[GC 2008] Heroes over Europe - Anteprima  5

Dagli stessi autori di Heroes of the Pacific sta arrivando il seguito. Siete pronti a duellare nei cieli d'Europa?

La stessa softco autrice di Heroes of the Pacific ha presentato qui a Lipsia Heroes over Europe, per Atari. Simulatore di volo in uscita su console Next Gen e su PC. Il piatto promette di essere piuttosto ricco con più di 40 aerei d’epoca perfettamente ricostruiti, dagli Spitfire, ai Typhoon fino ai B17, e da una moltitudine di paesi costruttori, tra cui Italia, Germani, USA e Russia.
Il cuore del gioco sarà il dogfighting, ovvero i combattimenti ravvicinati nel tentativo di abbattere i caccia nemici, sia tra le nuvole che sulle strade delle principali capitali Europee, tra le cui strade sarà anche possibile schiantarsi. Anche se per adesso ci è stato mostrato soltanto il volo nei cieli. Qui è stato usato un gran dispendio di energie, dato che il team ha costruito il cielo denso di nubi come fosse un fondale vero e proprio ed in effetti il modo e la cura con cui sono state realizzate è al di fuori del comune, visto che avranno parte attiva nel gameplay, essendo possibile nascondersi e fare agguati agli avversari partendo dai banchi nel cielo.
L’impostazione del gioco sarà molto arcade, non sarà necessario girovagare per ore nei cieli alla ricerca dei nemici da abbattere, nell’attesa poi di mettersi in coda e cominciare a sparare. Come neppure sarà possibile sparare missili da decine di metri di distanza per poi dirigersi al prossimo bersaglio. Il gioco che hanno in mente gli sviluppatori è fatto di continui scontri a fuoco nei cieli, uno di seguito all’altro senza fiato. Per farlo è stato ideato un sistema che segnala in cielo tutti gli aerei presenti, in modo da poterli lockare e inseguire. Tenendo gli aerei nel mirino si riempirà un indicatore intorno allo stesso e, una volta riempito completamente, scatterà quella che viene chiamata Ace Kill, una fatalità che porterà all’esplosione immediata dell’aereo nemico. Quando succederà a noi di essere nel mirino avversario, per poter scappare dalla presa verrà in aiuto il pulsante B che farà allontanare la telecamera così da vedere chi ci sta sparando e da dove e che ci permetterà di avere un boost turbo per riuscire a scappare. Il multiplayer sarà pensato per essere tutto un incrociarsi di Ace Kill e di mosse evasive, per scontri nei cieli al cardiopalma. Multiplayer al quale è stata dedicata grande attenzione con ben quattro modalità tra cui Conquest in cui bisognerà bombardare e distruggere la base avversaria, con la particolarità che se si vola su aerei più grandi con più torrette di fuoco, si potrà lasciare alla CPU il compito di pilotare il velivolo mentre il giocatore potrà spostarsi da una torretta all’altra per sparare.
Questi quindi i punti di forza del gioco che, nelle 15/20 ore della campagna in single player, ruoterà tutto attorno a scontri ed episodi realmente accaduti della seconda guerra mondiale, come quello dell’aereo che Curchill mandò in solitaria per abbattere alcune costruzioni storiche di Berlino, solo per dimostrare che era possibile arrivare sino lì sopra con un semplice aereo. Ecco, toccherà a noi ripetere esattamente quelle gesta in Heroes over Europe, a partire dal 2009.