Age of Conan: Hyborian Adventures[GC 2007] Age of Conan: Hyborian Adventure - Anteprima 

Un mondo oscuro e violento si affaccia sul panorama stucchevolmente "Teen-rated" degli MMORPG: dopo il buon Anarchy Online, FunCom punta al colpo grosso con una delle ambientazioni letterarie fantasy più amate dopo il Signore degli Anelli. Ecco a voi le nostre impressioni a caldo su Age of Conan.

[GC 2007] Age of Conan: Hyborian Adventure - Anteprima [GC 2007] Age of Conan: Hyborian Adventure - Anteprima [GC 2007] Age of Conan: Hyborian Adventure - Anteprima

Grande fermento in terra di Cimmeria

Molto interessanti anche i combattimenti in tempo reale, che come abbiamo visto in Tabula Rasa, vorrebbe rappresentare un netto taglio con il passato nel tentativo di rinnovare un genere ormai stagnante, anche al costo di rendere i prodotti meno giocabili per chi non dispone di connessioni veloci.
Nel caso di Age of Conan, un sistema di combattimento basato sulla rilevazione delle collisioni permette di colpire non solo il proprio avversario diretto, ma anche quelli intorno, a patto che il colpo scelto – ad esempio un volteggio roteante del nostro spadone – preveda il movimento adeguato.
Tanto le classi melee che quelle a distanza avranno un loro specifico sistema di combo e da quanto abbiamo visto il ritmo di gioco sembra studiato appositamente per aggirare il canonico schema di pulling, a favore di un più realistico e soddisfacente “caricare il bersaglio e sopraffarlo sul posto”.
FunCom sostiene di aver progettato questo sistema per rendere il sistema di controllo più simile a un vero gioco di combattimenti - nonché per renderlo console-friendly, aggiungiamo noi - quindi resta da verificare l’effettiva profondità tattica dello stesso (ricordiamoci che dovrebbe pur sempre essere un gioco di ruolo).
Decisamente apprezzabile la decisione di orientarsi su un rating “Mature”, in modo da riprodurre l’universo di Conan in tutta la cupa violenza ritratta nei suoi libri: il gioco non lesina in sangue e contenuti macabri e saranno presenti persino mosse finali per mozzare teste e arti ai nemici sconfitti. Un approccio decisamente inverso rispetto a quello di EA Mythic, che ha forse edulcorato fin troppo l’ambientazione di Warhammer Fantasy per il suo MMORPG.
Non manca però una giusta dose di ironia, come la possibilità di ubriacarsi e incontrarsi con altri giocatori altrettanto brilli in apposite locande, dove impegnarsi in una sorta di PVP non letale a base di scazzottate.

[GC 2007] Age of Conan: Hyborian Adventure - Anteprima [GC 2007] Age of Conan: Hyborian Adventure - Anteprima [GC 2007] Age of Conan: Hyborian Adventure - Anteprima

Grande fermento in terra di Cimmeria

La vera e propria novità per la prima volta mostrata alla Game Convention, riguardava il PVP e in particolare le Battlekeep, insediamenti costruiti dalle gilde di giocatori, che avranno un ruolo nel gioco apparentemente molto simile a quello delle stazioni conquistabili per la prima volta introdotte in Eve Online qualche anno fa. Ci sarà un numero limitato di territori edificabili su cui tali insediamenti potranno sorgere (al costo di settimane se non mesi di meticolosa raccolta di risorse nelle aree circostanti) ed essi diverranno eternamente oggetto del contendere da parte delle fazioni dei giocatori, che dovranno impegnarsi in assedi lunghi ore ed ore per penetrare le rispettive difese.
Il gioco si è comunque mostrato ancora visibilmente incompleto. Se da un lato lo stesso dungeon presentato all'E3 era finalmente popolato di mostri con tanto di Soul Eater, il boss finale, animato e quanto mai minaccioso, le carenze in materia di interfaccia, la presenza di texture evidentemente non definitive e le animazioni a volte incomplete, lasciano supporre che la nuova data di rilascio - Marzo 2008 - potrebbe essere nuovamente un esercizio di ottimismo.
L'anno prossimo vivremo comunque un momento interessante nel mercato dei MMORPG, con NCSoft, Mythic e Funcom a contendersi contemporaneamente il testimone di principale contendente a World of Warcraft. Dati i presupposti, Conan si candida senza dubbio come l'alternativa più originale e dai tratti caratteristici più marcati.

Tanto allo scorso E3 che presso la Game Convention di Lipsia, la presentazione di FunCom ha saputo risvegliato un certo interesse per il suo MMORPG ambientato nel mondo nato dalla penna di Howard, finora rimasto un po’ all’ombra dei suoi concorrenti.
L’elemento più impressionante è senza dubbio la grafica, sia dal punto di vista tecnico che artistico. Age of Conan sembra aver raggiunto con successo l’obiettivo (fallimentare per altri) di creare un gioco di ruolo con personaggi realistici, introducendo anatomie solo leggermente sproporzionate per dare al tutto un sapore “fantasy” senza per questo ricadere nello stile cartoonesco di Blizzard. Il risultato, complici le animazioni estremamente fluide e l’uso di shader di prima qualità che non mostrano una briciola del tanto temuto “effetto plastica”, è assolutamente gradevole alla vista, equilibrato e soprattutto di notevole personalità in un periodo in cui gli MMORPG in uscita sembrano fare a gara nell’imitare lo stile di World of WarCraft.