Fattore X: Il forum intervista Dean Takahashi  0

Si è svolta pochi giorni fa un'intervista all'autore di "Il Fattore X" Dean Takahashi, i cui protagonisti sono stati gli utenti del forum. Questo articolo riassume tutto quello che è emerso dallo speciale evento.


In occasione della prossima pubblicazione del libro dalle nostre parti, Dean Takahashi si è reso disponibile per un’intervista sul forum di Multiplayer.it, dove ha risposto alle domande poste dagli utenti per tre giorni, dal 20 al 22 dicembre. Sono emersi diversi particolari ed eventi interessanti che saranno probabilmente più approfonditi all’interno del libro, oltre ad alcune considerazioni personali di Takahashi che meritano sicuramente una lettura. Riportiamo in questo articolo tutte le domande poste dagli utenti del forum nel corso dell’intervista (segnalati con i nickname utilizzati all’interno del forum di Multiplayer.it) e le risposte fornite dall’autore.

mr.kudos: Uscirà una versione Deluxe di Xbox 360, con hd-dvd integrato e hdd piu capiente?
Dean Takahashi: Microsoft deve considerare attentamente cosa accade nel mercato. Se Sony inizia a guadagnare terreno nelle vendite con PlayStation 3 fino a sorpassare Xbox 360, Microsoft deve capire il perché. Se il motivo è la presenza di giochi migliori, allora Microsoft non beneficerebbe molto dal lanciare un bundle con hardware più costoso. Se PlayStation 3 avanza per via di un hardware migliore, allora la casa di Redmond potrebbe provare a competere con un bundle comprensivo di HD-DVD drive o un hard disk più capiente. In tal caso, l'HD-DVD sarebbe comunque sempre utilizzato solo come lettore di film, senza la possibilità di essere sfruttato per i giochi.
Sarebbe più difficile per Microsoft lanciare una nuova versione di Xbox 360 che possa usare l'HD-DVD come supporto per i giochi, perché l'hardware della console è progettato per ricevere dati da un drive DVD, non HD-DVD. Non so se sarebbe tecnicamente possibile cambiare questa cosa. Sappiamo che Microsoft potrebbe inserire i giochi in supporti ibridi che abbiano i dati in formato DVD da un lato e HD-DVD dall'altro, in modo da essere compatibili con eventuali versioni diverse di Xbox 360 ma perché mai dovrebbero farlo? Inserire un nuovo hardware in mezzo al ciclo di una console porterebbe solo confusione nel mercato e alti costi di produzione. L'importante, nel business dei videogiochi, è semplificare e mantenere i costi di produzione più in basso possibile. Se si introduce un nuovo SKU, si incorre in costi più alti, potrebbe allontanare coloro che non se lo possono permettere. Capisco che Microsoft debba essere competitiva con Sony, e al momento penso proprio che lo sia, se si inizia ad apporre modifiche nell'hardware offerto, è un segno sì dell'essere competitivi, ma anche in difficoltà.

mr.kudos: Cosa rappresenta il marchio Xbox nell' industria videoludica?
Dean Takahashi (d’ora in poi contrassegnato con D.T.): La risposta è all'interno del libro, ma vi darò un'anticipazione: Microsoft ha studiato il brand come qualcosa che metta i giocatori al centro di tutto, attraverso la customizzazione e la personalizzazione. Credo che i giocatori lo vedano come un buon bilanciamento tra buona progettazione, tecnologia e costi bassi. E' un sistema per hardcore gamers che preferiscano spendere più nei giochi che nell'hardware. Tutto è partito dal settore hardcore dei giocatori, che amavano Halo e giocavano online con Xbox Live, ma sta crescendo verso un più vasto mercato di massa.

mr.kudos: come si evolverà e sotto quali aspetti il servizio Xbox Live, all' apparenza perfetto? E soprattutto arriveranno in Europa i download di materiale video...?
D.T.: Io credo che il digital delivery di film e TV possa migliorarlo. Penso che l'espansione dell'offerta Xbox Live Arcade possa aumentarne l'appeal. Credo anche che il concept di Live Everywhere di fondere utenza Xbox 360, PC e mobile (cellulari) porterà il sistema ad un nuovo livello. Se possono raggiungere tale obiettivo, allora il Live sarà decisamente più affascinante per più ampie fasce di pubblico.

mr.kudos: A cosa e' dovuta la maggiore attenzione da parte delle software house (terze parti) nei riguardi di Xbox 360?
D.T.: Penso che Microsoft abbia fatto forza su una delle debolezze di Sony, che è la percezione di questa presso gli sviluppatori, con i quali si pone in maniera arrogante. Microsoft è invece partita dagli sviluppatori, chiedendo loro cosa volessero in un sistema da gioco e creando strumenti che migliorassero la produttività nello sviluppo dei giochi.

mr.kudos: E' stata una scelta determinante, a livello commerciale, quella di lanciare Xbox 360 prima di PS3? Crede che il mercato sia della prima macchina performante che arriva sul mercato? In questo caso come spiegherebbe la sconfitta di Dreamcast di Sega?
D.T.: Io credo che sia stato un caso che Xbox 360 sia stata lanciata prima di PlayStation 3. Microsoft non voleva arrivare in ritardo, ma non sapeva che Sony avrebbe allungato i tempi. Nella scorsa generazione, con tutte le caratteristiche della macchina praticamente equivalenti, Microsoft ha notato la stessa crescita nella curva delle vendite con Xbox rispetto a quella di Sony con PlayStation 2. Ma poiché Xbox è uscita 20 mesi più tardi, si è sempre trovata ad inseguire. Lanciando la console prima, è Microsoft adesso a mettere pressione a Sony, che in compenso sta cercando di far sembrare Xbox 360 obsoleto come fece con Dreamcast prima del lancio di PlayStation 2. Ma per il momento Microsoft è uscita a testa alta dal confronto.

mr.kudos: Qual è il ruolo del marketing e la sua importanza all’interno di questo business?
D.T.: Il marketing è molto importante. E' la ragione per la quale Nintendo ha perso l'ultimo round. Nintendo aveva una console buona e potente, ma ha costruito un case viola, e l'ha fatta sembrare come un giocattolo, così si è creato lo stereotipo che fosse un sistema per bambini. Gli adulti, che invece sono la sezione crescente del mercato, sono rimasti a distanza, cosa che ha condannato il GameCube. Sony ha invece cercato di indirizzare i prodotti ad un pubblico più vasto, Microsoft si è rivolta a giocatori adulti pari a coloro che usano il PC. Il marketing è importante.

