Halo 3Editoriale di Dean Takahashi - La terza volta di Halo 

All'improvviso ecco palesarsi Halo 3. In anticipo sulla data preventivata, il terzo capitolo della saga creata da Bungie entrerà nelle nostre case a partire dal 26 settembre.

Non sottovalutate la potenza di Halo 3

Microsoft ha dichiarato di voler lanciare in Europa Halo 3 il 26 settembre, appena un giorno dopo il lancio in America e quella sarà una settimana durissima per la concorrenza.
Gli altri dovranno evitare l'onda d'urto di Halo 3 perché è probabile che i giocatori focalizzeranno i proprio acquisti sul titolo Bungie in quel periodo dell'anno. A Novembre 2004 Halo 2 ha incassato circa 125 milioni di dollari nelle prime 24 ore ed in totale Halo e Halo 2 hanno venduto più di 14.7 milioni di copie, ovvero circa 725 milioni di dollari in revenues. Questa volta, dice Shane Kim, manager capo di Microsoft Game Studios, Halo 3 farà anche di meglio. Si aspetta che diventerà uno dei grandi eventi mediatici del 2007 alla pari con il film di Spider-Man 3 e il nuovo libro della saga di Harry Potter. Kim immagina che darà un boost alle vendite di Xbox 360 e alle sottoscrizioni a Xbox Live. Le revenues saranno molto alte perchè Microsoft spremerà i fan hardcore.
La legendary edition costerà 130 dollari, mentre quella standard e quella limited costeranno 60 e 70 dollari. Sarà un vero blockbuster? Kim aggiunge che ci saranno molti colpi di scena che chiuderanno la trilogia di Bungie, e inoltre l'uscita anticipata indica che lo sviluppo del gioco è filato liscio senza problemi.

Editoriale di Dean Takahashi - La terza volta di Halo Editoriale di Dean Takahashi - La terza volta di Halo Editoriale di Dean Takahashi - La terza volta di Halo

Non sottovalutate la potenza di Halo 3

Brian Jarrard, community lead di Bungie, ha spiegato che lo sviluppo di Halo 2 è stato difficoltoso, segnato da una serie di intoppi che hanno portato Bungie a riprogettare tutto da capo. Anche se ci sono comunque voluti tre anni di sviluppo per Halo 3, tutta la parte relativa alla storia e allo stile artistico da realizzare era ben pianificata dal team.
La beta multiplayer ha mostrato solo piccoli cambiamenti a livello di gameplay come l'inserimento di nuove armi del calibro dello Spartan Laser, del Bubble Shield e del quad 4X4 Mongoose. Queste nuove feature rinfrescheranno di certo il multiplayer, ma non è detto che siano sufficienti a catturare nuovi giocatori. Kim aggiunge che il single player sarà pieno di novità, e la storyline coinvolgente come i fan si aspettano da Bungie.
Sarà interessante per Microsoft vedere se Halo 3 venderà più di Halo 2, perchè accada è necessario che i giocatori abbiano la percezione che Halo 3 sia molto di più di un semplice Halo 2.5. Se Halo non sarà all'altezza delle aspettative allora gli acquirenti si rivolgeranno ad altro. Jarrard dice che la grafica di Halo 3 sarà allo stesso livello dei giochi che usciranno nello stesso periodo, ma è abbastanza probabile che, comparata a quella di Gears of War, agli occhi degli utenti 360 sembrerà meno realistica.

E gli altri?

Ovviamente dovrà vedersela con dei competitor agguerritissimi. Take Two farà uscire Grand Theft Auto IV in Ottobre, il Wii di Nintendo ha sottratto molti utenti a cui piacciono i giochi mass market. Il franchise di Halo ha già dalla sua i favori di molti dei così detti hardcore gamer, ma se vuole superare le vendite di Halo 2, allora Halo 3 dovrà catturare anche molti di quei giocatori che non si considerano tali.
L'altro obiettivo di Halo 3 è quello di far migrare molti di quelli che giocano in rete a Halo 2 sulla prima Xbox verso Xbox 360. Uno studio fatto questo Aprile dalla OTX Research ha rilevato che il 26% dei 1250 giocatori intervistati ancora giocano con Xbox, mentre solo il 17% con Xbox 360. Molti di questi sono rimasti con la precedente generazione perchè ancora si divertono molto con Halo 2 e non hanno sentito il bisogno di passare ad una console più costosa.

Editoriale di Dean Takahashi - La terza volta di Halo Heavenly Sword

E gli altri?

Per Sony, Halo 3 potrebbe essere una calamità. Se non ci saranno giochi degni in uscita entro la fine dell'anno, Sony potrebbe veder passare molti dei suoi utenti a Microsoft. E comunque Sony è partita in ritardo e ha bisogno disperatamente di un taglio di prezzo. Titoli come Lair, Heavenly Sword e Killzone 2 promettono bene ma nessuno crede possano dare vita a fenomeni mediatici come quello di Halo 3, che è sempre al top nella classica dei giochi più attesi di GameSpot Trax e IGN GamerMetrix.
Questo non significa assolutamente che la console war è del tutto finita. Nintendo continua ad avere la meglio sia in termini di vendite che di hype generato e inoltre sta per riprendere Microsoft. I franchise più importanti sono imprevedibili. Microsoft ha quindi ancora molto da fare per iniziare a generare profitti, ma non c'è alcuna previsione che indichi questa possibilità prima della fine dell'anno fiscale che termina il 30 Giugno 2008. Halo 3 sarà di grande aiuto, ma un sacco di altri fattori dovranno andare a posto per far sì che questo accada.

Dean Takahashi è da 17 anni un giornalista finanziario di alto livello, che ha collaborato con, tra gli altri, il Wall Street Journal e il Los Angeles Times, comparendo anche su emittenti televisive quali CNN e CNBS. Editoriale di Dean Takahashi - La terza volta di Halo Ultimamente, si è occupato in maniera approfondita anche dell’industria videoludica, in particolare per quanto riguarda Microsoft e il suo progetto Xbox, scrivendo sull’argomento il libro Opening the Xbox, riguardante la prima console della casa di Redmond, e recentemente The Xbox 360 Uncloaked sulla seconda piattaforma da gioco americana. Quest’ultimo libro è stato pubblicato anche in Italia con il titolo Il Fattore X, edito proprio da Multiplayer.it, e fornisce ai lettori una visione approfondita del team di Microsoft che si è occupato della progettazione e dello sviluppo della macchina, descrivendo tutti gli eventi chiave e i retroscena che hanno portato Xbox 360 nei negozi di tutto il mondo, a partire dalle idee di Bach, Allard e tutti gli altri personaggi coinvolti nell’opera.

Dalle pagine di Multiplayer.it, Dean racconta ogni mese i principali avvenimenti del mondo dei videogiochi e questa volta è il turno degli annunci di primavera di Sony e Microsoft.