Facce da Kart  0

Eccoci al secondo appuntamento con "Facce da Kart". Oggi parleremo di altri 5 piloti tra vecchie e nuove conoscenze. Reggetevi: si parte!

Bowser

Anno di nascita: 1983 (“Super Mario Bros.”)
Giochi principali: E’ il boss finale di quasi tutte le avventure mariesche, in Mario RPG è addirittura vostro alleato. Sebbene non vada troppo d’accordo con i fratelli in salopette, e lo si intuisce da come picchia in Smash Bros., Bowser non disprezza qualche bella partita a Golf, Tennis e qualche sgommatina sui Kart.

Come Donkey Kong anche Bowser fa della stazza la sua arma migliore, e forse da questo punto di vista non ha rivali. L’accelerazione non è il suo forte, ma se riesce a recuperare sui rivali, questi farebbero meglio a scansarsi dalla sua traiettoria. Anche una volta raggiunto un adeguato numero di giri del motore, dovrete faticare per stare al passo delle saette, ma se avrete qualche bonus a disposizione potrete sempre contare sulla vostra stazza fisica per infliggere ulteriore danno. In Mario Kart 64 Bowser non è un personaggio troppo popolare, è poco divertente sia da guardare che da giocare, e di solito viene scartato in favore di altri. In Double Dash fate attenzione a qualche strano guscio...

Bowser


Wario

Anno di nascita: 1992 ("Super Mario Land 2" GB)
Giochi principali: Wario Land (1994), Wario Land 2 (1998), Wario Land 3 (2000), Wario Land 4 (2001), Mario Kart 64, Mario Party 1-2-3-4, Mario Golf, Mario Tennis e Wario World (2003).

Con Wario chiudiamo il terzetto di “pesi massimi". La sua trippetta tuttavia non può competere con i chili dei due già visti. Le sue bassezze sono famose nel mondo dei funghi, così come i suoi ghigni, che non mancheranno di porre l’accento su tutti i bonus sparati e che vanno a buon fine. In Mario Kart 64 a lui è stata dedicata un'intera pista: il "Wario Stadium", una pista lunga e massacrante, piena di tornanti, trappole, e sobbalzi. Rispetto ai colleghi di pari peso riesce a guadagnare qualche metro nelle fasi di accelerazione, ma anche lui dovrà rassegnarsi di fronte alle partenze di tutti gli altri. Impagabili i suoi versacci che lo fanno preferire ad altri personaggi meno carismatici.

Wario


Luigi

Anno di nascita: 1983 (“Mario Bros.”)
Giochi principali: Per qualche tempo ha accompagnato Mario lungo le sue peripezie (Super Mario Bros. 1-2-3-4), ma dopo Yoshi’s Island, dove viene rapito da Bowser, ha preferito restare al riparo da ogni pericolo. Non si nasconde quando c’è da fare bagarre (Smash/Golf/Tennis/Kart/Party), e non si tira indietro se c’è da salvare il fratellone (“Luigi’s Mansion" - 2002 e "Mario is Missing" - 1993).

Con Luigi completiamo la prima coppia “ideale”. Ogni pilota di cui abbiamo parlato fino ad ora ha il proprio compagno “naturale”, o per legami di sangue, o per quelli di razza. Le caratteristiche di Luigi in Mario Kart 64, sono simili ma non identiche a quelle di Mario. Prestazione e peso nella media quindi per un personaggio che per forza di cose non poteva differire troppo dal fratellone. In Double Dash, a bordo dello stesso Kart, la loro intesa dovrà essere ancora più rilevante per avere la meglio sugli altri avversari. Già immaginiamo le piste riempite da fireball!

Luigi


Daisy

Anni di Nascita: (“Super Mario Land” GB 1989)
Giochi principali: Torna di tanto in tanto quando c’è bisogno di una larga rosa di giocatori, come in Mario Golf e Mario Party. Ma non è mai stata protagonista di un gioco.

Si dice che sia la sorella di Peach, e pare pure che tra lei e Luigi ci sia del tenero, ma di più non si sa su questo personaggio. E’ la prima volta che la vedremo in sella ad un Kart e non sappiamo dirvi molto sulle sue capacità. Misteri anche sul suo bonus: padellate? Ombrellate? Ah no quella era Peach... Magari si è portata dietro le mazze da golf...