mr.kudos: Cosa pensa di PS3?
D.T.: Penso che PlayStation 3 sia un ottimo sistema. Ha ottimi giochi come Resistance: Fall of Man, ma non credo che abbia un grosso vantaggio nei confronti di Xbox 360 e Nintendo Wii. Ogni sistema ha giochi interessanti. Questo significa che Sony perderà parte del mercato a causa del prezzo alto della console, credo che abbiano in larga parte sbagliato la gestione del lancio. Sembra che abbia meno unità disponibili rispetto a quante ne aveva Microsoft l'anno scorso all'uscita di Xbox 360, mentre Nintendo ha mostrato cosa può accadere con un'eccellente strategia di lancio.
Sony ha trascurato l'Europa, ed è proprio lì che si combatterà la battaglia decisiva. Dal momento che Microsoft ha esclusive su giochi che hanno peso per il mercato europeo, come FIFA, la cosa potrebbe danneggiare Sony nel vecchio continente. Sony è nella stessa posizione negativa in cui era Microsoft un anno fa, ma il problema è maggiore perché i giocatori non possono avere PlayStation 3, e potrebbero dunque optare per un Xbox 360 o un Wii. E se lo fanno, Sony avrà perso definitivamente degli acquirenti.

turutone: uscirà una terza Xbox?
D.T.: Questa è una mia anticipazione personale: sì, credo che uscirà. Mi aspetto di vederla lanciare sul mercato circa 5 anni dopo quello che è stato il debutto di Xbox 360. Quindi, dovrebbe apparire nel 2010.

lus1893: Come è venuto in mente ai creatori di Xbox 360 di introdurre i risultati sbloccabili? Crede sarà possibile, in un prossimo futuro, l'utilizzo dei punti derivati dal raggiungimento degli obiettivi per l'acquisto di bonus o simili?
D.T.: Non so rispondere precisamente a questa domanda. So che la cosa è venuta fuori dal team Xbox Live, ma non so esattamente chi abbia immaginato per primo i Risultati Sbloccabili e il Gamerscore, questa sarebbe una buona domanda da fare a Microsoft. Penso che sarebbe un'idea eccellente quella di ricambiare la fedeltà dei giocatori convertendo i punti della Gamertag rendendoli utili ad essere spesi nel marketplace, ma non so proprio se lo faranno.

Atia_Visla: In che senso Xbox 360 è più accessibile rispetto a PS3?
D.T.: Costa meno, la trovi sul mercato a 400 dollari rispetto ai 600$ a cui trovi PS3. Questo significa che una fascia economica più vasta di persone se la possono permettere. E' più facile da usare sotto diversi aspetti: come per quanto riguarda i controller wireless. Con Xbox 360, è veramente facile connettere un controller wireless alla console e usarlo per accendere il sistema. Xbox 360 inoltre rende il gioco online facile e piacevole da attuare, devi solo registrare un account una volta e la console registra la traccia di tutti i tuoi abiettivi raggiunti per qualsiasi gioco. Queste cose rendono Xbox 360 affascinante per tante persone al di là degli hardcore gamers.

Atia_Visla: Quali sono i fattori principali che rendono una console facile da programmare?
D.T.: Essere aggiornati e sapere quando arriveranno gli strumenti per lo sviluppo dei giochi per una console è essenziale. Microsoft ha sempre aggiornato i suoi strumenti di sviluppo nella storia di Xbox e Xbox 360. Se hai buoni strumenti che aumentano la produttività dei programmatori, allora la console è necessariamente più semplice da programmare. Se usi un'architettura che gli sviluppatori capiscono e conoscono, sia per quanto riguarda i processori che i chip grafici, allora sarà più semplice programmare. Sviluppare codice per core multipli è intrinsecamente più difficile che programmare per una sola CPU, ma se hai strumenti che semplificano la coordinazione tra i core, allora il sistema risulterà più semplice da domare. Al di là di questi motivi, questa sarebbe un'ottima domanda da porre agli sviluppatori.

The_Icegun: La PS2 ha avuto molto successo grazie alle case videoludiche più prestigiose dedicate alla console SONY come Konami, Capcom e Square-Enix, e sopratutto ai loro titoli di maggior successo come Final Fantasy, Metal Gear Solid, Devil May Cry, Resident Evil, Kingdom Hearts, e via dicendo. Molte persone acquisteranno sicuramente a occhi chiusi la nuova Playstation, per rivivere nuove esperienze con i seguiti dei giochi citati prima, così ponendo la PS3 come una console acquistabile principalmente per la sua gamma di giochi e non per la potenza grafica. Al contrario dell'Xbox che è stata resa famosa grazie al suo gioco-simbolo, Halo, e alle sue prestazioni.
Ora tenendo conto di questo discorso, l'Xbox 360 riuscirà a diventare una console acquistabile principalmente per la sua gamma di giochi e non per le sue grandi prestazioni, e potrà dare a milioni di persone giochi come Metal Gear, Final Fantasy, ecc... e tutte le altre perle che hanno reso famosa la PS2?
D.T.: Questo è il momento più difficile da superare per Microsoft. Sony è sulla cresta dell'onda, perché ha la piattaforma più popolare, ha la fiducia degli sviluppatori, ha i giochi più esclusivi e la più grossa fetta degli investimenti di coloro che producono i giochi. Anche adesso, Sony ha più del doppio degli sviluppatori di videogiochi rispetto a quelli che sono al lavoro per Microsoft, ma quest'ultima ha speso un bel po' di soldi e sta guadagnando terreno. Ha tolto alcune importanti esclusive a Sony, incluso Grand Theft Auto, ha Halo e Gears of War, ha investito pesantemente nella sua lineup per il 2007, con tra gli altri Too Human, Crackdown, Mass Effect e le serie Tom Clancy's. Ha convinto Ubisoft a stringere un contratto di esclusiva per Splinter Cell, e EA a rendere FIFA un esclusiva in Europa. Tutti questi sono franchise importanti. Molti dei grandi sviluppatori giapponesi preferiscono ancora Sony, ma diversi altri stanno creando titoli cross-platform. Questo è un problema che Microsoft può risolvere con tempo, esperienza e denaro.

