Crysis[GC 2007] Crysis - Provato 

Crysis, il gioco che spingerà in avanti lo scenario tecnologico degli shooter su PC è ormai una realtà e dopo averlo visto all'E3 2007, ci siamo rinfrescati la memoria con la nuova build mostrata alla GC 2007.

[GC 2007] Crysis - Provato [GC 2007] Crysis - Provato [GC 2007] Crysis - Provato

Il coverage dall'E3 2007

Da un punto di vista di controlli e interfaccia il dimostrativo era praticamente definitivo da quanto ci è stato detto e, rispetto all'E3 dello scorso anno, i passi in avanti sono notevoli ed evidenti.
I controlli in particolare sono molto più reattivi e soprattutto più semplici, questo in unione ad un ripulimento generale dell'hud. Oltre infatti al classico radar presente nell'angolo in basso a sinistra, un indicatore di allerta dei nemici che tenderà a riempirsi man mano che girovaghiamo a fare danni indiscriminati, ed i dati sui caricatori e le munizioni residue sulla destra, il miglioramento più sensibile ha coinvolto il menu di selezione dei poteri della nano suite. La tuta speciale indossata dal nostro soldato infatti può essere attivata per avere accesso ad alcune abilità superiori.
Tenendo premuto il pulsante centrale del mouse, si attiva un menu radiale tramite cui è possibile selezionare tra i poteri velocità, forza, invisibilità, armatura o avere accesso al menu di potenziamento dell'arma.
Ma andiamo con ordine: tralasciando la velocità che, in modo piuttosto intuitivo, consente al giocatore di muoversi estremamente più velocemente, abilitando la forza sarà possibile scaraventare oggetti e uomini a distanze vertiginose (ed utilizzare come arma qualsiasi degli oggetti presenti nello scenario che, vi ricordiamo, ha un grado di interattività praticamente totale), colpire a mani nude con cazzotti letali e avere maggiore precisione nell'utilizzo delle armi visto che il movimento involontario causato dal respiro e dal rinculo dei colpi sparati sarà molto minore. L'invisibilità permetterà di giocare in perfetta modalità stealth, a discapito di un consumo di energia elevatissimo. La tuta ha infatti a disposizione un quantitativo limitato di energia che si ricarica in modo automatico, quando non viene utilizzata. Durante l'uso dell'invisibilità però non solo la tuta non si ricarica mai ma, ad ogni passo, diminuisce l'energia residua che viene addirittura azzerata del tutto quando si spara. Il potere armatura è quello solitamente più utilizzato durante gli scontri a fuoco a distanza o più intensi: la tuta utilizza l'energia per ripristinare la vita del giocatore e tende a ricaricarsi molto più velocemente nei momenti di non utilizzo. In questo modo Crysis riesce a dare maggiore credibilità allo stile di gioco ormai tipico degli shooter dove non esistono più medikit o casse speciali per recuperare vita ma, semplicemente basta non essere colpiti per un certo lasso di tempo. E' la tuta stessa a ripristinare la vita del giocatore, consumando la propria energia che però non si esaurisce mai perchè soggetta al ripristino non appena il giocatore si ferma e non viene colpito.
Selezionando l'ultima opzione dal menù radiale il gioco entrerà in pausa e avremo una visuale laterale dell'arma con alcuni punti sensibili dove poter installare dei potenziamenti su tre punti come ad esempio un silenziatore, una selezione di mirini differenti ed alcuni accessori per modificare lo stile di fuoco o potenziarlo con un lancia granate. Una volta customizzata a proprio piacimento l'arma (e ci preme sottolineare che questa opzione è, a quanto pare, eseguibile su qualsiasi arma, anche quelle raccolte dai soldati nemici e probabilmente da quelli alieni), basta premere nuovamente il pulsante centrale e si torna in azione.

