[GC 2008 - E3 2008] Fable 2 - Provato  18

Multiplayer.it torna su Albion con Fable 2 per provare le novità preparate da Lionhead

Novità da Lipsia!

Free Roaming!?

L’ultima parte della demo era quella che, semplicemente, metteva il mondo di Albion a disposizione per poterci girare a piace. Interagendo con i personaggi, intrufolandosi in campi e scendendo per colline fino ad arrivare al mare e, finalmente, farsi una nuotata. Ci sono ancora delle imperfezioni, come quando ci si accorge che nell’uscire dall’acqua il personaggio non ha l’animazione intermedia tra la posizione di nuoto e quella in piedi, così che il passaggio avviene tutto in un colpo con pure gli schizzi dell’acqua al momento di alzarsi, quasi si stesse tuffando. A parte questi dettagli, e qualche problema con le collisioni, sapere di non essere più confinati ad un sentierino come nel primo episodio è una bella sensazione. Il lavoro fatto dai coder su luci e Hdr è davvero buono, così come quello sul dettaglio poligonale, affetto solo da un leggerissimo pop in per elementi come i ciuffi d’erba quando ci si avvicina.
Questa volta, tra l’altro, ci dovrebbe essere molto più pane per i denti degli esploratori incalliti, con 10 città (dalle dimensioni variabili) e 30 dungeon, che nel primo erano proprio assenti. Andare ad esplorare le diverse locazioni serve per ritrovare tesori nascosti, ed in questo aiuta il cane che segue l’eroe fedelmente, indicando immediatamente la direzione per un forziere quando ce n’è uno nelle vicinanze, abbaiando quando un nemico si avvicina e giocando con il protagonista. Sarà possibile comprare nei negozi nuovi trucchi o giochi da fare col cane, che serviranno anche per guadagnarsi la simpatia degli NPC e per flirtare con i personaggi dell’altro sesso (o dello stesso sesso. Dato che Fable non fa alcuna discriminazione in questo senso).
Abbiamo chiesto anche della longevità del gioco e ci è stato risposto che i loro tester riescono a finire la main quest in un tempo che va dalle 12 alle 15 ore, ma dicono che volendo c’è da giocare all’infinito (anche perché questa volta c’è la modalità coop a due giocatori, con cui si potrà giocare tutto Fable dall’inizio alla fine). Anche perché questa volta si potrà comprare qualsiasi casa senza eccezioni, non solo un paio per città, e qualsiasi negozio, che si potrà gestire stabilendo i prezzi e, forse, il genere di oggetti da vendere. Senza contare che il numero di vestiti, tatuaggi, e armi da comprare è stato aumentato in maniera considerevole per questo seguito.
Un’ultima nota per la scia luminosa che segnala al giocatore, in qualsiasi momento, la direzione da seguire per il prossimo step di una quest. Rispetto a quando ci era stata introdotta a Marzo, sono state introdotte una serie di novità necessarie: la scia non punta più solamente sugli step della quest principale, ma può essere indirizzata su qualsiasi sotto quest o anche solo su una locazione scelta dalla mappa del gioco; ne può essere diminuita l’intensità luminosa, se non si vuole che abbia una presenza troppo ossessiva su schermo; può essere disattivata, da quelli che vogliono godersi l’esplorazione del mondo nel modo più libero possibile.
Peter Molyneux dice che Fable 2 è, finalmente, quello che avrebbe dovuto essere il primo capitolo del gioco, quando a profondità e complessità. Fra qualche mese sarà ora di tornare su Albion e scoprirne tutti i segreti.