Evil_Jin: è a conoscenza di quale siano i piani di Microsoft per risollevare la situazione in Giappone e sopratutto non si è mai pensato ad una partnership con qualche softwarehouse giapponese?
D.T.: Sono preoccupato per quanto riguarda il futuro di Microsoft nel mercato giapponese. Dovrebbe davvero pensare di comprare un grosso publisher nipponico per risolvere i suoi problemi. Microsoft si è sforzata molto di più con Xbox 360 in questo senso, investendo su sviluppatori come Mizuguchi, Sakaguchi, Itagaki e altri. Blue Dragon ha venduto bene, particolarmente con il bundle, ma Xbox 360 sta comunque vendendo veramente poco in Giappone. Hanno fatto un grosso errore a non posticipare il lancio della console, una volta visto che i giochi maggiori non erano ancora pronti a supportarlo, non so se possono recuperare adesso. Non so se hanno ancora voglia di continuare a investire denaro sul mercato giapponese, e se io fossi uno sviluppatore nipponico, abbandonerei la piattaforma in Giappone per scarsità di base installata.

Freeman: Crede che il supporto DVD sarà sufficiente per tutta questa generazione? Sul lungo periodo non potrebbe risentire della sua bassa capienza, in relazione a supporti come Blu-ray o Hd-Dvd?
D.T.: Credo che il supporto DVD sia adeguato per il momento. Ci sono solo altri 4 anni circa prima che Microsoft lanci la sua nuova console. Gears of War sta tutto in un disco: è un gioco corto, ma la capacità di un DVD non è stata un limite nello sviluppo. Abbiamo visto diversi giochi su PC usare dischi multipli, non ha comportato grandi spese aggiuntive per i publishers. Se necessario, i giochi possono essere suddivisi in vari dischi, come ha fatto Nintendo con Resident Evil 4 per GameCube. Forse ai giocatori non piace molto, ma non è un fattore che ne fa escludere l'acquisto.

Freeman: Il marchio Xbox ha assunto una sua importanza e rilevanza verso i casual gamers, rispetto al marchio PlayStation?
D.T.: Penso che giochi come Hexic HD su Xbox Live Arcade e Viva Pinata siano buoni tentativi di colpire i casual gamers. La teoria è che i casual gamers userebbero alcuni aspetti particolari di Xbox 360: il music player o il lettore video e potrebbero essere attirati verso i videogiochi da un membro della famiglia appassionato. I casual gamers non vogliono spendere molto per i giochi, però apprezzano il fatto di poter giocare in multiplayer online con altri giocatori, ma preferiscono non spendere per abbonamenti specifici. E' una questione dai molteplici aspetti, Sony ha dominato in tale categoria con PlayStation 2, ma non avrà molti vantaggi per quanto riguarda PS3.

Freeman: Il brand Gears Of War può diventare il "simbolo" di Xbox insieme ad Halo?
D.T.: Quel gioco ha già venduto più di 2 milioni di copie, cosa che rappresenta un più alto tasso di penetrazione nel pubblico rispetto anche ad Halo, all'inizio. Ci sono anche più console rispetto a quelle che erano presenti all'epoca, eppure è chiaro che Microsoft ha creato un altro, nuovo, importante franchise insieme ad Halo. Ha ricevuto davvero un'ottima accoglienza, sia per quanto riguarda il gioco in singolo che in multiplayer. La gente si aspetta che sia simile all'FPS Bungie, ma la sua struttura è decisamente diversa: è più strategico, piuttosto che sparatutto puro, si focalizza maggiormente sulle tattiche da attuare. Credo che questo sia il motivo per cui si è dimostrato così apprezzato, potrebbe concorrere con Halo 3 in popolarità. Ma alla fine penso che Halo 3 sarà superiore a Gears of War, in termini di venduto.

Freeman: Gli sviluppatori stanno avvertendo il "cambio di rotta" rispetto al passato, e quindi si preannuncia una generazione piena di titoli multipiattaforma, anche di grosso calibro. Crede che Xbox360 sia avvantaggiata o svantaggiata sotto questo profilo?
D.T.: Credo che gli sviluppatori vogliano che ci siano tre forti produttori di console. In effetti, preferiscono supportare tutti, in modo da avere più possibilità di vendita e di guadagno. L'esclusiva sarà un eccezione, non la regola. Xbox 360 può essere competitiva perché sviluppatori e publisher spesso utilizzano il medesimo comparto artistico e audio/video per le diverse piattaforme, ovvero è difficile che creino qualcosa che su PlayStation 3 appaia veramente superiore rispetto a Xbox 360.

ginkobilobav2: Microsoft supporterà in massa il formato HD-DVD, o resterà una semplice opzione generica?
D.T.: Non ho capito bene la domanda. Se è come penso io, Microsoft ha scelto il formato HD-DVD per una serie di ragioni: è compatibile con Windows Vista, usa la compressione VC1 di Microsoft e in generale si pensa che la produzione di tali supporti sia più semplice di quella del Blu-ray. C'era un lungo articolo sul New York Times riguardo a questo argomento, non sono sicuro tuttavia che Microsoft possa vincere la battaglia dei formati.

ginkobilobav2: Qualche notizia sul futuro di Bungie?
D.T.: Non conosco niente al di là di ciò che ha detto Microsoft stessa. Stanno creando un nuovo studio con Peter Jackson che include l'ex manager di Bungie Pete Parsons. Questo è quanto è stato annunciato. Stanno creando Halo 3, stanno lavorando a un gioco di Peter Jackson inserito nell'universo di Halo, e Ensemble Studios sta sviluppando un RTS basato sempre sulla creatura Bungie. Il film è attualmente stato bloccato a causa di problemi con gli studios cinematografici.

RyoHazuki360: Quando è nato il progetto Xbox 360?
D.T.: La risposta è nel libro. Xbox 360 è stato sempre in mente presso Microsoft, anche al momento della creazione della prima Xbox. Ma il progetto è diventato sempre più grande: Nick Baker, un progettista di chip, iniziò a lavorarci nel gennaio del 2002, un giorno dopo che Microsoft aveva cancellato il registratore satellitare UltimateTV, è stato il primo ad iniziare a lavorare approfonditamente al progetto. J Allard assegnò il lavoro ad un team composto da pochi elementi, e lui stesso fu poi distratto dal lancio di Xbox Live nel novembre 2002. Dopo questo evento, i lavori presero a ingranare in maniera decisa.

