Wii Fit[GDC 2008] Wii Fit - Speciale 

Fate spazio in salotto: Nintendo vi vuole in forma!

Le conferenze di spicco tenute alla GDC 2008 sono state tante e spesso hanno richiesto al pubblico di sottoporsi a lunghissime file pur di assicurarsi un posto a sedere.
In questa categoria rientra l'intervento di Takao Sawano, uno dei general manager di Nintendo, che ha parlato della genesi di Wii Fit. Pubblicato in Giappone a dicembre, Wii Fit ha già venduto un milione e mezzo di copie e si prepara al lancio europeo del 25 aprile, che precederà di quasi un mese quello americano. L'argomento principale della conferenza è stato il processo evolutivo della Wii Balance Board, la speciale piattaforma di supporto che Sawano ha definito "un'estensione naturale del Wii". Secondo il rappresentante di Nintendo, infatti, una periferica del genere sarebbe stata indispensabile fin dal lancio della console, ma è stata poi rimandata a favore di altri progetti. L'idea era comunque nell'aria, come dimostra un grafico disegnato da Shigeru Miyamoto in persona, che è stato mostrato nel corso della conferenza con il divieto assoluto per il pubblico di fotografarlo.

[GDC 2008] Wii Fit - Speciale [GDC 2008] Wii Fit - Speciale [GDC 2008] Wii Fit - Speciale

Come tutte le migliori idee Nintendo, anche Wii Fit nasce da una strana trovata di Miyamoto: dopo essersi divertito a pesarsi tutte le mattine e a registrare il suo peso, il designer ha deciso che avrebbe regalato le stesse emozioni a tutti i possessori di un Wii... grazie a una bilancia! L'ispirazione è venuta dai lottatori di sumo, che con i loro 150 chili e passa devono usare due bilance per pesarsi, mettendo un piede su ognuna e calcolando poi la media. Proprio questa idea del doversi tenere in equilibrio su due diverse piattaforme è alla base della Balance Board e degli esercizi di Wii Fit, ma i suoi ideatori sono andati oltre: perchè fermarsi a due piattaforme laterali e non sviluppare invece una tecnologia che riconoscesse quattro direzioni? E' a questo punto che i sensori del controller del Nintendo 64 sono stati modificati e riutilizzati per creare una bilancia accurata e allo stesso tempo sufficientemente economica da poter essere prodotta in massa.

Allenamento domestico

Una volta deciso che la periferica sarebbe stata una bilancia, i problemi non sono di certo finiti. Bisognava risolvere una serie di questioni tecniche a cui gli specialisti di Nintendo non erano preparati: in fin dei conti, nessuno di loro aveva mai lavorato prima a una piattaforma su cui si potesse stare in piedi. I primi prototipi di Balance Board realizzati dovevano essere collegati al controller del Wii, di cui utilizzavano il microfono per impartire comandi in stile "personal trainer". C'era il rischio, però, che i giocatori calpestassero inavvertitamente il controller facendosi male, una possibilità che lo stesso Satoru Iwata aveva messo in luce.
Il modello successivo presentava perciò uno slot in cui inserire il telecomando, ma la situazione non migliorava di molto: a quel punto fu deciso di eliminare completamente la connessione con il controller e di rendere la piattaforma leggermente più larga, in modo che i giocatori potessero salire e scendere più facilmente. Nasceva così, dopo ben tredici prototipi, la periferica che presto avremo nelle nostre case.

[GDC 2008] Wii Fit - Speciale [GDC 2008] Wii Fit - Speciale [GDC 2008] Wii Fit - Speciale

Allenamento domestico

Per quanto riguarda il gioco in sè, le novità annunciate da Sawano riguardano principalmente il menu del Wii, che ospiterà un Wii Fit Channel a cui si potrà accedere velocemente per registrare il proprio peso in funzione Body Test, anche quando un altro disco è inserito nel Wii. Le versioni europea e americana avranno alcune componenti aggiuntive rispetto all'originale giapponese: ci sarà un contatore per il tempo trascorso facendo gli esercizi, a cui i giocatori potranno aggiungere manualmente le ore passate svolgendo altri tipi di attività fisica, come una corsa o una partita di tennis. Si potrà inoltre aprire una finestra in grado di visualizzare i canali televisivi, in modo da tenersi occupati durante le sessioni di allenamento con Wii Fit. Infine una nota di colore per il mercato americano: la bilancia supporta ora fino a 300 chili, invece dei "soli" 150 giapponesi!

TI POTREBBE INTERESSARE