[GC 2008] LEGO Batman: The Videogame - Anteprima  3

Batman incontra i LEGO, sfruttando una forumula già collaudata e migliorandola ulteriormente per cercare di ripetere gli straordinari risultati precedentemente ottenuti!

LEGO evolution

La struttura portante del gameplay di questo LEGO Batman: The Videogame sarà la medesima già sperimentata con i predecessori: ciascuno stage di gioco andrà ripulito sfruttando la coppia di protagonisti sempre presente su schermo, utilizzandone le abilità specifiche per risolvere i puzzle che ne ostacolano il passaggio. A differenza del passato, però, per prendere il controllo dell'alter ego in quell'istante gestito dall'intelligenza artificiale non sarà più necessario avvicinarcisi fino a toccarlo, ma si potrà fare anche a distanza aprendo la strada ad una serie di situazioni più aperte ed articolate. Ovviamente qualora si disponesse di un amico non mancherà la cooperativa, completabile online su Xbox 360, PC e PlayStation 3 mentre sullo stesso schermo sulle altre piattaforme casalinghe di riferimento.
Ogni capitolo disporrà di una struttura lineare e chiederà di essere attraversato in tutta la sua lunghezza, ma nel corso di ciascuno di essi non mancheranno alcune scorciatoie o vie secondarie da percorrere, magari montando alcune delle strutture inizialmente a pezzi e costruibili dopo aver letteralmente distrutto buona parte dello scenario. I combattimenti non si fregeranno di particolari innovazioni ed oltre alle armi specifiche di ciascun personaggio, le solite pistole saranno protagoniste e spesso più che sufficienti a fare a pezzi, letteralmente, i tirapiedi che riempono le ambientazioni.
Come già accennato lo Story Mode si dividerà perfettamente in due, con la parte in cui comandare i cattivi che sarà ambientata negli stessi luoghi di quella dell'eroico duo ma attraverso percorsi diversi e soprattuto sfidando le forze dell'ordine: uno sforzo di game design e di progettazione che supera la semplice riproposizione delle situazioni già viste vestendo nuovi abiti e che sostanzialmente raddoppia la durata del titolo.
Prima di dare uno sguardo al giocato preso in visione, è bello sapere che molti bonus saranno disponibili per coloro che porteranno a termine tutti gli obbiettivi principali e troveranno i molti oggetti collezionabili sparsi in ogni dove, si parla di interi livelli oltre ai soliti elementi di personalizzazione.

Dai tetti alle fogne

Il primo stage mostrato vedeva Batman e Robin all'inseguimento della sempre bella Catwoman entrata illegalmente in possesso di un prezioso diamante rosa, attraverso alcuni vicoli cittadini e poi sui tetti delle stesse case. Gli elementi di spicco si sono risolti nell'utilizzo di un elicottero in grado di vagare per l'aere ma impossibilitato ad atterrare se non in precisi spazi, e soprattutto nelle tute dotate di speciali poteri che il duo potrà calzare dopo aver costruito degli appositi punti di controllo: far librare l'eroe alato con una sorta di piccolo aliante e piazzare alcune bombe in grado di sbriciolare elementi altrimenti indistruttibili, oppure accompagnare il suo aiutante lungo le superfici metalliche grazie a speciali stivali e comandare un drone a distanza, saranno solo alcune delle varianti sul tema proposte. Le poche ma significative introduzioni al gameplay prima descritte avranno un significativo impatto sul divertimento, che a quanto visto non si andrà ad affievolire a causa della ripetizione costante e sistematica dei soliti scontri a cui seguivano dei non troppo variegati spostamenti, mettendo sul piatto anche alcune armi interessanti come il boomerang, da indirizzare sugli obiettivi che si vuole far diventare bersagli e con il quale raccogliere oggetti altrimenti inaccessibili.
Gli altri due livelli mostrati erano invece tratti da quelli in cui vestire i panni dei nemici, con da una parte l'accoppiata Joker e Harley e dall'altra Pinguiro e Killer Croc. Nel primo caso l'ambientazione in pieno stile luna park è sembrata molto azzeccata e certamente piacerà grazie al continuo, incessante riferimento ai giochi che da tradizione è possibile fruire dentro questi luoghi, con le montagne russe ad alternarsi alla casa degli specchi ed al tiro al bersaglio; proprio al termine di questo passaggio sarà possibile scontrarsi con una delle figure positive per eccellenza, il commissario Gordon, che dovrà essere preso prigioniero dopo aver sfruttato una gru per mettere fuori gioco i rinforzi della polizia. Forse meno travolgente – ma non è stata mostrata per intero – la fogna in cui accompagnare l'altra coppia del male, con l'uomo coccodrillo che in particolare si distinguerà grazie ad una forza eccezionale ed un mezzo a tema anch'esso devastante, mentre Pinguino avrà il classico ombrello con cui planare ed una schiera di piccoli volatili robot da usare come armi.