RyoHazuki360: Come ha fatto il processore 3 Core ad arrivare prima su una console che sul mercato PC?
D.T.: Credo che Intel abbia a lungo ignorato diversi segnali che indicavano il raggiungimento del limite dei megahertz. Ha continuato a produrre velocissimi e potenti chip single core sempre, fino alla cancellazione definitiva di Tejas, il successore di Pentium 4, nel 2004. IBM, nel frattempo, e gli stessi ingegneri Microsoft della sezione sviluppo chip avevano intravisto il bisogno di passare ad architetture multi core a causa dell'efficienza nella distribuzione della potenza e del calcolo, in modo da bilanciare le performance, i costi e la potenza generale del sistema.

thandrew: Che tipo di periferiche potranno uscire in futuro per la 360? E quali potrebbero essere i loro possibili utilizzi?
D.T.: Non ho idea di che cosa potremo vedere. Sono già arrivate webcam, volanti e controller che funzionano sia su PC che su Xbox 360, mi piacerebbe vedere un cockpit completo per i simulatori di volo sullo stile di quello costruito da Konami per Steel Battalion. Mi aspetto che Xbox 360 diventi maggiormente riconoscibile come parte di una rete domestica con il lancio di Windows Vista e i crescenti sforzi di Microsoft per rendere il computer il centro della strumentazione digitale in casa. In altre parole, sarà la stessa Xbox 360 a diventare una sorta di periferica. Mi piacerebbe che i nostri telefoni cellulari diventassero uno strumento per accedere ad Xbox 360, come ha annunciato da Microsoft con la presentazione di Live Anywhere (che per sbaglio ho chiamato Live Everywhere). Mi hanno anche detto che hanno intenzione di cambiare quel nome.

thandrew: Generalmente i giochi nell'arco del primo anno di uscita non rappresentano la vera potenza della console. Secondo lei un gioco come Gears of War ,considerato da tutti tecnicamente superiore alla maggior parte dei titoli usciti fin ora, quanto sfrutta della potenza della 360 ? Quali potranno essere i prossimi limiti da superare?
D.T.: Gears of War sembra certamente spingere l'hardware al limite, ma ci saranno altri giochi basati su Unreal Engine 3 che porteranno Xbox 360 verso nuovi livelli. Credo che Halo 3 mostrerà grafica ed esperienze di gameplay migliori, almeno è ciò che io spero, spero anche che un gioco come Mass Effect possa portare nei videogiochi animazioni facciali credibili e conversazioni di alto livello. Considero questo come la frontiera finale dei giochi, e spero che qualcuno sappia creare un volto umano che sembri vero e che parli in maniera credibile, con i giusti movimenti dei muscoli, sguardi profondi e aspetto intelligente. Gears of War non ci riesce, così come nessun altro gioco al momento.

thandrew: Quali potranno essere gli sviluppi futuri del LIVE considerando un probabile aumento della potenza della rete? Sarà solo che i giochi online saranno in tutto e per tutto uguali alle loro controparti offline, oppure ci sono idee nuove che potrebbero essere finalmente realizzate?
D.T.: Mi piacerebbe vedere la banda larga attraversare tutto il mondo ma ci vorrà del tempo per raggiungere tale risultato. Quando il network mostrerà potenziamenti in ogni anello della catena, allora Microsoft potrà potenziare l'esperienza online in diverse maniere. Potranno incrementare il numero dei giocatori in ogni gioco, migliorare la grafica e creare titoli che uniscano il pubblico PC e quello Xbox 360. Spero che tale giorno non sia troppo lontano, ma è una grossa richiesta.

PredatorIschia: Qual'è stato il momento più difficile nella progettazione del 360?
D.T.: Quel momento è raccontato nel libro: penso che sia quello legato alla retrocompatibilità. In un primo momento, il marketing non si è curato molto della retrocompatibilità, i tecnici hanno allora abbandonato quella strada, ma poi il settore marketing ha attuato un'altra analisi, notando che un sacco di persone stava giocando ancora ad Halo 2 su Xbox Live, ed era chiaro il bisogno di portare il gioco anche su Xbox 360. Oltre a quello, c'erano diversi altri titoli ai quali il pubblico stava giocando, appartenenti alla ludoteca Xbox, dunque Microsoft ha dovuto impegnare una grossa fetta di manodopera per rendere la retrocompatibilità funzionante.

PredatorIschia: C'è qualcosa che avete dovuto rinunciare in sede di progettazione nella realizzazione del 360? Se sì, vi siete promessi di inserirla nella prossima console Microsoft oppure è stata definitivamente abbandonata?
D.T.: Credo che Microsoft abbia considerato il fatto di creare un altro SKU con la versione completa di Windows funzionante su Xbox 360. Per qualche ragione, hanno deciso di cancellarlo. Rimane come possibilità, ma credo che Microsoft l'abbia cancellato per buone ragioni. Converrete che avrebbero potuto tranquillamente inserire un browser internet nella console, ma hanno poi deciso che sarebbe stato superfluo. Credo che abbiano preso la stessa decisione per quanto riguarda Windows su Xbox 360. Il nome in codice per tale progetto era Helium, e credo sia ancora attivo.

masterpiece: qual'e il genere di gioco che preferisce?
D.T.: Ho molti generi preferiti: mi piacciono gli FPS come Halo, amo gli RTS e i giochi militari come Medieval II Total War e Company of Heroes. Occasionalmente mi piacciono anche giochi di guerra come Combat Mission.

masterpiece: qual è l'esclusiva Sony che le piacerebbe vedere su Xbox 360?
D.T.: Resistance: Fall of Man è per il momento il miglior gioco che ho visto su PS3, mi piacerebbe vederlo anche su Xbox 360, per la sua somiglianza ad Halo.

masterpiece: Cosa ne pensa di wii?
D.T.: Ho opinioni miste riguardo a Wii. E' la mia terza scelta come console al momento perché non ha killer application come Gears of War su Xbox 360 o Resistance au PS3, ma sono ottimistico sul suo futuro e credo che faranno bene all'interno del mercato. Mi piace giocare titoli da famiglia sul Wii come Wii Sports e Zelda, mi aspetto di vedere grandi titoli che spingeranno la console ai suoi limiti. Non sono rimasto impressionato dagli sparatutto come Call of Duty 3, mi preoccupo solo del fatto che possano restare a corto di idee, ma al momento, ci sono grandi cose in arrivo su Wii.

palpatine76: In futuro si potranno superare i 50Mb di grandezza per i giochi del Live Arcade?
D.T.: Purtroppo, non so davvero rispondere a questa domanda.

