[GC 2008] The Sims 3 - Anteprima  10

Con The Sims 3, la simulazione di vita di Electronic Arts si prepara a subire un'iniezione di novità e innovazione. Ne abbiamo avuto un assaggio in occasione della Games Convention di Lipsia. Ecco cosa abbiamo visto.

Produrre Sims

Innanzitutto abbiamo dato un'occhiata al creatore di Sims che ha raggiunto un nuovo livello di profondità. Ora gli elementi fisici da ritoccare sono aumentati esponenzialmente rispetto a quanto già visto in The Sims 2 e ogni aspetto del viso e del fisico può essere customizzato. Sarà poi possibile lavorare in profondità con le pettinature e con le colorazioni dei capelli e, naturalmente, grande spazio è stato dato ad abiti e completi. Per chi ha poi pazienza e fantasia è naturalmente possibile utilizzare l'editor integrato nel gioco per esibirsi in creazioni proprie da sfoggiare sui Sims che popolano la propria città oppure da distribuire su Internet. Il gioco integrerà infatti, molto probabilmente in linea con quanto visto in Spore attraverso la Sporepedia, un sistema di sharing per consentire ai giocatori di mettere in condivisione e scaricare liberamente oggetti, capigliature, vestiti, creati da altre persone e utilizzarle così nella propria installazione di The Sims 3. Abbiamo ricevuto conferma dalla producer che sarà possibile anche distribuire interi Sims, con le loro abitudini e tratti caratteristici. Sul finire della fase di creazione, si arriva a delineare la personalità dell'avatar, non più attraverso la scelta di un segno zodiacale e l'assegnazione di punteggi ai vari attributi ma, questa volta, scegliendo cinque tratti specifici da una lunga lista suddivisa in sei attitudini. Qualche esempio? Sarà possibile creare Sims pigri, iracondi, con abilità in cucina, lettori, romantici, carismatici e così via. In aggiunta bisognerà poi selezionare il desiderio di tutta una vita, una sorta di traguardo finale che il proprio Sim vuole raggiungere nel corso della sua esistenza.

Aspiranti politici

Nella demo che ci è stata mostrata giusto per fare un esempio, il personaggio controllato era un certo Arne, aspirante politico che puntava a diventare il leader di un mondo libero. E una volta entrati in game, The Sims 3, dobbiamo riconoscerlo, ci ha stupiti. Il motore di gioco è stato interamente riscritto e si vede grazie a personaggi molto più dettagliati e dai modelli fisici più credibili e realistici, mossi da animazioni curate fino all'estremo e con espressioni facciali particolarmente piacevoli da vedere. Ma la più grande novità riguarda sicuramente la natura free roaming che ha guadagnato il gioco. Ora si può passare in tempo reale, senza alcun tipo di caricamento dalla propria casa all'intero vicinato semplicemente zoomando verso l'alto con la telecamera. In un attimo diventa quindi possibile dirigere il proprio personaggio verso la casa vicina ed entrare al suo interno per passare a salutare i propri vicini, così come per recarsi al lavoro bisognerà fisicamente portare il proprio Sim sul luogo dove svolgere la propria mansione. Tutta l'intera città è quindi interamente interattiva, dinamica e liberamente esplorabile. Inoltre ogni Sim presente seguirà le sue routine lavorative e di tempo libero e sarà quindi possibile, ad esempio, incontrare i colleghi di lavoro o addirittura il proprio boss, conoscerli per stringere amicizie, invitarli a casa, il tutto in modo perfettamente integrato.
Come se questo non bastasse, tutti i Sim invecchieranno e quindi, partite di lunga durata avranno come risultato di vedere la propria città evolversi, non solo dal punto di vista strutturale con nuove case e migliorie agli edifici già esistenti, ma anche in termini di popolazione visto che assisteremo nel tempo al passaggio delle generazioni.

