Fat Princess[GDC 2009] Fat Princess - Provato 

Cattura la Principessa!

Piattaforme online come PlayStation Network e Xbox Live Arcade sono una vera e propria fucina di nuove idee, progetti interessanti che magari avrebbero incontrato più difficoltà nell'uscire nei negozi a prezzo pieno. Restringendo il campo alla piattaforma online di Sony (visto il titolo che stiamo trattando) non possiamo non consigliare vere e proprie perle come Flower e Noby Noby Boy, titoli che dimostrano come non serva sempre investire cifre esorbitanti per sviluppare un gioco che vale fino all'ultimo centesimo il suo costo d'acquisto.
In tutto questo discorso potrebbe rientrare Fat Princess, progetto particolare per stile e impostazione che ha catturato l'attenzione di diversi possessori di PlayStation 3. Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta di uno strategico in tempo reale poco convenzionale e se vogliamo semplificato, che pone le sue differenze nello stile particolare che caratterizza gameplay, ambientazione e protagonisti.

[GDC 2009] Fat Princess - Provato [GDC 2009] Fat Princess - Provato [GDC 2009] Fat Princess - Provato

Un piccolo gioco di strategia

Si parte con due castelli di colore rosso e blu, e lo scopo, tanto per capirci, è identico a quello del cattura bandiera, dove bisogna impossessarsi di quella avversaria, portarla nel proprio castello e difenderla dalla rivendicazione nemica. Ma con una "sottile" differenza, la bandiera è qui sostituita infatti dalla principessa del castello stesso, che dovrà essere portata letteralmente di peso nel proprio reame, e che può (e anzi deve) essere nutrita con torte di vario genere per aumentarne il peso (da qui il titolo), e renderne quindi più difficoltoso il trasporto. L'altra differenza è rappresentata dal fatto che non si controlla un'intera squadra o si impartiscono comandi a tutti i giocatori, bensì si ha il controllo unicamente di uno, che può girare liberamente per la mappa con la possibilità di cambiare la classe in qualsiasi momento raccogliendo il cappello posto dinnanzi all'apposita struttura oppure quello di un nemico appena passato a miglior vita. A disposizione abbiamo il prete, il mago oscuro, l'arciere, il guerriero, il falegname ed infine il villico, ognuno dotato di caratteristiche particolari che lo rendono idoneo per un particolare compito. Il villico ad esempio può trasportare più velocemente la principessa avversaria e magari può essere utilizzato per entrare di soppiatto nel castello avversario una volta che i propri compagni hanno creato delle vie d'accesso. Il falegname invece è adibito alla raccolta di legname e minerali (le uniche due risorse del gioco) e alla consegna degli stessi all'interno del proprio castello o di un avamposto conquistato, al fine di accumulare materiale per la costruzione di nuove armi di offesa e per il potenziamento delle strutture, che permettono quindi di sbloccare aggiornamenti per le classi. E ancora, con il guerriero si accede all'uso di lancia e scudo e così via. Numerose sono le chicche presenti all'interno del gioco, come la possibilità di creare catapulte in prossimità delle pietre, catturare avamposti ed utilizzarli come punto di attacco sopraelevato, costruire scale per assaltare il castello lateralmente, aprire varchi sotterranei da utilizzare come via di fuga per la principessa, il tutto condito sempre con spirito goliardico e surreale che a fronte di una semplicità di fondo (i tasti da utilizzare sono ben pochi), ci è sembrato proporre comunque un minimo di strategia e divertimento.

32 uomini per una Principessa
Nella versione mostrata a questa GDC 2009 erano presenti una mappa e due modalità di gioco, compreso il classico deathmatch a squadre. Giocando in solitaria è possibile scegliere fino a 31 giocatori controllati dal computer, ma il gioco a nostro modo di vedere trova la sua forza nella componente online, che prevede 32 giocatori umani, chat vocale e un ulteriore modalità rappresentata dalla conquista e il mantenimento di alcuni avamposti sparsi per la mappa di gioco. Anche la componente divertimento e strategia sembra beneficiarne, perché si possono imbastire tattiche sicuramente più interessanti di quelle che si hanno quando gli altri compagni sono controllati dal computer, senza dimenticare però che con la croce digitale possono essere impartiti alcuni comandi di base per essere aiutati ad esempio su una catapulta o per attaccare in tandem. Fat Princess verrà reso inizialmente disponibile con sei differenti mappe, purtroppo la data d'uscita del gioco è stata posticipata alla prossima estate. In definitiva confermiamo le ottime impressioni avute in precedenza, per un gioco che va ad inserirsi in un filone strategico a se stante, molto piacevole visivamente e divertente soprattutto in modalità multigiocatore. D'altro canto non possiamo far altro che apprezzare lo sviluppo di questa tipologia di giochi, che ad un costo relativamente basso vanno ad affiancare i cosiddetti "blockbuster" che non sempre però mantengono le promesse fatte in sede di sviluppo.

[GDC 2009] Fat Princess - Provato [GDC 2009] Fat Princess - Provato [GDC 2009] Fat Princess - Provato