo della console realmente. Questo è difficile da fare in quanto la divisione giochi di Sony ha annunciato una perdita per il quarto conclusosi il 30 giugno di 242 milioni di dollari. Le uniche note positive per Sony riguardano la crescente popolarità del Blu Ray, grazie anche alla decisione di Blockbuster di supportare solo il disco blu a discapito dell'HD-DVD, e la nuova PSP in uscita a fine anno. La nuova Playstation Portable costerà di più della PSP attuale, pesando un terzo di meno però. Tutto ciò dovrebbe accelerare un po' le vendite.
Nonostante ciò il Nintendo Ds continua a vendere il doppio di PSP. E questo non è abbastanza per salvare Sony durante il periodo cruciale di fine anno.

Dean Takahashi è da 17 anni un giornalista finanziario di alto livello, che ha collaborato con, tra gli altri, il Wall Street Journal e il Los Angeles Times, comparendo anche su emittenti televisive quali CNN e CNBS. Editoriale di Dean Takahashi - La guerra dei prezzi! Ultimamente, si è occupato in maniera approfondita anche dell’industria videoludica, in particolare per quanto riguarda Microsoft e il suo progetto Xbox, scrivendo sull’argomento il libro Opening the Xbox, riguardante la prima console della casa di Redmond, e recentemente The Xbox 360 Uncloaked sulla seconda piattaforma da gioco americana. Quest’ultimo libro è stato pubblicato anche in Italia con il titolo Il Fattore X, edito proprio da Multiplayer.it, e fornisce ai lettori una visione approfondita del team di Microsoft che si è occupato della progettazione e dello sviluppo della macchina, descrivendo tutti gli eventi chiave e i retroscena che hanno portato Xbox 360 nei negozi di tutto il mondo, a partire dalle idee di Bach, Allard e tutti gli altri personaggi coinvolti nell’opera.

Dalle pagine di Multiplayer.it, Dean racconta ogni mese i principali avvenimenti del mondo dei videogiochi.

TI POTREBBE INTERESSARE