[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Conosciamo da vicino i protagonisti.

A differenza dei prequel, il gioco si svolge in un'era preindustriale dove la vita scorre all'interno dei castelli e dei villaggi, oguno dei quali fa capo a una regione governata da un proprio leader. Quindi nel corso dell'avventura si incontreranno personaggi diversissimi tra loro per casta di appartenenza, per usi e costumi, infatti spesso accade che cose naturali per Yuna siano totalmente estranee per Tidus, tant'è che spesso sentirete Titus dire:"'What the..?". Purtroppo la vita non è facile, poichè dovremo fare i conti con scenari post-apocalittici e con un mondo in gran parte sommerso dalle acque, che sono uno dei temi principali del gioco. Questo ritorno alle "origini", questa asianizzazione del gioco è merito del Character designer Tetsuya Nomur, già autore dei personaggi di FF VIII. "Per Tidus abbiamo deciso di non rifarci a nessun personaggio del passato, allo scopo di creare un tipo che mischiasse elementi tratti da Cloud e Squall. Per Yuna, invece, abbiamo "riassemblato" Rinoa (FF VII) per via della sua onestà e innocenza. Proprio loro saranno i protagonisti del lungo viaggio che li porterà ad attraversare tante regioni e ad incontrare tanti personaggi per poi giungere allo scontro con le forze malefiche della natura, impersonificate da Shin. Yuna (notate gli occhi di colori diversi: uno blu e l'altro verde)è figlia del famoso "summoner" (stregone) Braska e anch'essa dotata di poteri magici sovrannaturali, ed è l'unica in grando di evocare una antichissima magia dagli effetti devastanti, chiamata "'Ultimate Summon Spells'. Tidus, invece, è la star di un famosissimo gioco dell'epoca, Blitzball, che miscela elmenti di calcio e football per dar vita a uno sport di squadra, ognuna composta da 6 elementi, che ha come scopo quello di infilare il pallone in rete. Potremmo definirlo come lo sport più in voga dell'epoca, dato che anche altri personaggi del gioco sono legati a questa disciplina.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

FF ha imparato a parlare.

Fino ad ora mi sono soffermato a parlare in modo generale del gioco, senza entrare in merito alle innovazioni che sono state apportate in questo episodio, e posso assicurarvi che sono davvero tante e influenti. Quello che personalmente mi ha lasciato maggiormente basito è l'introduzione dei dialoghi parlati, cosa mai avvenuta in nessuno dei 9 capitolo che hanno composto la saga fino ad oggi. Finalmente quelle sensazioni, quei momenti magici che abbiamo provato fino ad oggi saranno enfatizzati dalla presenza delle voci dei personaggi, accompagnate sempre dai sottotitoli. I dialoghi ci accompagneranno in tutte le fasi più importanti del gioco, ma potranno essere anche skippati mediante la pressione di un tasto o disattivati sin dall'inizio entrando nel menù delle opzioni, ma dubito che qualcuno oserà farlo, vero?? A condire questa innovazioni ci pensa il "Facial Motion System" , che permettà al parlato di andare di pari passo con le espressioni facciali dei protagonisti e il tutto in tempo reale. Originariamente si era pensato di utlizzare delle famose pop star niopponiche per la campionatura della voce, ma c'era i lrischio che i consumatori associassero poi sempre un personaggio a una tale pop star. Dal punto di vista grafico il gioco sarà totalmente poliginale, rappresentando una cesura notevole con il passato, dove c'erano personaggi 3D su fondali pre-renderizzati. L'impatto di questa novità si ripercuote anche sul sistema delle mappe e delle inquadrature. Fino ad ora, ogni cosa era prerenderizzata così l'azione poteva essere vista da una sola inquadratura. FF X essendo poligonale permette i cambiamenti di prospettiva della camera che segue i movimenti dei personaggi. Voi non potrete controllare direttamente la telecamera ma il sistema selezionerà automaticamente la miglior visuale. Inoltre ci sarà un giusto bilanciamento tra FMV (full motion video) e grafica in tempo reale, proprio per sfruttare al meglio le potenzialità di questi due metodi. Dal punto di vista del sonoro il compositore Uematsu sta lavorando alacremente per implementare una quantità davvero impressionante di musiche ( seconde come numero solo a FF IX) dalla altà qualità audio, probabilmente di tipo 5.1 channel compatible. La canzone principale sarà "Suteki da ne" ("Isn't it Beatiful?"), cantata dalla pop star del momento in Giappone, Rikki, associata all’eroina Yuna, cosi come "Melodies of Life" era associata a Garnet. Inoltre un’altra traccia, "Song of Prayer", sarà presente nel corso di una scena chiave. Si vocifera di una scena rappresentante un concerto rock, ma non pensiate che il silenzio sia assente nel corso del gioco, esso ricopre un ruolo fondamentale.
Molto riservo circonda ancora il sistema di battaglia presente nel gioco, ma possiamo anticiparvi che non è cambiato molto. Il vostro party sarà composto generalmente da 3 persone, anche se sarete in gradi ( non si sa ancora come) di chiamare all'occorrenza altri personaggi conosciuti precedentemente. Protagoniste del gioco saranno ancora le Limit Break e le magie avranno una impronta fantasy.

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Luglio 2001: l'avventura ha inizio

A questo punto non ci resta che attendere Luglio, mese in cui il gioco uscirà in Giappone, per trovarci tra le mani un capolavoro annunciato, in grado di farci sognare e vivere per decine di ore in un universo parallelo. Scopriremo se la collaborazione tra Tidus e Yuna si trasfirmerà in una storia di amore e potremo dilettarci con i numerosi sottogiochi, tra cui il tanto decantato Blitzball. A presto Yuna....

[***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***][***dati incompleti: scheda gioco o num immagine mancante***]

Nell'industria videoludica sono numerose le software house che si sono distinte per il loro impegno e per la qualità dei loro prodotti, ma un plauso particolare dovrebbe andare alla Square che è risucita nell'ardua compito di massificare un genere come i gdr, che inizialmente era relegato alla terra del Sol Levante. Gli ultimi capitoli della saga apparsi su Playstation, erano ad uso e consumo di un pubblico occidentale, cosa facilmente visibile dalla caratterizzazione dei personaggi e dagli scenari che facevano da cornice al gioco. Adesso dopo tanto parlare, dopo mille voci e pettegolezzi, siamo in grando di svelarvi colui che sarà il primo espisodio di FF ad approdare sulla PS2, stò parlando ovviamento di Final Fantasy X. Questo titolo ricopre una funzione di ponte tra la tradizione della saga, portata avanti in questo decennio di vita, e il futuro rappresentato dall'undicesimo capitolo, che sarà giocabile solamente online.

TI POTREBBE INTERESSARE