Aion[GC 2007] Aion: The Tower of Eternity - Anteprima 

NCsoft cerca di fare le scarpe a World of WarCraft con un'ambientazione orientaleggiante con efebici personaggi alati impegnati in un preternaturale conflitto per la difesa di un mondo devastato.

[GC 2007] Aion: The Tower of Eternity - Anteprima [GC 2007] Aion: The Tower of Eternity - Anteprima [GC 2007] Aion: The Tower of Eternity - Anteprima

Un nuovo MMORPG arriva dall'oriente

Interessante la decisione di far impersonare ai giocatori non semplici umani, ma esseri semi divini, legati ad una stirpe angelica (gli Elyos) o demoniaca (gli Asmodians) che si dividono le due metà di un mondo devastato, separate dal campo di battaglia dell'Abisso. La regolare truppaglia e il popolino saranno costantemente stupefatti dalla nostra possanza, mentre noi potremo bullarci - rigorosamente a partire dal decimo livello - delle ali derivanti dal nostro retaggio soprannaturale.
Gli sviluppatori sostengono che una delle loro priorità sia stata di dare uno scopo al concetto di volo, senza lasciare che fosse semplicemente una proprietà accessoria e in questo senso l’idea dei combattimenti in volo sembra piuttosto stuzzicante. Il gioco infatti prevede un grosso conflitto fra tre eserciti, di cui Elyos e Asmodians rappresentano le fazioni giocabili, mentre i Balaur - personaggi NPC di tipo draconico - possono essere a loro volta combattuti o circuiti per attaccare i propri nemici. L'idea è quella di creare un cosiddetto sistema PvPvE alla cui base hanno luogo battaglie campali aeree altamente spettacolari il cui andamento può essere influenzato dagli NPC Balaur progettati per avere un comportamento imprevedibile e basato sui propri personali obiettivi.
Altre caratteristiche distintive del gioco, una forma di storytelling più vicina ai titoli singleplayer, con un ampio uso di sequenze animate di intermezzo che raccontano i momenti più salienti ed emozionanti delle diverse quest, invece di limitarsi a presentare al giocatore righe e righe di testo che in molti casi viene saltato.
Non si prevede l’uscita del gioco (almeno in Corea e Nord America) prima del terzo quarto del 2008, quindi avremo senz’altro opportunità di riparlarne nei prossimi mesi.

[GC 2007] Aion: The Tower of Eternity - Anteprima [GC 2007] Aion: The Tower of Eternity - Anteprima [GC 2007] Aion: The Tower of Eternity - Anteprima

Un nuovo MMORPG arriva dall'oriente

La prima impressione avuta osservando il giocato di Aion in una delle stanze di NCsoft è stata di una sorta di World of WarCraft con i personaggi di Lineage 2.
Sviluppato in Corea, il gioco sembra studiato in provetta per andare incontro al più ampio spettro di gusti possibile, con un’ambientazione a metà fra il fantasy classico e quello tipicamente asiatico (alla Final Fantasy per intenderci).
Da un lato quindi abbiamo personaggi longilinei con le classiche stilose capigliature “simil-emo” e animazioni da modelli in passerella; dall’altra scenari dai colori saturi e vibranti, con tanto di transizioni cromatiche graduali da una regione all’altra che sussurrano subliminalmente “World of WarCraft” come poche altre cose. In ogni caso il robusto CryENGINE di Crytek sembra essere stato messo bene al lavoro e il gioco pare essere esteticamente piuttosto accattivante considerata la sua natura di MMORPG: nonostante alcune ovvie similitudini con il classico di Blizzard il titolo sembra avere una propria personalità artistica, almeno per quanto riguarda la grafica (impossibile pronunciarsi sul sonoro, nonostante la ventilata partecipazione di Kunihiko Ryo alla colonna sonora).

TI POTREBBE INTERESSARE