Foolver: Il problema della pirateria su una console, è da considerarsi un reale problema finchè spinge piò o meno fortemente le vendite delle console stessa?
D.T.: Credo che ci sarà molta meno pirateria su Xbox 360 rispetto a quanta ce ne è stata su Xbox. Sono riusciti a crackare il formato DVD, ma crackare Xbox 360 è un compito molto più arduo. Il libro spiega che all'epoca, gli hackers sono riusciti a crackare l'Xbox originaria in poche settimane, ma questa volta Microsoft ha preso delle precauzioni. Se si riesce a "piratare" una Xbox 360, hai crackato quella, non tutti i modelli, e sono state usate misure di sicurezza come criptazioni sul microprocessore per prevenire hackeraggio. Il risultato finale è che Microsoft sicuramente ne gioverà con vendite maggiori.

diox: Pensa che a livello pubblicitario gli sforzi fatti fino a qui siano stati sufficienti o Microsoft dovrebbe organizzare campagne pubblicitarie più massicce ed esplicite , tipo quella che sta facendo in Italia Nintendo con il suo Wii? Anche perché in molti paesi, come l'Italia, Sony ha ancora la supremazia sul mercato e i videogiochi stessi sono spesso strettamente correlati al brand PlayStation.
D.T.: Queste sono ottime domande. Non conosco l'esatto ammontare della spesa che ogni maggior produttore di console investe in pubblicità al livello mondiale, ma hai ragione: se Microsoft è più debole, dovrebbe spendere più dei propri rivali in modo da catturare più l'attenzione. Dovrebbe inoltre stabilire un messaggio chiave che dia ad ognuno modo di preferire la propria console rispetto alle altre. Ma se la compagnia spende troppo, non sarà mai in attivo all'interno del business, e un business non profittevole non è sostenibile. Quindi Microsoft deve cercare di raggiungere un equilibrio. Hanno fatto buone cose nell'ambito del "viral" marketing, attraverso promozioni come www.ilovebees.com, rispetto a quanto hanno fatto i rivali.

diox: Xbox 360 si è dimostrata una splendida console a livello di software e qualità globale dei titoli fin dal primo giorno , allo stesso modo fin dal primo giorno ha mostrato grossi problemi di affidabilità hardware per via di processi produttivi non proprio collaudatissimi. Visto l'elevato numero di console che dal day one ad oggi sono state sostituite in garanzia , quale sarà il comportamento di Microsoft una volta che la garanzia sarà scaduta con quelle macchine che sono state prodotte con i vecchi processi? So che quelle attualmente prodotte beneficiano di nuovi processi che le rendono più affidabili. Qual è la stima reale di console difettose sostituite da Microsoft? Nessuno crede alla storia del 4% raccontata dai call center dell’assistenza.
D.T.: Non so quale sia l'esatta percentuale, le prove sono al livello di puri aneddoti per il momento. La gente continua a lamentare numerose rotture della console e le difficoltà continuano, per Microsoft, nel trovare unità per sostituirle. Penso che questo sia un argomento sul quale Microsoft dovrebbe fare più chiarezza in nome dell'onestà e della reputazione del brand. Penso anche che sia stato vergognoso attendere 10 mesi prima di decidere di sostituire gratuitamente ogni unità difettosa venduta prima del 2006.

diox: Visto l'attuale interesse del mercato per i film in formato HD-DVD Microsoft continuerà a produrre i lettori per 360 senza spingere in modo più diretto il formato oppure avete in mente di supportarlo in modo massiccio su tutti i mercati? Il fatto che il lettore sia uscito solo su alcuni mercati europei desta non poche perplessità a riguardo e molti utenti italiani che lo avrebbero voluto per questo natale (tra cui il sottoscritto) sono rimasti delusi.
D.T.: Penso che Microsoft lo supporterà semplicemente come accessorio opzionale. Ci sono solo altri 4 anni prima del lancio di una nuova console, se si dovesse forzare la revisione dell'hardware prima di quella data, a causa delle condizioni del mercato, sarebbe una mossa negativa all'interno di questo modello di business. Ecco perché dico che sarebbe un atto disperato se Microsoft cambiasse la piattaforma base per quanto riguarda Xbox 360. E proprio per questo, non credo che spingeranno più di tanto l'HD-DVD, rimarrà un accessorio facoltativo.

mr.kudos: crede che presto assisteremo ad acquisizioni di software house da parte di MS? Ad esempio tempo fa si vociferava qualcosa riguardo Epic. Nel caso in cui fosse una possibilià concreta, quali sono secondo il suo parere le software house nel mirino di Microsoft?
D.T.: Grazie per queste belle domande. Sì, mi aspetto di vedere nuove acquisizione di software houses in futuro da parte di Microsoft. La casa di Redmond ha circa 1200 sviluppatori di videogiochi al suo interno, Sony ne ha circa 2500. Ora mi chiedo: chi vincerà la guerra? Io direi la fazione che conta più soldati. Microsoft dice dalla sua che ci sono molti sviluppatori esterni per Xbox 360, ma questi sono vulnerabili, possono essere sopraffatti dai rivali, e Microsoft ha bisogno di contare su più team di sviluppo importanti e capaci, dovrebbe fare più acquisizioni. Certo non è sempre propensa a pagare molti soldi, sono riusciti ad annettersi Bungie per 30 milioni di dollari mentre Rare è stata molto più cara da tale punto di vista, e al momento pare che non sia realmente in grado di ripagare Microsoft degli sforzi economici fatti. E comunque, rimane il problema: che cosa faranno in Giappone? Devono assolutamente comprare più sviluppatori anche là per poter dare una svolta al mercato.

mr.kudos: Gli achievement points, all'inizio sembravano una cosa buffa e inutile, ben presto si sono rivelati per molti utenti (me compreso) una sorta di "droga": crede che l'intento di MS fosse proprio questo? Ancora più che uno stimolo a giocare, una forma di "dipendenza" e di competizione forte e concreta? Altra cosa, io un titolo multiformato ad esempio Call of Duty 3 che esiste per ps3 e X360, non esiterei a prenderlo nella versione per x360 anche solo per gli achievement points, lei crede che nella console war questa invenzione MS possa avere un risvolto positivo sulle vendite dei giochi a favore della console MS?
D.T.: Vedo gli achievement points come un semplice programma-fedeltà, in un certo senso come le raccolte di miglia che fanno le compagnie aeree per spingere il cliente all'affezione verso il gruppo. Sono una cosa buona da avere, ma non mi sembrano un grandissimo punto a favore. Sony e Nintendo potrebbero fare qualcosa di molto simile senza grandi sforzi, il fatto che non l'abbiano ancora attuato non è una mossa molto brillante da parte loro. Dovrebbero farlo, finché non si organizzano in tal senso, Microsoft ha effettivamente un vantaggio.