[GC 2007] Crysis - Provato [GC 2007] Crysis - Provato [GC 2007] Crysis - Provato

Il coverage dall'E3 2007

Quello che però stupisce di Crysis è la totale libertà d'azione. Nella demo ci siamo permessi infatti di avanzare in modo indiscriminato, passare in modalità stealth per aggirare accampamenti o attaccare alle spalle le pattuglie della stazione di jamming da disabilitare. E' stato possibile prendere un paio di veicoli militari e civili per lanciarsi all'attacco delle fortificazioni, sfruttando ad esempio la torretta montata su una jeep, oppure correndo a tutta velocità contro un piccolo edificio con un camioncino, per poi scendere al volo, attivare l'invisibilità e da una distanza di sicurezza, sparare su una cassa di benzina montata sul retro del veicolo e vederlo deflagrare in modo visivamente incredibile con centinaia di frammenti della costruzione lanciati per aria, insieme a numerosi soldati scaraventati a distanza.
E' possibile persino attirare sulla spiaggia uno dei gommoni che perlustrano lo specchio d'acqua dell'isola (realizzato con un fotorealismo disarmante e popolato persino di pesci e squali con cui è possibile interagire) ferendo ad esempio un soldato di una pattuglia a terra, seguirlo mentre si avvicina verso l'acqua per richiamare l'attenzione della pattuglia marina con un razzo di segnalazione o semplicemente sbracciandosi, quindi far saltare per aria tutti con una bella granata, salire a bordo del gommone e gironzolare per l'isola colpendo magari dalla distanza, grazie al mitragliatore installato sull'imbarcazione, le fortificazioni sulla spiaggia.
Ma questo è solo un piccolo esempio di tutto quello che è possibile fare in Crysis e, dobbiamo dirlo ancora una volta, il risultato è assolutamente sbalorditivo e anni luce avanti a Far Cry, il precedente lavoro di Crytek, che già a suo tempo si era fatto notare per l'ottima libertà di azione lasciata al giocatore.

[GC 2007] Crysis - Provato [GC 2007] Crysis - Provato

Il coverage dall'E3 2007

Da un punto di vista prettamente tecnico Crysis è assolutamente favoloso. Non serve scriverlo a parole, basta guardare una qualsiasi immagine o un qualsiasi filmato (a questo proposito rimanete collegati sulle nostre pagine perchè nei prossimi giorni pubblicheremo una video anteprima con parte della demo mostrata all'E3) e avere da noi la conferma che il gioco in movimento è proprio così.
HDR assolutamente perfetto, anti aliasing preciso e curato, un sistema particellare in grado di gestire le esplosioni, i fumi e le fiamme in modo estremamente realistico. E poi gli shader dell'acqua, il bump mapping sulla spiaggia e sulle rocce. Tutto assolutamente di primordine e in grado di girare su un Core 2 Duo, con 2 GB di Ram e una Geforce 8800 GTX (questa era la configurazione della macchina su cui girava il dimostrativo) alla risoluzione di 1280x800 in modo abbastanza fluido (anche se siamo sul confine dei 30 FPS, probabilmente qualcosa in meno) fatta eccezione per i momenti più concitati, specie durante i combattimenti più intensi e ricchi di esplosioni, durante i quali il calo del frame rate era molto evidente. Ma se teniamo conto che i ragazzi di Crytek hanno per le mani un prodotto praticamente definitivo ed almeno ancora 4 mesi per ottimizzarlo al massimo delle loro possibilità, è evidente che quello che ci aspetta è un capolavoro indiscusso.

Le novità dalla GC 2007

In occasione della GC 2007 di Lipsia siamo riusciti a dare una nuova occhiata a Crysis, disponibile sullo showfloor con la stessa demo già vista all'E3 ed a porte chiuse con l'ultima build DirectX 10 disponibile per i tester. Noi ovviamente ci siamo intrufolati ed abbiamo potuto toccare con mano le ultime novità.
Il livello mostrato, anche questo, era lo stesso dell'E3 2007, Contact, ad ambientazione tropicale con una grande spiaggia ed un'intricata foresta alle spalle ma, a differenza della fiera losangelina, questa volta la mappa era interamente giocabile con tanto di sequenza di intermezzo finale.