Mattoncini in movimento

Il lavoro svolto da Traveller's Tales sotto il profilo tecnico sembra andare nella giusta direzione, con un motore che nella versione Xbox 360 – ma il risultato è stato garantito identico anche su PlayStation 3 e PC – potrà vantare ottime animazioni ed effetti di qualità, con texture precise e ricche di dettagli e il solo grande problema di un'eccessiva compenetrazione tra i poligoni. Bisogna, invece, restare in attesa per avere maggiori informazioni sulla resa grafica ottenuta dalle altre piattaforme. È poi interessante constatare quanto l'arduo lavoro artistico che si prospettava sarà portato a termine a testa alta grazie a una Gotham City cupa e noire al punto giusto, con strutture imponenti ed altrettanto impressionanti contesti degradati.
Purtroppo, ma senza che la cosa faccia perdere il sonno a nessuno vista la natura del titolo, l'intelligenza artificiale pare si possa assestare attorno ai non stratosferici risultati precedentemente ottenuti, incapace com'è di suggerire ai nemici nulla che non sia il semplice proiettarsi verso il giocatore a rotta di collo.
Le due versioni per Nintendo Wii e DS sfrutteranno rispettivamente le potenzialità del Wiimote e del touch screen, in modi ad oggi sconosciuti ma credibilmente legati ad abilità speciali e poteri delle tute.
LEGO Batman: The Videogame è quindi parso il giusto mix tra una credibile fedeltà alle situazioni descritte dal fumetto, unite allo stile giocoso che gli sviluppatori si sono già dimostrati in grado di dare. Un titolo da tenere sott'occhio e che il prossimo settembre potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa per la critica e una stupenda conferma commerciale.

LEGO Batman: The Videogame sarà disponibile per Nintendo DS, Nintendo Wii, PC, PlayStation 2, PlayStation 3, PSP e Xbox 360.
La versione mostrata è quella Xbox 360.

Tutti i Batman e Robin che vuoi...

L'articolo si è già dimostrato una buona occasione per descrive alcune delle tute che il duo difensore della legge potrà vestire nel corso delle avventure. È bene comunque farne una lista completa, così da mettere sotto la giusta luce le potenzialità di questa caratteristica del gioco.
Batman disporrà delle già dette ali per planare e delle bombe, ma anche degli speciali occhiali per vedere alcuni mattoncini segreti ed altrimenti invisibili, oltre ad una pistola ad onde con la quale mandare in risonanza alcuni oggetti come quelli fatti di vetro.
Il fido Robin avrà invece gli stivali magnetici e il kit per utilizzare le attrezzature elettroniche, ma anche una muta con cui immergersi nelle profondità marine ed un'arma con un raggio attraente, simile alla Gravity Gun di Half Life 2.

Aggiornamento Games Convention 2008

A pochi giorni dal lancio sul mercato, previsto per ottobre, abbiamo avuto modo di dare un’ultima occhiata a Lego Batman prima della nostra recensione. I dettagli aggiuntivi rispetto all’esauriente anteprima che potete leggere qui sotto sono davvero pochi, per cui ci siamo limitati ad apprezzare ulteriormente il lavoro svolto da Travellers Tales. Per carità, nulla di particolarmente innovativo rispetto ai precedenti Star Wars o Indiana Jones; ciò nonostante gli esperti programmatori sono riusciti a cogliere in maniera più che soddisfacente lo spirito del cavaliere mascherato, adattandolo al mondo Lego e includendo alcune caratteristiche uniche, come ad esempio le 4 tute a disposizione della coppia di eroi (Batman e Robin ovviamente) con le quali diventa possibile guadagnare abilità peculiari tra cui la possibilità di camminare su pareti verticali metalliche. La trama non segue nessun film, ma è stata realizzata con la consulenza di DC Comics al fine di poter introdurre praticamente tutti i “cattivi” incontrati dal protagonista durante la sua lunga carriera. E poi non mancheranno situazioni del tutto inedite per Batman, come quella in cui può costruire e guidare un tagliaerba per rasare delle aiuole fiorite e guadagnare ulteriori punti e bonus. Tutto ovviamente realizzato coi mattoncini, è chiaro. La varietà di situazioni sembra quindi essere garantita, anche grazie alla facoltà di affrontare i 15 livelli sia dalla parte dei buoni che da quella dei loro nemici. In calce alla presentazione è stato interessante sapere che il team è letteralmente subissato di richieste da parte di diversi publisher al fine di adattare al mondo Lego una marea di altre serie cinematografiche e videoludiche; l’incognita a questo punto non è quindi se ci sarà un altro capitolo del franchise, quanto piuttosto in quale universo sarà basato...

Anteprima