A otto anni di distanza dall’originale Full Throttle, LucasArts ha deciso di cimentarsi nuovamente con il mix di azione e avventura che tanto successo ha avuto tra i possessori di PC. Full Throttle: Hell on Wheels promette di regalare alla nuova generazione di giocatori un’esperienza entusiasmante.

Full Throttle: Hell on Wheels Full Throttle: Hell on Wheels

Caratteristiche del gioco

Full Throttle: Hell on Wheels è stato presentato, in una versione giocabile ma ancora largamente incompleta, all’ultimo E3.
La meccanica di gioco dovrebbe ricalcare quella del primo titolo della serie, con le ovvie differenze di una grafica realmente tridimensionale e di un mondo ora enormemente più vasto.
Le sequenze di azione possono svolgersi anche mentre vi trovate sulla moto: dovrete cercare di colpire i vostri avversari in modo da fermarne la corsa, similmente a quanto succedeva in giochi come Road Rash. I combattimenti “a piedi”, magari meno affascinanti, offrono un maggiore livello di varietà e vi permettono di sfruttare a vostro vantaggio tutta una serie di oggetti (sedie, catene, bastoni, ecc.).
Il sistema degli scontri è stato adeguato all’attuale panorama dei titoli del genere. È dunque possibile eseguire combo di varia natura, afferrare gli avversari e, in generale, dar vita a risse di proporzioni bibliche.
Ben è dotato di una classica barra dell’energia, affiancata da un’altrettanto classica barra speciale, che si riempie man mano che si mettono a segno i colpi. Quando è piena, il personaggio può eseguire delle spettacolari mosse speciali, capaci di mettere fuori causa anche il nemico più ostinato.

Full Throttle: Hell on Wheels Full Throttle: Hell on Wheels

Interazione ed esplorazione

Rispettando anche la propria natura di “adventure”, Full Throttle: Hell on Wheels vi permette di interagire con l’ambiente che vi circonda per venire a capo degli enigmi. Nel gioco troverete ben cinquanta personaggi con cui parlare, e le informazioni che ricaverete potranno esservi davvero di aiuto per proseguire nell’avventura.
In queste occasioni potrete gustarvi le battute di Ben e il suo particolare modo di fare, che rappresentano sicuramente uno dei punti di forza della serie e che non potranno lasciarvi indifferenti.
Gli enigmi si presentano con un grado di difficoltà variabile. Ad esempio, ad un certo punto la vostra moto verrà rubata mentre siete impegnati in un combattimento con numerosi avversari, e dovrete trovare il modo di recuperarla. Oppure, dovrete sconfiggere un nemico particolarmente insidioso per poi presentarlo davanti alla porta di un locale, imitandone la voce per garantirvi l’accesso.

Full Throttle: Hell on Wheels Full Throttle: Hell on Wheels

Impressioni personali

La beta del gioco presentata alla stampa, come ho già detto, era largamente incompleta. Grosse mancanze si sono notate, soprattutto, nel comparto grafico: gli sfondi troppo semplici e poco dettagliati, il look in generale al di sotto degli standard dettati negli ultimi tempi dai titoli disponibili per Xbox.
Si tratta di un aspetto che sicuramente può subire pesanti variazioni da qui all’uscita del gioco (prevista per la fine dell’anno), ma nei panni degli sviluppatori non prenderei sottogamba la cosa, perché i possessori delle console di ultima generazione diventano (giustamente) sempre più esigenti, in questo senso.
Non ho dubbi, invece, sulla qualità della meccanica di gioco: LucasArts è una casa con una storia importante, e nel genere “adventure” non ha mai sbagliato un colpo. L’importante, a questo punto, è che le fasi di azione riescano a legarsi a quelle di esplorazione senza problemi di sorta e senza vistose differenze qualitative.

Una vita su due ruote

I centauri vivono solcando l’asfalto sulle loro potenti moto, attraversando interi stati per ostentare la conquista di una libertà che molti non hanno il coraggio di permettersi.
Tra un raduno e l’altro, insieme ai propri compagni fanno scalo nei posti in cui, in qualche modo, si sentono “a casa”. Ma cosa succede se c’è qualcosa che minaccia la loro tranquillità “domestica”?
Ben, il protagonista della serie, si trova proprio di fronte a questa domanda. La cittadina in cui si ferma di solito è minacciata da un’organizzazione che ha il preciso obiettivo di farla sparire dalle carte stradali. L’unico modo per impedire che ciò accada è ricorrere alla cara, vecchia violenza…
Attraverso vari scenari, alternando fasi di azione, esplorazione ed enigmi, dovrete guidare Ben verso il nucleo dell’organizzazione, per far cambiare idea a chi ha deciso di radere al suolo uno dei pochi posti in cui potete rilassarvi.
Contro di voi troverete decine e decine di motociclisti rivali, che dovrete affrontare da soli o con l’aiuto dei vostri compagni.

TI POTREBBE INTERESSARE