[GC 2007] Crysis - Provato [GC 2007] Crysis - Provato [GC 2007] Crysis - Provato

Le novità dalla GC 2007

Il gioco è ovviamente rimasto inalterato in termini di gameplay: siete un soldato vestito con una tuta da combattimento futuristica che è possibile controllare nei suoi poteri con la pressione del tasto centrale del mouse e l'utilizzo di un menu radiale molto intuitivo. Per il resto Crysis è e rimane un "normale" FPS. Normale tra molte virgolette visto che l'aspetto tecnico del gioco è, se possibile, ulteriormente migliorato rispetto all'esperienza provata durante l'E3 di Luglio. Il gioco si presentava infatti molto più fluido e, soprattutto, privo di sensibili rallentamenti o blocchi parziali durante le fasi più concitate o le esplosioni più devastanti (cosa che capitava invece molto spesso nella demo dell'E3). Inoltre la build mostrata, complice il totale utilizzo delle DirectX 10, offriva alcune novità grafiche come un particellare che ci è sembrato leggermente più evoluto nel gestire i detriti delle esplosioni ed un nuovo effetto grafico che avvolge guanti e armi per simulare l'invisibilità quando la tuta viene attivata in modalità stealth.
Oltre a questo, saltava immediatamente agli occhi un potenziamento generale dell'intelligenza artificiale, altro punto debole della demo mostrata in America: i soldati coreani, nostri nemici, sono ora molto più reattivi nei confronti della vostra presenza, tendono ad essere più verosimili durante le ronde e cercano copertura con maggiore rapidità. In altre parole, il livello di difficoltà sembra essere leggermente più elevato ed ora il risultato è decisamente più divertente soprattutto durante i combattimenti con molti nemici sullo schermo.
In chiusura di presentazione abbiamo potuto vedere una sequenza di intermezzo, renderizzata ovviamente con il motore di gioco e che lascia presagire l'ormai imminente rivelazione dei livelli ambientati a gravità zero, dove saranno gli alieni i veri protagonisti: durante uno scontro verbale con i compagni di squadra infatti, il nostro team viene improvvisamente assalito da una sorta di Stryder (per dirla alla Half-Life), che scaraventa in aria un compagno e ci apre letteralmente la strada, prima bloccata da un'enorme relitto di una nave da guerra, verso il cambio di ambientazione. Ma stringiamo i denti perchè ormai manca veramente poco: Crysis arriverà su PC il 16 novembre.

[GC 2007] Crysis - Provato [GC 2007] Crysis - Provato [GC 2007] Crysis - Provato

Il coverage dall'E3 2007

La postazione di gioco era come un miraggio all'orizzonte: bella e difficile da credere realtà. E invece Crysis era proprio lì, splendente come il sole e pronto per essere giocato da tutti i giornalisti accorsi all'E3 edizione 2007.
E noi ovviamente non ce lo siamo fatto scappare e così seduti in compagnia di un designer di Crytek, abbiamo avuto l'opportunità di provare un intero livello, a quanto pare il primo che andrà a comporre la campagna single player del gioco finale, e vedere finalmente come gira questo capolavoro tecnologico.
Il dimostrativo si apre con il nostro arrivo su un'isola tropicale dove le forze Nord Coreane sono in procinto di fortificare l'area per poter studiare con maggiore tranquillità e sicurezza il vascello alieno precipitato in una zona remota dell'arcipelago. Compito del giocatore sarà quindi di eludere la sorveglianza in questa prima parte dell'area ed addentrarsi all'interno dell'isola.
In Crysis vestiremo i panni di un soldato speciale munito di una nano suite dai poteri eccezionali in grado di potenziare all'inverosimile le facoltà umane. Grazie a questo artificio narrativo i ragazzi di Crytek sono stati in grado in un colpo solo di offrire al giocatore un'immensa libertà di azione all'interno dei livelli del gioco che offrono sì obiettivi perfettamente lineari, ma lasciano totale libertà in merito al modo in cui soddisfarli (ed alcuni sono addirittura opzionali, come la distruzione di un sistema di jamming radar presente sull'isola della demo), ovvero se procedere in stile Rambo uccidendo qualsiasi soldato o alieno oppure se vestire i panni di un novello Sam Fisher e andare avanti in perfetta modalità stealth.

TI POTREBBE INTERESSARE