Interfacciamoci

L'interfaccia utente ha ovviamente subito diversi cambiamenti soprattutto in termini di funzionalità. Rimane infatti quella colorazione tendente all'azzurro dell'intero HUD e la natura fumettosa e "morbida" dei pulsanti ma, per venire incontro al totale restyling del gameplay, alcune modifiche sono state necessarie a livello di feature. Ora ogni Sim non dovrà più essere monitorato come capitava nei precedenti capitoli, in tutte le sue necessità biologiche: una pratica che obbligava il giocatore alla micro-gestione paranoica di ogni componente della propria famiglia. Le sue necessità sono state ridotte a pochi elementi ora indicati con semplici icone che cambiano colore in base alla gravità e il tutto è affiancato da un sistema degli umori, vero cuore pulsante del gameplay di The Sims 3. Mentre il Sim vive la sua vita infatti, evidenzierà tramite un fumetto sulla sua testa e tramite l'apparizione della medesima icona nel pannello dedicato, il suo desiderio imminente che potrà spaziare dalle necessità biologiche più impellenti, a desideri lavorativi, così come richieste contingenti durante la chiacchierata con un amico o l'enunciazione del piacere a recarsi in qualche posto. Il tutto sarà poi influenzato dall'ambiente circostante al personaggio che può in qualche modo rallegrare il suo stato d'animo o peggiorarlo sensibilmente. Il nostro protagonista Arne ad esempio, appena avviata la dimostrazione, ha mostrato interesse a intrattenere un discorso persuasivo con tutti gli amici presenti nella sua casa, questo per aumentare la sua esperienza nel parlare davanti a un pubblico (essenziale per il suo lavoro di politico) e per stimolare una raccolta di fondi che potessero aiutarlo nell'elezione.
Lo stesso sistema viene anche utilizzato per gestire gli umori negativi o le conseguenze di azioni inaspettate. Arne, durante il suo lavoro al parlamento, si è ritrovato coinvolto in un traffico sospetto di denaro sporco e al giocatore veniva data la possibilità di approfittare di questi soldi, oppure di rivelare alle autorità quanto stava accadendo sul posto di lavoro. A fini dimostrativi, la producer ha permesso ad Arne di intascarsi i soldi e il risultato è stato il suo licenziamento. A questo punto sulla barra dell'umore di Arnie abbiamo trovato il simbolo della depressione e della svogliatezza, due valori che hanno poi influenzato sulla sua capacità di relazionarsi con gli altri e di svolgere con rapidità le sue abitudini quotidiane. Tutto questo fino a quando il nostro protagonista non è stato invitato da un personaggio anonimo a unirsi a un gruppo di ladri per muovere i primi passi nella carriera criminale. Della serie, quando il lavoro nobilita l'uomo.

Qualche mese e si gioca

The Sims 3 sarà disponibile esclusivamente per PC, anche se non è ovviamente da escludere che parallelamente qualcosa di simile sarà rilasciato anche su console, così come è già confermato il rilascio costante di espansioni a distanza di circa 6 mesi, come da tradizione per la serie.
E' stato poi smentito categoricamente qualsiasi forma di multiplayer mentre grande sarà il supporto dato ai giocatori in termini di scambio e download di contenuti aggiuntivi, come spiegato in uno dei paragrafi precedenti.
L'attuale data di rilascio è prevista per il 20 febbraio 2009 e, visto che il gioco si presentava già in ottima forma (se si esclude un frame rate piuttosto bassino che sarà sicuramente ottimizzato nei prossimi mesi), siamo piuttosto fiduciosi che non ci saranno slittamenti.
Ultima nota riguarda i requisiti di sistema: non c'è stato modo di avere qualche accenno in proposito ma saranno sicuramente più elevati di quelli di The Sims 2 come era lecito aspettarsi ma allo stesso tempo non saranno esageratamente alti visto che è precisa intenzione di Electronic Arts, rendere il gioco fruibile dal maggior numero di utenti PC possibile anche se questo dovesse andare a discapito dell'innovazione tecnologica.