mr.kudos: A suo avviso, MS manterrà la promessa di coprire in maniera totale la retrocompatibilità del parco giochi Xbox? al momento ahimè carente?
D.T.: Credo che sarà più facile poterla attuare nella prossima generazione. A quel punto, probabilmente aumenteranno le performance aumentando il numero dei core del processore. Non dovranno necessariamente cambiare l'architettura, se puntano ad un aumento di dieci volte nelle prestazioni ogni 5 anni, si arriverà facilmente ad avere abbastanza potenza per usufruire del vecchio codice attraverso emulazione. In ogni caso, credo che abbiano imparato che la retrocompatibilità è importante per ragioni di marketing e che dovrebbe essere sostenuta al massimo.

vincent-dimicco: Oggi l'Xbox 360 ha una base installata di notevole vantaggio rispetto ai concorrenti (soprattutto rispetto a Sony), una produzione software consolidata ed importante con il suo culmine tecnico in un gioco come Gears of War, viene lodata da tutti gli sviluppatori come console potente e facile da programmare, come vede lei l'imminente scontro con Sony la cui PS3 rimane una macchina potentissima anche se difficile da sfruttare a fondo e costosa? Ha tante altre capacità oltre a quelle dei videogiochi (mi riferisco alla possibilità di installare sistemi Linux e usarla anche come un PC) e soprattutto con una base di fedelissimi che la comprerebbero ad occhi chiusi. Sicuramente Sony perderà un sacco di utenza ma quando i programmatori riusciranno a capire come sfruttare a pieno la PS3 lei crede che la casa nipponica potrà recuperare e superare il market share di Microsoft?
D.T.: Grazie mille. Credo che Sony si trovi in un momento un po' duro, e Microsoft in una buona posizione per guadagnare quote di mercato. Sony non ha fatto molto per trasformare PS3 in un PC, e non ha creato software di buon livello per controbattere all'esperienza Xbox Live. Credo che abbia ancora la potenza del marchio dalla sua, ma sta perdendo molte esclusive importanti, ora è Microsoft ad avere molte proprietà di peso. Ha dalla sua una partenza anticipata di un anno, e un hardware che costa meno, mentre Sony ha perso un po' nella sua immagine per via di un alto prezzo della console e della grande scarsità di unità che ha caratterizzato il lancio di PlayStation 3, Microsoft potrebbe sfruttare il vantaggio.
C'è un problema: Microsoft non sta vendendo abbastanza Xbox 360 al momento. Avrebbe dovuto superare agilmente il traguardo dei 10 milioni di unità vendute, invece sta faticando ad arrivarci. Perché? Michael Pachter, un analista di mercato specializzato in videogiochi presso Wedbush Morgan, se lo domanda in un'intervista con il giornalista di Newsweek N'gai Croal, il link all'articolo è questo.

vincent-dimicco: Ed infine una considerazione: qual è secondo lei il motivo che spinge Microsoft a portare alcuni giochi di Xbox 360 anche su PC, non è un rischio con i futuri PC che saranno molto più potenti di queste console? Forse Microsoft vuole sottolineare l'inutilità di una console in futuro in modo da guadagnare clienti unicamente per i suoi futuri sistemi operativi?
D.T.: Penso che Microsoft stia usando XNA e altre strategie per creare titoli cross-platform tra Xbox 360 e Windows, cosa che aiuterebbe a conquistare quote di mercato nel mondo videoludico in generale. Ad un certo punto, il PC supererà Xbox 360, Microsoft ha l'abilità di portare i propri sviluppatori di videogiochi a raggiungere i limiti della potenza, sia per quanto riguarda la console che i PC. Gli sviluppatori sono concordi perché questo lavorare su due piattaforme comporta un doppio guadagno per lo stesso lavoro, rendere più facile la vita degli addetti ai lavori è un modo per vincere la console war.

My_Xbox_360: La prossima Xbox seguirà il cammino dell'attuale Xbox 360, o sarà in qualche modo rivoluzionaria, basandosi su qualche caratteristica che segna una discontinuità con la normale linea delle console, come Nintendo ha fatto con Wii?
D.T.: E' una bella domanda ma non ne ho idea.

128BIT: Microsoft dice di poter vendere in Giappone (con Blue Dragon, Lost Odyssey ecc.) ma non credo che stia facendo molto o che sia organizzata per tale compito, basta vedere la trascuratezza che affligge il Marketplace nipponico per vedere come non sia agli stessi livelli di quello europeo o americano. E perché non fare più accordi con Square Enix?
D.T.: Microsoft ci ha provato. Si sono focalizzati specificamente sugli RPG basati sul gusto nipponico, hanno reclutato sviluppatori importanti come Sakaguchi per Blue Dragon, pensavano che sarebbe bastato a conquistare i fan degli RPG e che il resto sarebbe venuto di conseguenza. Dev'essere stato troppo ottimistico. Microsoft sta attualmente lavorando con Square Enix, che sta facendo qualcosa per Xbox 360, ma la scarsa accoglienza che Xbox 360 sta subendo in Giappone colpisce duramente i rapporti di Microsoft con gli sviluppatori nipponici. Il momento giusto per gli accordi era prima del lancio, adesso che la console si sta dimostrando fallimentare in Giappone, non ci sono incentivi per i publishers ad investire in giochi per Xbox 360.

128BIT: Xbox 360 è una console potente ma non capisco perché Microsoft non ottimizzi il Video Player della console... Se guardo un video e tento di riavvolgerlo, vado incontro a crash e rallentamenti, cosa ne pensa lei?
D.T.: Non sono al corrente di tali problemi. La mia console funziona bene con i DVD, e l'add on HD-DVD funziona bene anche con i contenuti in alta definizione.

128BIT: In molti casi il marketplace di Xbox 360 è davvero molto lento in Italia, particolarmente se paragonato al download attraverso PC. Crede che questa cosa sia destinata a rimanere o nei prossimi 5 anni Microsoft risolverà il problema?
D.T.: Io penso che la struttura broad band in Italia non sia ancora abbastanza forte. Tutti dovrebbero evolversi nei prossimi 5 anni con nuove tecnologie come le fibre ottiche o il VDSL, se l'Italia non lo fa, resterà indietro.