Daisy


Birdo

Anno di nascita: 1986 (“Super Mario Bros. 2”)
Giochi principali: Dopo averci procurato qualche grattacapo in “Super Mario Bros. 2” ed essere apparsa in Mario RPG, è stata lontana dai nostri schermi fino a “Mario Tennis”. Su GameCube non ha fatto in tempo a posare le mazze da golf, che si ripresenta a bordo di un Kart.

Vi abbiamo già detto che Yoshi è il nome di una specie animale: non è del tutto esatto. Pare che Yoshi sia il nome del sesso maschile di questa razza, mentre Birdo è il nome di quello femminile (non cominciamo a fare battute sulla sua anatomia, per favore…). Se gli Yoshi sono caratterizzati da vari colori, Birdo al contrario è stato sempre rappresentato dal rosa allucinante. Non aveva mai partecipato ad una corsa di Kart, ma cosa non si fa per il proprio partner? Probabile che non abbia perso il vizio di sputare uova giganti…

Riassunto delle puntate precedenti...

Questi sono i personaggi che vi abbiamo presentato negli scorsi appuntamenti


Mario
Anno di nascita: 1983 (“Mario Bros.”)
Giochi Principali: L'intera saga platform (1985-2002), Super Mario RPG (1996), Paper Mario (2001), le serie Mario Kart/Party/Golf/Tennis e Smash Bros. (1992-2003).

Anche se la prima apparizione dello sprite di Mario, così come quello di Peach, risale a Donkey Kong, solo in “Mario Bros.” il personaggio viene battezzato col nome attuale. Dalla prima versione di Mario Kart (Super Nes, 1992), Mario ovviamente non ha mai saltato un appuntamento con la serie: com’è lecito aspettarsi dal primo player a sinistra, quello selezionato da default insomma, Mario è il concorrente “medio”, che non eccelle in nessuna caratteristicha, ma si difende sufficientemente su tutte. Il classico personaggio che si seleziona nelle prime partite, per impratichirsi, ma che si scarterà in favore di altri più performanti non appena si diventa più “skilled”. Grazie al suo peso non eccessivo, riesce a superare in accelerazione i concorrenti più pesanti ma non raggiunge i picchi di velocità dei “superleggeri”. Non riesce sempre ad avere la meglio negli scontri fisici, ma è piacevole da guidare, e rimane tra i più simpatici.

Riassunto delle puntate precedenti...


Peach

Anno di nascita: 1985 (“Super Mario Bros.”)
Giochi principali: per la prima volta selezionabile in Mario Bros. 2 (1988), è stata scelta per Mario Kart/Party/Golf/Tennis e per Smash Bros., ma si è fatta rapire in quasi tutti gli episodi di Super Mario.

Peach è il primo dei tre personaggi “fast” che andremo a conoscere. Sebbene sia piuttosto veloce, perde il confronto con tutti e due i rivali dello stesso peso; è raro trovare un giocatore che la prediliga, e lei se ne rimane lì buona, in attesa del solito “io cambio personaggio” nelle estenuanti sfide in multi giocatore. E' invece la scelta prediletta di tutte le pulzelle che riuscirete a far avvicinare una volta almeno a Mario Kart.
Ovviamente negli scontri a tre o quattro giocatori Peach diventa indispensabile per i giocatori che utilizzano i personaggi leggeri e che perdono troppo tempo nello schermo di selezione dei personaggi vedendosi sottrarre il preferito. E’ veloce e agile nelle curve, ma meglio evitare i contatti più duri, soprattutto con i personaggi più pesanti.

Peach


Yoshi

Anno di nascita: 1991 (“Super Mario World”)
Giochi principali: Super Mario World, Yoshi’s Cookie (1993), Yoshi’s Safari (1993), Yoshi’s Island (1995), Yoshi’s Story (1998), i vari Mario Kart/Party/Golf/Tennis e Smash Bros.

Yoshi in realtà fa la prima comparsa in “Super Mario Bros. 3” (1990), ed era semplicemente la trasformazione del re del settimo mondo, causata da un incantesimo per mano di Bowser. Yoshi, per amor di precisione, non è un nome proprio ma il nome di un'intera specie di dinosauri.
In Mario Kart 64 Yoshi è secondo solo a Toad, e comunque le loro prestazioni sono molto simili, tanto che la scelta tra i due potrebbe essere dettata puramente dal loro aspetto estetico. Come Peach anche Yoshi deve evitare gli scontri con i “big” di Mario Kart, sempre se riusciranno a starvi dietro… Fila che è una meraviglia, e si guida che è un amore. Nel nuovo episodio è probabile che la sua lingua elastica sia piuttosto deleteria per tutti gli avversari che gli capiteranno a tiro.

