[GC 2008] 007: Quantum of Solace - Provato  3

Alla Games Convention di Lipsia, mettiamo alla prova il nuovo tie-in di Bond.

Due film, due stili di gioco

Il gameplay adottato è solo apparentemente quello dei classici sparatutto in prima persona: se infatti è vero che per buona parte del tempo la visuale mostrerà direttamente il punto di vista del protagonista, i livelli saranno pensati per accogliere sia uno stile di gioco aggressivo, a suon di proiettili e sparatorie, sia un approccio più furtivo, con la possibilità di uccidere i nemici silenziosamente o anche di graziarli, evitandone l'incontro. La lunga sequenza di gioco mostrata si sviluppava all'interno dell'albergo con annesso casinò reso celebre dalla pellicola di un paio di anni or sono, e offriva una serie di corridoi da ripulire, una suite in cui recuperare certi documenti e poi giù, lungo le scale fino al piano dove l'enorme colonnato attorno alla piscina si è rivelato il classico ambiente perfetto per svuotare decine di caricatori, arrivando infine alla conclusiva scena dentro una sala per i ricevimenti. La duplice natura dell'esperienza sarà quindi l'obbiettivo che più di tutti verrà perseguito e se da una parte questa scelta è certamente coerente per un personaggio come James Bond, che molte altre volte era stato trasposto solo nella sua variante più caciarona e distruttiva, dall'altra non sarà facile per i level designer rendere entrambi gli approcci ugualmente percorribili per tutta la durata del gioco. Quanto visto promette bene, anche se il posizionamento di alcuni nemici di guardia, da prendere alle spalle in modo tale da eliminarli con letali e furtive mosse azionate dai classici quick time event, è sembrato eccessivamente artificioso, come se fossero bersagli dall'inevitabile brutta fine.

Due film, due stili di gioco

Il motore sfruttato per Quantum of Solace è il medesimo di Call of Duty 4, rimaneggiato in modo tale da adattarsi al sistema di coperture e al conseguente spostamento di telecamera dalla prima alla terza persona. Il modello di Daniel Craig è ben realizzato, praticamente uguale alla controparte reale e mosso con animazioni piuttosto fluide, mentre agli ambienti, nonostante una buona quantità di dettagli e l'interazione con alcuni oggetti del fondale, manca ancora qualcosa per essere del tutto convincenti, specialmente a causa di alcune texture dalla risoluzione non stratosferica. Ci saranno diversi filmati e, immancabile, il tema musicale reso celebre dalle avventure dell'agente segreto 007, così da rendere più cinematografica l'esperienza.
Previsto in contemporanea con l'uscita del film nelle sale a novembre, sarà oggetto di una prova diretta nelle prossime settimane; ad allora per ulteriori valutazioni.

E fanno ventidue

Tanti il prossimo novembre saranno i film tratti dai racconti di Ian Flemming e dedicati all'agente segreto 007, che con Quantum of Solace vedranno battuti alcuni primati: la pellicola sarà l'unico vero seguito mai realizzato e la trama, in parte riscritta e inedita, non si basa su un libro ma su un racconto di Flemming, “Solo per i tuoi occhi”. Le riprese sono avvenute in tre continenti ma l'Italia, questa volta, dovrebbe avere un ruolo di primissima importanza con Siena, Talamone, Massa Carrara e le rive del lago di Garda a fare da sfondo alle vicende.

007: Quantum of Solace sarà disponibile per PC, PlayStation 3 e Xbox 360.
La versione testata è quella per Xbox 360.

Aggiornamento dalla GC 2008

Come è noto, questo nuovo tie-in con protagonista 007 si basa sugli eventi narrati da due film, Casino Royale e l'imminente Quantum of Solace, e non a caso la demo messa a disposizione da Activision offriva due livelli ispirati a l'una e l'altra pellicola, peraltro contraddistinti da due tipologie di gameplay. Il primo stage cominciava all'interno di un tunnel, ma subito l'ambientazione si spostava tra le strade di Siena, dando la possibilità di mettere alla prova la componente più smaccatamente action del prodotto. Quantum of Solace è fondamentalmente un FPS che pone grande enfasi su un cover sistem simile a quanto visto in Rainbow Six Vegas: basta premere il tasto A per mettersi al riparo, con la telecamera che si sposta in terza persona e Bond che può sparare alla cieca oppure con maggiore precisione uscendo dal proprio rifugio. Un sistema che funziona più che egregiamente, e che si adatta bene allo stile dello 007 di Daniel Craig. Un altro aspetto positivo in tal senso sta nella presenza di tutta una serie di elementi che, se colpiti, possono dare una mano nell'eliminazione degli avversari: taniche di benzina, estintori, tubi del gas e quant'altro aprono la strada ad uccisioni più dinamiche, consentendo ad esempio all'utente di avvicinare un nemico stordito per farlo fuori con una mossa corpo a corpo. Anche il level design dello stage in esame dava un impulso positivo all'intera esperienza, non solo grazie alla coreografica presenza di tutta una serie di oggetti distruttibili, ma soprattutto per merito di un percorso (più o meno prefissato) che ci ha visto cominciare in una piazza per poi salire sui tetti delle case circostanti e finire saltando da un finestra all'altra. Di tutt'altro registro invece l'impostazione del secondo livello, ispirato a Casino Royale e maggiormente improntato sullo stealth. Collocato temporalmente in una pausa nella partita di poker con Le Chiffre, lo stage chiedeva al giocatore di raggiungere un punto della mappa evitando il più possibile di allertare le guardie: ciò poteva essere fatto sia eliminandole silenziosamente prendendole alle spalle, oppure aggirando completamente il problema, evitando i corridoi e procedendo lungo i cornicioni esterni. In questo caso, Quantum of Solace sembra aver preso un po' da The Bourne Conspiracy per quanto riguarda le mosse utilizzate da Bond per far fuori gli avversari, ma il titolo Treyarch sfoggia comunque una discreta personalità, evidenziata anche da una realizzazione tecnica di buon livello.

Anteprima

E con questo fanno tre, tanti sono i titoli attualmente in sviluppo da Treyarch che evidentemente gode di una stima incondizionata da parte di Activision. Dopo Spider-Man: Web of Shadows e CoD: World at War, quindi, l'intraprendente team con sede in California ha mostrato alla stampa specializzata Quantum of Solace, trasposizione videoludica del prossimo e omonimo film di “bondiana” natura e del suo predecessore, Casinò Royale. Le due pellicole verranno quindi raccolte in un solo titolo, una scelta vantaggiosa per l'utente che godrà di un maggior numero di livelli e inevitabile o quasi dal punto di vista narrativo, visto che la seconda inizia esattamente venti minuti dopo la fine della prima e che, si presume ma i dettagli sono ancora segreti, ne proseguirà i temi e ne adotterà lo stile.