128BIT: Perché i temi e i disegni per la gamercard non sono gratuiti sul Marketplace, non crede che sia ridicolo chiedere soldi per una figura 100x100? D.T.: Se costa dei soldi da produrre, si deve pagare per averla. D'altra parte penso che sia possibile che i fans possano allontanarsi se sono costretti a pagare per cose che dovrebbero essere gratuite.

128BIT: Pensa che sarà possibile nei prossimi 5 anni avere un videogioco di calcio per Xbox 360 che abbia i roster aggiornabili e non soffra di lag durante il gioco online?
D.T.: Non so la risposta a questo quesito.

128BIT: Le faceplate sono state pubblicizzate da Microsoft inizialmente come un nuovo modo per personalizzare la console, e una sua caratteristica importante, ma ne sono state prodotto poche e sono difficilmente trovabili, come mai? Hanno intenzione di abbandonare la caratteristica della customizzazione e la produzione di faceplates?
D.T.: Credo che questo possa essere un problema locale, ci sono una grande varietà di faceplates negli Stati Uniti. Penso inoltre che gli utenti dovrebbero creare le proprie faceplate come preferiscono, e non credo che ne interromperanno la produzione, rientra nel loro marketing. La personalizzazione è il trend del momento.

128BIT: Dov'è finito J. Allard? E' un po' che non si fa vedere...
D.T.: Non so esattamente cosa stia facendo al momento. So che è qualcosa come il chief technology officer della divisione Entertainment & Devices, ultimamente si è occupato dello sviluppo di Zune.

stormfury: L'Xbox 360 avrà aggiornamenti futuri per quanto riguarda il full HD (1080p)?
D.T.: Non lo so, rientra in parte nella prossima risposta.

stormfury: E' prevista l'uscita del cavo HDMI per il 360 visto che il collegamento full digitale potrebbe migliorare la resa video?
D.T.: Penso che Microsoft potrebbe prenderlo in considerazione. E' un costo aggiuntivo, ma non un cambio eccessivamente costoso. D'altra parte, non credo che gli utenti per il momento si curino più di tanto della differenza qualitativa. Io personalmente non riesco a distinguere bene le differenze tra le immagini in 720p e 1080p.

stormfury: Quando avremo il servizio per vedere video/programmi televisivi e film sul marketplace in Europa?
D.T.: Purtroppo non lo so.

VersedSpy: "Microsoft crede talmente tanto nel progetto da aver investito una considerevole somma di denaro per il suo successo, ed è pronta a sostenere Xbox e i suoi successori per almeno 20 anni" (Xbox Magazine Ufficiale, Novembre 2003). Microsoft abbandonerà il mercato dei videogiochi dopo questo periodo?
D.T.: No, sono sicuro che continueranno questo business finché riescono a guadagnare soldi ed eventualmente vincere la console war. E' possibile che ci voglia molto tempo.

VersedSpy: Perchè i Giapponesi sono restii nei confronti di Xbox 360?
D.T.: Penso che preferiscano i concorrenti che hanno base in Giappone. Hanno avuto una reazione veramente negativa al brand la prima volta, la prima Xbox era inoltre davvero troppo grossa per i loro gusti. Hanno diverse scelte per l'intrattenimento in Giappone, come i telefoni cellulari, a loro piacciono giochi particolari, e Microsoft non ne offre abbastanza. Inoltre, stanno sempre di più concentrandosi sulle console portatili.

VersedSpy: Per compensare le scarse vendite del mercato giapponese, crede che Microsoft debba puntare su nuovi meracti, come quello indiano e sudafricano?
D.T.: Sì, penso proprio di sì. Dovrebbero anche investire in luoghi come Corea, Taiwan e Cina, dove i giochi per PC stanno diventando popolari.

RyoHazuki360: Penso che il nome Xbox 360 sia stato dato per le plurime cose che può offrire la console, secondo lei le ha già offerte tutte 360?
D.T.: Credo che Microsoft abbia chiamato in quel modo la console perché non voleva che venisse percepita come inferiore a Sony. Xbox 3 contro PlayStation 3 non sarebbe suonato bene, ci sarebbero certo voluti solo 30 secondi per spiegare la cosa a chi non avesse capito, ma sarebbe comunque stato poco immediato. Allora Microsoft ha provato a scavalcare il problema chiamando la console con il suffisso 360.
Mi piacerebbe che Microsoft riuscisse a inserire più cose dentro a Xbox 360. Il supporto Wi Fi e l'hard disk sarebbero dovuti essere features standard, non credo che la SKU Core sia molto popolare e non mi pare che sia riuscita a conquistare particolarmente nuovi utenti. Si sono forse presi troppe sicurezze e hanno cercato in ogni modo di mantenere i costi della console vicini a al prezzo di vendita. Sony sta cercando di trarre vantaggio da tale situazione con una tecnologia migliore. Credo inoltre che avrebbero potuto fornire il gioco in multiplayer via Xbox Live in maniera gratuita. Sono regali molto costosi, ma sarebbero potuti essere buoni investimenti.

mr. kudos: Proprio in queste ore, abbiamo avuto la notizia dell'arrivo di Virtua fighter 5, di Sega, su console Microsoft, la notizia a scosso in positivo la nostra comunità, suscitando invece sdegno e amarezza negli utenti Sony, i quali credevano di avere il titolo in esclusiva... A questa notizia io reagisco con una forma di stupore, e mi domando se il fine di MS, sia quello di eliminare tutte le esclusive pesanti che Sony ha coltivato nel tempo, rendendola di fatto una console sterile, e in qualche modo "inutile". Lei cosa pensa a tal proposito?
D.T.: Penso proprio che i third parties stiano capendo che possono diffondere i propri giochi su più piattaforme questa volta, perché Sony perderà alcune quote di mercato e la battaglia sarà molto più competitiva. Quando Sony aveva il 70 percento del mercato, poteva permettersi di garantire guadagni maggiori con le esclusive, adesso tale situazione sta cambiando. La battaglia sarà vinta principalmente con la competizione tra i titoli first party.

mr. kudos: Ad una mia precedente domanda (quella delle acquisizioni di software house) lei ha risposto molto bene, e la ringrazio... ma ho notato che ha preferito evitare di rispondere ad una domanda forse scomoda, o pericolosa... la questione sarebbe: a suo avviso, quali potrebbero essere le SH, nel mirino di MS? Ripeto mi piacerebbe solo sapere una sua opinione personale...
D.T.: Credo che sia Epic che Valve sarebbero candidati eccellenti per eventuali acquisizioni da parte di Microsoft, ma sarebbero operazioni estremamente costose. Io penso che Microsoft dovrebbe fornire fondi per sviluppatori talentuosi che vogliono aprire nuovi studi di sviluppo, sarebbe più conveniente dal punto di vista economico.

mr. kudos: A suo avviso, MS proverà a lanciarsi anche nel campo delle console portatili? Una Xbox Portable non mi dispiacerebbe...
D.T.: Penso che lo faranno, ma la domanda è: quando? Zune per il momento è solo un lettore musicale, ma diventerà in seguito un prodotto per tutta la famiglia, e penso che i giochi faranno parte di esso. Avrete notato che Apple ha iniziato ad inserire i giochi nell'iPod.

