Final Fantasy XII: Provato!  0

Abbiamo messo sotto i ferri la nuova demo di Final Fantasy XII, se volete sapere proprio tutto entrate all'interno, troverete anche filmati esclusivi!

Grazie alla demo contenuta all'interno della confezione Americana di Dragon Quest VIII, siamo riusciti finalmente a mettere le mani su una nuova versione giocabile del titolo, a distanza di ben 18 mesi dall'ultima volta (E3 2004). Dopo averla sviscerata nei più piccoli particolari, possiamo affermare che Final Fantasy XII promette di essere allo stesso tempo un punto di rottura per la serie "regolare" e ricettacolo di diverse trovate interessanti, tutte estremamente positive.
Una volta acceduti al menu principale (non a caso è stato scelto uno sfondo rappresentate i Giudici precedentemente citati) abbiamo la possibilità di selezionare due livelli, intitolati "The Phoan Coast" e "The Stilshrine of Mirian", ognuno con tre personaggi diversi. Nel primo saremo al comando di Vaan, Penelo e Basch in una spiagga tropicale, e lo scopo sarà quello di far uscire allo scoperto, e quindi sconfiggere, un grosso tirannosauro che infesta la zona. Una volta preso pad alla mano si notano immediatamente le prime novità, almeno per la serie: addio agli scontri casuali, i nemici sono ben visibili sul campo di gioco e vanno affrontati in tempo reale (o quasi), impartendo i comandi al leader della squadra, selezionabile in qualsiasi momento, ed ai suoi comprimari, che potranno ad ogni modo eseguire azioni autonome.
Da questo istante sono ben visibili i richiami al sistema di combattimento dell'unico capitolo online della saga, l'undicesimo, che ha beneficiato per diversi anni di feedback da parte dei suoi fruitori. I tre personaggi principali dispongono sulle spalle di un diverso tipo di arma, che andrà a modificare anche la loro tipologia di combattimento. Vaan è dotato infatti di spada e scudo, Basch del classico spadone da impugnare a due mani, Penelo infine di arco con frecce, che le permette di attaccare gli avversari da una certa distanza. Avversari che, oltre ai classici attacchi "ad area", indirizzeranno i propri colpi solo verso un componente del nostro party, solitamente quello che infligge maggior danno, o che li fa "arrabbiare" di più mediante l'uso della magia. Da qui è possibile utilizzare la strategia che da anni viene usata nei giochi di ruolo online: usare un "tank" con maggiori difese per limitare i colpi del nemico, mentre gli altri combattenti possono prodigarsi in attacchi a distanza o magie di supporto. Non tutti i nemici sul campo da gioco assaliranno direttamente il giocatore, ma alcuni se ne staranno tranquillamente per conto loro, come le simpatiche Mandragore (le stesse di FFXI). Gli Headless invece non ci penseranno due volte prima di attaccare, magari assieme ad un altro compagno.

Anche in questo caso, ovvero quando dovremo affrontare passaggi pieni di nemici, potremo usare una tattica molto frequente negli MMORPG, ovvero quella di immobilizzare gli altri e "pullare" solo uno, magari trascinandolo più distante dagli altri per attaccarlo senza interferenze.
I comandi vengono impartiti mediante un menu che appare alla pressione del tasto X, e grazie al quale è possibile settare l'attacco da sferrare, il leader da controllare, le magie, le summon, gli oggetti da utilizzare ed infine il comportamento che devono adottare gli altri due comprimari. Una volta selezionato il nemico da colpire, verrà visualizzata una sorta di parabola che lo indica, ed una freccia vicino al personaggio, che cambierà colore quando la distanza che lo separa dell'avversario sarà piccola abbastanza per sferrare l'attacco, distanza che dipenderà dal tipo di incantesimo in esecuzione o di arma in nostro possesso. Le magie, almeno nella demo, si suddividono in quattro categorie: quella bianca, che ha scopo soprattutto curativo, quella nera, di natura offensiva, quella verde, di supporto per il party (in questa sfera ricadono magie come protect e shell, per ridurre l'impatto di attacchi fisci e magici subiti) ed infine quella del tempo, che permetterà di eseguire incantesimi che ridurranno tra le altre cose la velocità d'attacco degli avversari oppure li immobilizzeranno. Vaan e Basch sono molto forti ad esempio nella magia nera (nella demo era possibile utilizzare già Blizzara ed Aero), Penelo invece è la curatrice ufficiale del party, grazie al suo ottimo uso della magia bianca.