Yoshi


Baby Mario

Anno di nascita: 1995 (“Yoshi’s Island”)
Giochi principali: Yoshi’s Island, Mario Golf (1999)

E’ la prima new entry nel mondo di Mario Kart e difatti non se ne sa molto, ma è già campione di simpatia, soprattutto a bordo della sua carrozzina. A prima vista non sembrerebbe un avversario troppo pericoloso: considerando il peso infinitesimale si potrebbe pronosticare un'accelerazione spaventosa penalizzata da una velocità non troppo elevata; dopotutto è sempre un bebè, e sempre alla guida di un passeggino... Consigliamo vivamente di stare alla larga dal suo bonus personale.

Baby Mario


Koopa

Anno di nascita: 1983 (“Mario Bros.”)
Giochi Principali: tutta la serie platform eccetto Super Mario Bros. 2, Yoshi’s Island e Super Mario Sunshine; selezionabile solo in Super Mario Kart, Mario Golf, Mario Tennis (2000) e presente nel party di Paper Mario.

Dopo aver scorrazzato per i tracciati di "Super Mario Kart", Koopa pare abbia deciso di riposarsi per una generazione, ed è pronto a duellare di bonus e gas per piazzarsi sui podi di "Mario Kart: Double Dash!!". Anche su di lui, quindi, poniamo un bel punto interrogativo. Di sicuro va su un kart ricavato da un enorme guscio di tartaruga; la sua piccola stazza porterebbe a paragonarlo ai vari Yoshi e Peach, ma per adesso di più non possiamo dirvi… Anzi, sì: in qualche screen compare un misterioso bonus a forme di guscio alato…

Koopa


Donkey Kong

Anno di nascita: 1981 (“Donkey Kong”)
Giochi principali: Donkey Kong, Donkey Kong Country 1-2-3 (1994-1996), Donkey Kong Land 1-2-3(1995-1997), Diddy Kong Racing (1997), Donkey Kong 64 (1999), e i Mario Kart/Golf/Tennis/Party.

Donkey Kong è il primo personaggio di taglia forte che esaminiamo. L’accelerazione non è il suo forte, ma una volta che ha preso lo slancio è difficile da fermare. Nelle curve mantiene la velocità e di solito ha la meglio negli scontri fisici con gli altri concorrenti. Se vi piantate su qualche bordo e venite rovesciati da un bonus avversario, però, dovrete ricominciare la rimonta delle posizioni.
Un personaggio per chi ama giocare duro, e sporco. Ovviamente nel multiplayer è ottimo per spianare tutti gli altri avversari: i palloncini volano via come per magia.

Facce da Kart

Ci siamo. Mario Kart: Double Dash!! è alle porte: Nintendo ha voluto fare agli utenti europei uno degli omaggi più graditi dell’era GameCube, ed il gioco sarà lanciato nel giro di un paio di settimane su tutto il globo terrestre. La nostra redazione (così come tutte le redazioni del mondo) sta già fremendo all’idea di mettere le mani sulla versione definitiva del gioco, che, nel momento in cui sto scrivendo queste righe, è esplosa in una valanga di screenshot che rivelano alcuni dettagli tenuti finora piuttosto nascosti. Inoltre, arrivano le prime valutazioni dalle testate giapponesi e sembra che stavolta Nintendo non abbia sbagliato proprio niente.
Multiplayer vi accompagnerà fino al lancio del gioco previsto per il 14 Novembre nel nostro amato Paese con speciali e notizie: in questa prima rubrica divisa in tre appuntamenti, andremo a conoscere tutti i protagonisti di Mario Kart: Double Dash!!, rispolverando vecchie conoscenze e salutando i nuovi piloti di questo pazzo pazzo mondo. Come saprete, in questo nuovo episodio della serie ogni “kart” ospiterà due personaggi contemporaneamente che si alterneranno alla guida del mezzo per sfruttare al meglio le qualità di ciascun character. Questa scelta ha portato ovviamente Nintendo a raddoppiare il numero della rosa dei piloti, salito ufficialmente a 16 (e stranamente manca Toad… sarà sbloccabile in qualche modo?): in questo appuntamento conosceremo altri 5 piloti.