Freeman: Crede che, paradossalmente, il lancio europeo di ps3 possa favorire le vendite di xbox360? Cerco di spiegarmi meglio: ps3 avrà una bassa disponibilità, prezzo alto e titoli di lancio non all'altezza della line-up di xbox360. Tale situazione potrebbe portare giocatori indecisi a scegliere definitivamente xbox360 per la sua maggiore competitività?
D.T.: Penso che Sony perderà l'Europa a meno che non riesca a produrre un bel po' di unità per quel mercato. Sia Nintendo che Microsoft si stanno accaparrando grosse fette di mercato a causa del grande ritardo di Sony. Microsoft ha delle importanti esclusive, inoltre, per l'Europa.

Freeman: Il nome "xbox360" non è stato scelto casualmente, e più probabilmente per le sue capacità di media center e console insieme. Ciò implica che anche le prossime console microsoft avranno un nome "particolare"?
D.T.: E' possibile che scelgano un nome completamente differente, certamente non sarà Xbox 720! 360, come spiegato nel libro, è stato scelto per non avere la competizione tra i nomi Xbox 2 e PlayStation 3, e a partire da quello è nata l'idea dell'utente al centro del mondo di gioco.

Evil_Jin: Grazie per le risposte forniteci fin ora! Questa non vuole essere una domanda, ma una riflessione per sapere cosa ne pensa: secondo lei è utopistica una partnership tra Sega e Microsoft? Io credo che un seguito next gen di Shenmue potrebbe dare in Giappone i risultati che ha fatto Gears of War nel mondo occidentale!
D.T.: Sega potrebbe sicuramente aiutare Microsoft in Giappone, ma è sempre stata una compagnia estremamente cara in termini di capitalizzazione sul mercato. Square Enix, naturalmente, potrebbe portare benefici anche maggiori, ma è anch'essa molto costosa. Credo che Sega abbia una serie di brand molto buoni, ma al momento sta cercando di espandere la produzione perché tali brand stanno anche diventando un po' stanchi, hanno bisogno di contenuti nuovi e freschi. Penso che Microsoft farebbe meglio a comprare un po' di piccoli sviluppatori, e magari un publisher di medie dimensioni. Ma non saprei parlare di numeri precisi.

GODZODDO: Considerando che ormai i publisher giapponesi sviluppano sul 360 per la base occidentale (vedi Dead Rising e Lost Planet), un'operazione come quella di Microsoft per avere titoli estremamente dedicati ai giapponesi come Blue Dragon e Lost Odissey, quanto può risultare utile alla lunga?
L'esclusiva di Virtua Fighter 5 persa da Ps3 è proprio figlia di come le software house nipponiche vedono il 360: in Giappone sega si assicura un forte impatto con la base installata di ps3 (già da ora superiore a quella del 360) perché molto popolare mentre in Europa e usa, vista la base installata del 360, Sega potrà contare su maggiori vendite rispetto alla versione occidentale per Ps3.

D.T.: Credo proprio che cercheranno di rendere i giochi focalizzati sul pubblico giapponese interessanti per tutti i giocatori, e poi porteranno i migliori giochi del panorama nipponico anche nei mercati occidentali.

Morfeo81: Che impatto potrà avere l'uscita di Vista sulle sorti della Console War, e quale sarà l'integrazione con XBox Live, nello specifico?
D.T.: Credo che Vista in se stesso non farà vincere la guerra a Microsoft. Deve essere vinta attraverso i giochi, solo il fatto di avere i migliori titoli su Xbox 360 può garantire la supremazia. Guardando avanti, penso che sia una bella strategia quella di rendere unita la comunicazione tra le piattaforme (console e PC) e anche i telefoni cellulari. Credo che sarà divertente vedere i giocatori PC giocare insieme e contro gli utenti Xbox 360, c'è voluto tanto tempo per arrivarci. Credo che Vista darà una bella spinta al mercato dei giochi per PC, con l'introduzione delle DirectX 10, i parental controls e la nuova sezione dedicata ai giochi. Renderà giocare su Windows molto più piacevole e interessante, ma naturalmente, ci sarà bisogno di un buon PC per poter godere di tutto questo. Basandomi su quanto ho avuto modo di vedere nelle previews, penso che il 2007 sarà un anno di grandi giochi per PC.

Si ringrazia Dean Takahashi per la disponibilità e tutti gli utenti del forum che hanno supportato con tale entusiasmo e interesse questa iniziativa di Multiplayer.it.

Dean Takahashi è da 17 anni un giornalista finanziario di alto livello, che ha collaborato con, tra gli altri, il Wall Street Journal e il Los Angeles Times, comparendo anche su emittenti televisive quali CNN e CNBS.
Ultimamente, si è occupato in maniera approfondita anche dell’industria videoludica, in particolare per quanto riguarda Microsoft e il suo progetto Xbox, scrivendo sull’argomento il libro Opening the Xbox, riguardante la prima console della casa di Redmond, e recentemente The Xbox 360 Uncloaked sulla seconda piattaforma da gioco americana.
Quest’ultimo libro verrà tra breve pubblicato anche in Italia con il titolo Il Fattore X, edito proprio da Multiplayer.it, e fornirà ai lettori una visione approfondita del team di Microsoft che si è occupato della progettazione e dello sviluppo della macchina, descrivendo tutti gli eventi chiave e i retroscena che hanno portato Xbox 360 nei negozi di tutto il mondo, a partire dalle idee di Bach, Allard e tutti gli altri personaggi coinvolti nell’opera.