Nella seconda parte della demo cambiano ambientazione (ora una sorta di tempio sotterraneo) e personaggi controllabili, rappresentati in questo caso dalla principessa Ashe, il pirata dei cieli Balthier e Fran, combattente appartenete alla razza delle Viera, seconda delle cinque presenti nel gioco (non sappiamo ancora se ci sarà un esponente controllabile per ognuna di esse) e dotata di lunghe orecchie, capelli bianchi ed una grande longevità. Anche in questo caso i tre si diversificheranno per tipo d'arma e capacità magiche, Balthier ad esempio sarà dotato di un'arma da fuoco per attacchi a distanza, Fran di un giavellotto a due mani.
Ad indicare la salute dei tre protagonisti ci saranno i soliti Health Point e Mental Point, che determineranno la quantità di colpi che potremo subire e delle magie a nostra disposizione; potranno inoltre essere rimpinguati con appositi oggetti e magie curative. In questa seconda parte della demo lo scopo è quello di raggiungere l'ennesimo boss di turno, dopo aver raccolto la chiave apposita mediante la sconfitta di un Adamantoise, altra vecchia conoscenza della saga. Il livello di Ashe e compagni è più alto della prima demo, sono quindi disponibili magie ancora più avanzate come il ben conosciuto Flare. Altra differenza è che mentre nel livello con Vaan ogni volta che si impartisce il comando il gioco va in pausa (Wait mode), in questa seconda parte l'azione continua a proseguire anche in questo frangente (Active mode).
Abbiamo tralasciato per ultimo l'aspetto delle Summon, che non mancheranno nemmeno in questo dodicesimo capitolo. Nella demo infatti Vaan e Ashe sono in possesso di due Esper di primo livello, che potranno essere richiamati quando la barra degli MP avrà raggiunto il suo massimo valore. La loro evocazione, che avverà mediante un'apposita animazione, porterà alla manifestazione fisica sul campo da gioco. Ashe ad esempio richiamerà Belias, Esper del fuoco che prenderà il posto degli altri due combattenti e seguirà la sua evocatrice sul campo di combattimento (lo scenario cambierà colore e musica, tra le altre cose) attaccando all'occorrenza i nemici mediante letali mosse. Dopo un certo numero di attacchi, l'Esper potrà eseguire la sua mossa speciale, in questo caso l'immancabile Hellfire che sarà accompagnata da una spettacolare animazione e da un alto danno provocato. Dopo un certo lasso di tempo (scandito in basso a destra sullo schermo), l'Esper scomparirà e farà posto nuovamente ai propri compagni di squadra.

La demo da noi provata ci ha permesso di assaporare solo una piccola parte di quello che sarà Final Fantasy XII. Possiamo però già dire che la fase di combattimento, pur abbandonando il classico schema a turni, appare molto dinamica e strategica, oltre che immediata grazie alla presenza dei nemici su schermo e all'abbandono dei combattimenti casuali. La cura riposta nella caratterizzazione dei personaggi ha del maniacale, per diversificazione, attenzione dal dettaglio e realizzazione in generale. D'altronde non poteva essere altrimenti, visto che se ne sta occupando uno dei migliori character designer presenti in giro.
Tecnicamente il motore grafico appare già solidissimo: la telecamera è controllabile a 360 gradi (sia in orizzontale che in verticale), l'azione è sempre fluida, la pulizia video buona e la distanza visiva elevata. E, siccome stiamo parlando di Final Fantasy, sappiamo benissimo che ogni più piccola ambientazione che andremo ad esplorare, sarà altamente dettagliata e suggestiva. Che dire infine del sonoro? Le poche traccie che abbiamo ascoltato fino a questo punto rientrano già nella nostra schiera di preferiti.
In definitiva questo dodicesimo capitolo potrebbe rivelarsi come l'ultimo grande titolo che uscirà su Playstation 2, console che nel suo ultimo anno di vita ha visto nascere tra le proprie fila tantissimi titoli di alto spessore.

Tutta la demo in video

Per rendervi ancora più partecipi della nostra prova della demo di Final Fantasy XII abbiamo filmato, nella loro interezza, entrambi i livelli presenti, più il trailer che viene mostrato al termine della demo.
I filmati sono codificati in formato H.264, per visualizzarli quindi è necessario utilizzare uno tra i seguenti player gratuiti, per Mac OS X e Windows:

Quick Time 7
VLC Media Player

Di seguito invece ci sono i filmati pronti da scaricare:

FFXII - Primo Livello
FFXII - Secondo Livello
FFXII - Trailer ingame

Il panorama dei Jrpg può annoverare tra le sue fila numerosi esponenti, spesso di alterna qualità e presa presso il pubblico. E' innegabile però che la serie di Final Fantasy sia tra le più apprezzate e acclamate dal pubblico videoludico. Questo dodicesimo capitolo si carica di un ruolo ancora più importante, sarà infatti l'ultimo della serie ad approdare su PS2 ed inoltre il "cast" degli sviluppatori è di assoluto primo piano.
Con Yasumi Matsuno inizialmente come producer e director, Akihiko Yoshida come character designer e Hideo Minaba come art director, gran parte del team di sviluppo proviene infatti da grandi titoli come Final Fantasy Tactics, Vagran Story e Tactics Ogre, ed il loro stampo è ben visibile in questa produzione. A chiudere un quadro sicuramente promettente abbiamo il comparto sonoro, orchestrato da Nobuo Uematsu per quanto riguarda il tema principale (intitolato "Kiss Me Goodbye"), e da Hitoshi Sakimoto per la colonna sonora.
L'ambientazione che fa da sfondo al gioco è quella di Ivalice, teatro che ha già ospitato in passato le avventure di Final Fantasy Tactics e Final Fantasy Tactics Advance. Le vicende partono inizialmente da Dalmasca, regno neutrale nella guerra che vede protagonisti i reami vicini di Archadia e Rosalia. Due anni dopo, come se fosse un inevitabile destino di un paese neutrale, Dalmasca viene invasa e conquistata dal regno di Archadia. A questo punto vediamo l'apparizione dei primi protagonisti del gioco: Vaan, deciso a vendicarsi della morte dei suoi familiari, Penelo, la sua migliore amica, Ashe, principessa deturpata del suo trono e al comando adesso della resistenza, e così via. Un'altra figura molto forte e prominente nel gioco sarà rappresentata dai Giudici, supremi custodi del potere di Archadia e che presumibilmente saranno tra i maggiori "nemici" di Vaan e soci.